“A un metro dal mio cuore”, l’universo di Giuseppe Cucè in una stanza

Musica Nuovo brano per il cantautore catanese Giuseppe Cucè, "A un metro dal mio cuore", brano cantato a due voci con l'amica Sabina Caruso che ne ha scritto la musica e prodotto dal cantautore etneo Fabio Abate. Un brano che respira nelle sue note la "rivoluzione" involontaria delle nostre vite a causa delle nuove regole sociali dettate dalla pandemia che da un anno ci affligge

Nuovo brano per il cantautore catanese Giuseppe Cucè, “A un metro dal mio cuore”, brano cantato a due voci con l’amica Sabina Caruso che ne ha scritto la musica e prodotto dal cantautore etneo Fabio Abate. Un brano che respira nelle sue note la “rivoluzione” involontaria delle nostre vite a causa delle nuove regole sociali dettate dalla pandemia che da un anno ci affligge. «Io e Sabina Caruso vogliamo presentarvi questo nuovo lavoro scritto a due mani insieme alla produzione artistica di Fabio Abate – scrive Cucè sui social -, che con la sua arte e sensibilità ha saputo tradurre le nostre sensazioni e la nostra anima… nei momenti di assoluta intimità con una pandemia che ci ha chiusi in casa e costretti alla riflessione più profonda, al confronto con la paura di ammalarsi e alla privazione delle nostre più semplici libertà, io e Sabi abbiamo fatto nascere».

«Una sirena, l’allarme e l’allerta, le strade vuote, una voce al megafono che ci esorta a non uscire, è la natura che se ne approfitta, perché alla natura (diciamolo chiaramente) stiamo scomodi .. anzi stiamo sulle palle!!!! La riscoperta dell’io collettivo, e forse chissà l’abbandono dell’individualismo… A un metro e più, mascherine permettendo, calcoli il senso dell’amicizia, l’amore per i tuoi cari  ma anche l’amore per se stessi. Riscopri l’universo in una stanza ed inizia il vero viaggio dal tuo balcone o dalla tua finestra».

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.