Autore: Daniela Robberto

Daniela Robberto

Questi sono i miei racconti. E anche i miei punti di vista sui principali film che passano nei nostri cinema. Nata a Messina nel lontano 1955, figlia femmina e, a detta dei miei (e quindi è sicuro) non troppo desiderata, di una coppia disastrosamente poco affine per luogo di nascita, carattere, studi, obiettivi nella vita, ambizioni... mia madre e mio padre. E devo forse a tali diversissime fonti genetiche la mia curiosità ed una personalità fortemente complessa ed agitata, che mi spinge a scrivere su ciò che più mi colpisce, che più mi intriga. Ho fatto per anni un lavoro facendomelo piacere, anche se non era il mio ma, alla fine sono abbastanza contenta di come mi è andata, e soprattutto della mia formazione perché quando devo descrivermi, come in questo caso, o quando penso a me stessa, alla mente mi sovviene subito il mio nome, poi che dovrei dimagrire e poi che sono biologa.

1 2 3 8 10 / 71 Articoli
Domenica delle Palme, 2021

Domenica delle Palme, 2021

La natura continuava il suo procedere nelle stagioni, indifferente degli scenari che un oscuro dramma confinava al chiuso un’umanità braccata. Così sb ...
Virus, il moderno Odisseo che espugna territori non suoi

Virus, il moderno Odisseo che espugna territori non suoi

Nemico invisibile segue da sempre la stessa strategia, messa in atto anche nella storia passata, quando diventava arma biologica degli assedi, abbracc ...
Dentro il cassetto

Dentro il cassetto

L’altezzosa Madame Cochlée, la più antipatica e snob del cassetto, è un cucchiaio d'argento che il caso volle si ritrovò con le posate d'acciaio ordin ...
Il vento dell’Est

Il vento dell’Est

Milka era stata il vento dell’est che impetuoso aveva tentato di scardinare ogni cosa mescolando emozioni frastornando ogni cosa ma poi tutto era torn ...
“Alice e il sindaco”, lo sbandamento intergenerazionale che libera le idee

“Alice e il sindaco”, lo sbandamento intergenerazionale che libera le idee

Vestito da commedia brillante il film di Nicolas Perier, però, mostra poco l’umorismo raffinato dei film francesi. L'incontro tra l’uomo di potere anz ...
Tre più uno non fa quattro… “Figli” di Mattia Torre, quando il secondo figlio è una tragicommedia

Tre più uno non fa quattro… “Figli” di Mattia Torre, quando il secondo figlio è una tragicommedia

Tra il serio e il faceto, la trattazione della genitorialità ai nostri giorni in una nazione a crescita zero, come l’Italia è il cuore di "Figli" scri ...
“1917”, lo spettatore vive in trincea l’orrore della Grande guerra

“1917”, lo spettatore vive in trincea l’orrore della Grande guerra

Pur essendo una storia di fantasia, la vicenda del film di Sam Mendes si ispira ai ricordi del nonno paterno del regista a cui è dedicato il film e ra ...
Un tir in mezzo al mare

Un tir in mezzo al mare

Sulle sedie del cordoglio per il lavoro perso a 50 anni mi addormento cercando momentanea pace. La mente è turbata e la coscienza assopita lascia camp ...
“Richard Jewell”, Clint Eastwood racconta la cinica America che non ama il sogno americano

“Richard Jewell”, Clint Eastwood racconta la cinica America che non ama il sogno americano

Nel suo ultimo film il regista ancora una volta mette in discussione il sistema americano dove governo e media attuano un giustizialismo sommario indi ...
Il condominio ed “El cercator d’ombre”

Il condominio ed “El cercator d’ombre”

Cronaca comico-drammatica di una ordinaria "convinvenza" fra condomini in un condominio palermitano tra antipatie reciproche e dispute fisiche su dove ...
1 2 3 8 10 / 71 Articoli