Autore: Antonio Di Grado

Antonio Di Grado

Antonio Di Grado è stato professore di Letteratura italiana nell’ateneo catanese. A novembre 2019 è tornato in libertà (cioè è andato in pensione, dopo quasi mezzo secolo di appassionato insegnamento). Ha avuto la fortuna di incontrare due grandi maestri come il filologo e italianista Salvatore Battaglia, cugino della madre, e Leonardo Sciascia; quest’ultimo lo nominò direttore della Fondazione che gli sarebbe stata intitolata. Ha scritto un po’ di tutto, da Dante a Leon Battista Alberti, da Domenico Tempio a De Roberto, Vittorini, Brancati, Sciascia, etc. E tuttavia si definisce un dilettante, perché legge e scrive con (e per) diletto. Poco si cura della logica e della coerenza, anzi le ritiene letali. E gli ripugnano gli apparati di nozioni infalsificabili che piombano come lastre tombali sulle attese e sulle speranze dei malcapitati allievi. All'algido saggio accademico, alle concatenazioni causali di stampo anglosassone, preferisce lo stile divagante e colloquiale, le fortuite analogie, l’indeterminazione e l’impermanenza della "causerie". Il suo modello? Manoel Francisco dos Santos, detto Garrincha, il cui saltello claudicante, che fu il più ubriacante dei dribbling, è quanto di più simile allo zigzag obliquo e avvolgente della conoscenza. Così come anarchica è la sua pratica di lettore e di studioso, insofferente di canoni e "metodi", allo stesso modo sono libertarie, eretiche, dissenzienti le sue convinzioni politiche, che oscillano tra il Qohelet biblico e Tolstoj, tra Leopardi e Totò. Nel suo passato “engagé”, è stato assessore comunale alla cultura e presidente del Teatro Stabile etneo. Vive felicemente con la moglie, la scrittrice e giornalista Elvira Seminara, e vanta due figlie: Viola, anche lei scrittrice, e Marta, psicologa. Convertito alla fede evangelica nella chiesa valdese, è ancora e sempre alla ricerca delle molteplici manifestazioni del Divino, nella sua come in altre fedi.

1 2 3 12 10 / 116 Articoli
Ambra e Allegri, una ventata di benefica stupidità

Ambra e Allegri, una ventata di benefica stupidità

Anche Bruno Vespa, a "Porta a porta", ha dibattuto per una sera sul motivo della separazione fra Allegri e Ambra. Scandalo? Certo, ascoltare nella TV ...
La Mompileri di don Giuseppe tra sciara, fede e poesia

La Mompileri di don Giuseppe tra sciara, fede e poesia

Prima che la omologazione la trasformasse in una brutta periferia devastata dal cemento e dall’invasione metropolitana, Mascalucia era un ridente borg ...
L’accomodatore di destini

L’accomodatore di destini

Il commissario Maigret, per il suo creatore Georges Simenon, era un «raccommodeur de destinées», capace di vivere la vita di chiunque, di identificars ...
Il garbato disgusto di De Roberto per la barbara mischia della politica

Il garbato disgusto di De Roberto per la barbara mischia della politica

Quando la degenerazione della politica giunge ai livelli che oggi tutti conoscono, mi soccorre il mio amato Federico De Roberto. Nel 1910 il “vicerè s ...
Antonio Bruno, il poeta Joker di Biancavilla

Antonio Bruno, il poeta Joker di Biancavilla

Nato nel 1891 ad ogni rientro a Catania da Firenze dove studiò, il poeta etneo informava gli amici delle novità letterarie, animando in provincia gli ...
“Cuore”, il libro che ha “inventato” gli italiani

“Cuore”, il libro che ha “inventato” gli italiani

"L’invenzione degli italiani" di Marcello Fois tratta del libro di Edmondo De Amicis, testo che ha davvero “inventato” gli italiani. Ha spiegato a un ...
“Processo” a Vittorini, ecco perché va assolto

“Processo” a Vittorini, ecco perché va assolto

La mia arringa difensiva del 2 settembre scorso al processo in seno al Premio letterario Elio Vittorini, contro lo scrittore siracusano, "reo" di non ...
Il migliore amico

Il migliore amico

Alla felice indeterminatezza dell’adolescenza, piuttosto che i “sempre” da sussurrare a una compagna, si addice semmai specchiarsi in un amico, e con ...
L’umanità degli alberi

L’umanità degli alberi

Insuperata resta “Questa bella d’erbe famiglia e d’animali” di Foscolo per descrivere il mondo vegetale e animale. Infami assassini sono coloro che og ...
Ferretti e il miracolo del Catania calcio povero ma bello

Ferretti e il miracolo del Catania calcio povero ma bello

Possente mediano, padrone del centrocampo e capace anche di andare a rete, Mirko Ferretti fu uno dei pilastri del Catania calcio di Ignazio Marcoccio, ...
1 2 3 12 10 / 116 Articoli