martedì 24 ottobre 2017

martedì 24 ottobre 2017

MENU

Indie Concept, vince il rock made in Palermo

Musica

La XIII edizione del rock contest catanese, nato per iniziativa di Giancarlo Salafia e Rumori Sound System, il 26 maggio alla Cartiera della città etnea premierà il rock psichedelico dei palermitani Rubber Eggs che suoneranno in apertura al live della special guest, la ex Iotatola Simona Norato


di Redazione SicilyMag

Cala il sipario sulla XIII edizione dell'Indie Concept 2017, uno dei più importanti contest musicali in Sicilia. Venerdì 26 maggio l'ultimo appuntamento sul palco della Cartiera di Catania, per premiare i vincitori decretati dalla giuria specializzata. Sono i Rubber Eggs (uova di gomma), trio palermitano dalle sonorità rock-psichedeliche, fresche e coinvolgenti che ha straconvinto i componenti della giuria, ma anche il pubblico presente in sala. Con questa vittoria, i ragazzi avranno diritto a girare un video clip (a cura di Urban Media Agency) con un brano da registrare al Cave Studio di Catania. Ma non solo. I Rubber Eggs si sono aggiudicati anche il premio della critica decretato da L'Eretico Booking, agenzia di management e booking, nuovo partner del festival. Premio che è andato in ex aequo con i DIANA, altra band palermitana, giovane duo composto da Roberta e Sonia, freschi vincitori di Arezzo Wave Sicilia e che quindi andranno a rappresentare l'isola alla finale di Milano in programma a fine giugno. Infine, ma non ultimo, il premio DCave Records, assegnato ad un'altra band proveniente da Palermo. Si tratta dei Bye Bye Japan e che potranno preparare un EP a cura di Daniele Grasso, patron della omonima etichetta catanese. Insomma, questa edizione ha visto trionfare nettamente il capoluogo siciliano, terra che ultimamente ha dimostrato una crescita notevole sotto il profilo del panorama musicale indipendente.

Rubber Eggs

E con tre vincitori provenienti da occidente, non poteva esserci ospite più adatta per la chiusura del festival. Special guest sarà infatti Simona Norato, accompagnata per l'occasione da Massimo Ferrarotto, batterista di Cesare Basile. Giovane e interessante cantautrice, anche lei palermitana, prossima alla pubblicazione del nuovo album, il secondo, dopo l'applauditissimo esordio "La fine del mondo" (Dischi della fionda - 2015), prodotto artisticamente da Cesare Basile, con il quale collabora sia in studio che nei live, che ha riscosso un grande successo e grandi consensi da parte della critica specializzata fino ad essere candidata per il premio Tenco 2016 nella sezione "Migliore Opera Prima. Già in passato Simona Norato si mette in mostra con il progetto Di Martino e Iotatola. Successivamente è in tour come polistrumentista con i Caminanti, super band formata da Enrico Gabrielli (Afterhours, Calibro 35), Rodrigo D’Erasmo e Manuel Agnelli (Afterhours) e lo stesso Cesare Basile.

Simona Norato

Appuntamento quindi al 26 maggio per la serata conclusiva alla Cartiera di Catania. Sul palco dal vivo i Rubber Eggs, vincitori Indie Concept 2017, seguiti dal live della special guest Simona Norato. A seguire il djset indie rock di Giancarlo Salafia e Antonio Vetrano (Rumori Sound System).

Diana

Indie Concept è una produzione Rumori Sound System, ventennale collettivo musicale catanese fondato da Giancarlo Salafia e Antonio Vetrano, in collaborazione con DCave Records, RadioLab, Radio Zammù, Urban Media Agency, l’Eretico Booking, SicilyMag, l'Urlo, NewSicilia, 8 Max (Radio Sardegna web) e Lapis. Questi i premi 2017: premio della giuria ai Rubber Eggs; premio della critica a Rubber Eggs e Diana; premio DCave Records ai Bye Bye Japan. La giuria specializzata è stata formata da: Daniele Grasso (Dcave Records), Luisa Michienzi (Urban Media Agency), Marco Salanitri (L'eretico Booking), Vittoria Marletta (Radio Zammù), Alessia Amenta (Radio Lab), Filly De Luca (Musica e Suoni), Andrea Maglia (L'Urlo), Paolo Mei (Rocketta), Gianni Nicola Caracoglia (Sicily Mag), Alessandro Di Paola (Dad Gag) Florinda Ipocoana (Rumori Sound System), Giancarlo Salafia (Organizzatore).

Bye Bye Japan

Negli annis corsi sono stati special guest sul palco dell’Indie Concept artisti del calibro di Offlaga Disco Pax, Linea 77, Malfunk, Enon, Popstairs, Diaframma, Alessandro Raina, Sista, Iotatola, Sadside Project, D.I.D., Fratelli Calafuria, Roberta Sammarelli (Verdena), Long Hair In Three Stages, Clustersun, Babil On Suite.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 04 maggio 2017





TI POTREBBE INTERESSARE

Ecco D'acqua e di rosi, il canzoniere d'amore di Mario Incudine

E' uscito per Finisterre il primo dei quattro dischi che il cantautore ennese ha in programma entro un anno. Una romantica suite, una lunga lettera d’amore, una appassionata serenata tutta in lingua siciliana in 13 brani. In programma due nuove presentazioni, il 30 settembre a Siracusa e l'1 ottobre nella sua Enna

Palermo si avvolge in un mantello di musica con Piano City

Dal 29 settembre all'1 ottobre, dal centro storico alle più lontane periferie, sarà la musica di oltre 50 concerti a raccontare le trasformazioni del capoluogo siciliano

Un cartellone "trasversale" per Classica & Dintorni

Sarà Francesco Cusa & The Assassins, a Catania venerdì 29 settembre, a dare il via alla XIV stagione del Festival internazionale di musica da camera, jazz e tradizioni diretto da Ketty Teriaca

Peace Drums, dalla Sicilia batte il ritmo del Mediterraneo di pace

Il 23 settembre partirà da Sant'Alessio Siculo, con il suo ideatore Filippo Sciacca, il concerto-diffuso che dalla Sicilia abbraccia il Mediterraneo in segno di pace. Anche Lampedusa partecipa, con l'esibizione di Francesco Taskayali. Raccolta fondi per comprare strumenti per l'Istituto omnicomprensivo Pirandello di Lampedusa e per il conservatorio di Damasco

Il trionfo di Roberta Prestigiacomo al Trapani Pop Festival

La 28enne cantautrice trapanese ha vinto la prima edizione del contest organizzato dal Luglio Musicale Trapanese. La vincitrice porta a casa un premio in denaro di 4.000 euro e un suo concerto sarà inserito nel cartellone della stagione 2017-2018 degli Amici della Musica di Trapani. Inoltre, sarà prodotto un CD compilation contenente tutti i brani inediti dei partecipanti al festival

Underground di Giovanni Mattaliano, il suono oltre l'invisibile

L'1 settembre all'Oratorio di San Mercurio a Palermo la nuova opera del musicista palermitano, estemporanea musicale alla ricerca di istinti primordiali, avvolti dalla danza e dalle riflessioni di colori di scena risuonati dai ritmi di antiche percussioni. Mattaliano: «Cerco di materializzare l'invisibile attraverso la scena del suono e del movimento