Autore: Antonio Di Grado

Antonio Di Grado

Antonio Di Grado è stato professore di Letteratura italiana nell’ateneo catanese. A novembre 2019 è tornato in libertà (cioè è andato in pensione, dopo quasi mezzo secolo di appassionato insegnamento). Ha avuto la fortuna di incontrare due grandi maestri come il filologo e italianista Salvatore Battaglia, cugino della madre, e Leonardo Sciascia; quest’ultimo lo nominò direttore della Fondazione che gli sarebbe stata intitolata. Ha scritto un po’ di tutto, da Dante a Leon Battista Alberti, da Domenico Tempio a De Roberto, Vittorini, Brancati, Sciascia, etc. E tuttavia si definisce un dilettante, perché legge e scrive con (e per) diletto. Poco si cura della logica e della coerenza, anzi le ritiene letali. E gli ripugnano gli apparati di nozioni infalsificabili che piombano come lastre tombali sulle attese e sulle speranze dei malcapitati allievi. All'algido saggio accademico, alle concatenazioni causali di stampo anglosassone, preferisce lo stile divagante e colloquiale, le fortuite analogie, l’indeterminazione e l’impermanenza della "causerie". Il suo modello? Manoel Francisco dos Santos, detto Garrincha, il cui saltello claudicante, che fu il più ubriacante dei dribbling, è quanto di più simile allo zigzag obliquo e avvolgente della conoscenza. Così come anarchica è la sua pratica di lettore e di studioso, insofferente di canoni e "metodi", allo stesso modo sono libertarie, eretiche, dissenzienti le sue convinzioni politiche, che oscillano tra il Qohelet biblico e Tolstoj, tra Leopardi e Totò. Nel suo passato “engagé”, è stato assessore comunale alla cultura e presidente del Teatro Stabile etneo. Vive felicemente con la moglie, la scrittrice e giornalista Elvira Seminara, e vanta due figlie: Viola, anche lei scrittrice, e Marta, psicologa. Convertito alla fede evangelica nella chiesa valdese, è ancora e sempre alla ricerca delle molteplici manifestazioni del Divino, nella sua come in altre fedi.

1 2 3 11 10 / 106 Articoli
La democrazia violentata dal trasformismo

La democrazia violentata dal trasformismo

È notizia di questi giorni lo spericolato (ma prevedibile) passaggio di un paio di esponenti etnei dell’area cosiddetta progressista all’esatto contra ...
Contro l’università disumana viva gli studenti fuori-corso

Contro l’università disumana viva gli studenti fuori-corso

Uno studente di Lettere della Federico II di Napoli si è suicidato perché non riusciva a rispettare i tempi imposti dall’università, per lo stress e l ...
Gaspare Agnello e il premio Racalmare-Sciascia a Grotte, un sodalizio da raccontare

Gaspare Agnello e il premio Racalmare-Sciascia a Grotte, un sodalizio da raccontare

Il paese agrigentino è meno noto della vicina Racalmuto, la Regalpetra sciasciana, grazie allo scrittore nota nel mondo. Eppure a Grotte sono nati per ...
Lee J. Cobb, il volto banalmente umano del male

Lee J. Cobb, il volto banalmente umano del male

All'inaugurazione della mostra di Racalmuto sulle foto di scena del "Giorno della civetta" di Damiani tratto dal romanzo di Sciascia, ho dedicato il m ...
La cultura non è democratica

La cultura non è democratica

La cultura e le arti non sono miracolose improvvisazioni del genio autodidatta, al contrario: esigono un tirocinio e anzi un’ascesi impervia e prolung ...
Draghi, <i>‘u prufissuri</i>

Draghi, ‘u prufissuri

Un vecchio proverbio siculo recita: «Fatti ‘a fama e vo’ curchiti». E io non ho ancora capito cosa rappresenta, o cos’ha fatto, il super-banchiere Dra ...
Unici e irripetibili come la vita

Unici e irripetibili come la vita

Mi interrogo su ciò che c’è di unico e irripetibile in ciascuna esistenza. E non mi rassegno all’idea che tutto questo sia destinato a scomparire nel ...
Valdesi, operosi e democratici non asserviti a dogmi e gerarchie

Valdesi, operosi e democratici non asserviti a dogmi e gerarchie

Fin dall’inizio la chiesa valdese, condannata e sabotata dalle autorità cattoliche, venne considerata invece con favore dall’intellighenzia etnea prog ...
Io, l’amico Battiato e l’innocua deriva dei ricordi

Io, l’amico Battiato e l’innocua deriva dei ricordi

Alla luce della della notizia della morte di Franco Battiato, ripubblichiamo il blog di Antonio Di Grado "Quando con l’amico Battiato vivevamo una Cat ...
I tempi cambiano, la poesia immortale Dylan resterà

I tempi cambiano, la poesia immortale Dylan resterà

Il 24 maggio compie 80 anni il ragazzo ebreo che è la parte migliore di noi, ragazzi degli anni Sessanta, e la parte migliore dell’America della "nuov ...
1 2 3 11 10 / 106 Articoli