Wearegenio Palermo: «#adottaunamaiolica obiettivo raggiunto»

Territori Raccolta con il crowdfunding la cifra minima per avviare il progetto di restauro di 2.600 mattonelle ancora non esposte nella casa museo Stanze al Genio di Palermo

«Siamo lieti di informarvi che la campagna #adottaunamaiolica ha raggiunto l’obiettivo prefisso, la cifra minima necessaria ad avviare il progetto di restauro delle 2.600 mattonelle ancora non esposte. Grazie a tutti!».
Felici per il traguardo raggiunto, gli organizzatori della campagna di crowdfunding #adottaunamaiolica messa in opera dal gruppo palermitano Wearegenio, conferma che realizzerà la più grande collezione di maioliche italiane: un’eccellenza italiana con sede a Palermo, meta di turisti da tutto il mondo che verrà raccontata tramite il blog e la pagina Facebook di Wearegenio.

Il primo step della campagna si concluderà il 7 settembre ma la raccolta abdrà avanti fino al giorno dell’inaugurazione che avverrà il 5 dicembre prossimo. «#adottaunamaiolica non è solo una campagna di crowdfunding per realizzare la più grande collezione di maioliche italiane al mondo – spiegano dall’associazione Stanze al Genio -, è un’iniziativa a tutela della cultura. Rappresenta l’esempio che ognuno di noi può dare per dimostrare che è possibile salvaguardare la bellezza compiendo un piccolo gesto. Perché i beni culturali sono nostri ed è nostra anche l’opportunità di migliorarli».

#adottaunamaiolica

#adottaunamaiolica

Questa è la scommessa di Pio Mellina e di Wearegenio, un team di professionisti volontari che ha trovato nel progetto di Stanze al Genio quest’ispirazione e ha deciso di dare un contribuito ideando, lanciando e curando la campagna di crowdfunding: Giuseppe Castellucci, Antonio Macaluso, Dario Marino ed Eleonora Lo Iacono – con il sostegno di VediPalermo, Eidon Videocomunicazione, Neu [nòi] Spazio al lavoro e Terradamare Cooperativa Turistica – hanno donato a Stanze al Genio il proprio tempo in omaggio a questo tesoro consegnato alla città, facendosi portavoce di un messaggio: si può creare e salvaguardare un patrimonio condividendolo con tutti, creando un modello innovativo di gestione e condivisione all’insegna della sharing economy.

Un’iniziativa che si associa perfettamente al crowdfunding civico: con una piccola donazione possiamo costruire il bene comune come può essere appunto dare la possibilità a questo collezionista di raddoppiare gli spazi della sua casa museo e nello stesso tempo dare la possibilità ai turisti e agli appassionati di ammirare una collezione unica al mondo 365 giorni l’anno.

La campagna è stata lanciata per raccontare tutto questo, con l’idea di fondo che un museo, una galleria, un monumento, una biblioteca, non siano solo un patrimonio statico da contemplare ma il motore stesso della propria tutela, si può ridare senso all’antico, sviluppare intorno alla comunità spazi capaci di creare relazioni e contaminazioni, in cui si sperimenta, si collabora, si condivide. In uno scenario del genere, la cultura afferma il suo senso contemporaneo: il bene artistico, non più luogo elitario, diventa un vero e proprio catalizzatore sociale della cultura, anteponendo la persona, l’importanza della sua esperienza, le relazioni che ne derivano.

Gli obiettivi della campagna Wearegenio per il prossimo futuro: «Stiamo progettando attività, eventi, laboratori, incontri, azioni di guerriglia, spazi per il gioco e l’infanzia, per consentire una fruizione più coinvolgente dei beni culturali, ispirati dall’idea che un luogo come Stanze al Genio con la sua gestione condivisa degli spazi museali e di vera e propria conversazione con il museo, sia capace di attrarre idee, desiderio di conoscenza, attivare energie e collaborazioni, risvegliare immaginazione e creatività, unire spazi e linguaggi artistici, creare un ponte civico proprio come è riuscito, con la campagna di Wearegenio, a coinvolgere la “folla” del crowdfunding per finanziare i lavori di restauro e dare il via a questo flusso benefico».

L’Associazione Culturale Stanze al Genio nasce a Palermo nel marzo 2008, con lo scopo di tutelare, valorizzare e rendere fruibile al pubblico un patrimonio storico e culturale costituito da maioliche antiche e oggetti di vario tipo di cui solo negli ultimi tempi si è riscoperto il valore, recuperati grazie all’opera di un gruppo di collezionisti. Il 5 dicembre 2008 è stata inaugurata la Casa museo Stanze al Genio, un nuovo spazio culturale in cui esporre le collezioni ed organizzare eventi collaterali.

L’Associazione Culturale Stanze al Genio si trova in via Garibaldi 11, una delle vie più antiche del centro storico di Palermo, nel quartiere della Kalsa. La Casa Museo ha sede all’interno di un abitazione privata in una parte del piano nobile di Palazzo Torre, ora Piraino. L’edificio, costruito tra il 1500 ed il 1600, appartenne alla famiglia Fernandez di Valdes; nel 1700 la proprietà fu acquisita dalla famiglia Torre e Benso principi della Torre. Gli spazi che ospitano le collezioni sono stati restaurati recentemente: i visitatori possono apprezzarne la pavimentazione in maiolica dipinta e gli affreschi di fine 1700-inizi 1800. E’ in queste sale che vengono inoltre organizzati eventi culturali collaterali.

La Casa Museo è aperta a tutti i membri previa prenotazione. E’ richiesto un documento di identità. Per prenotare una visita, chiamare: 340 0971561 – 335 6885379.

#WEAREGENIO _Palermo Crowdfunding insieme a Stanze al Genio www.wearegenio.com www.indiegogo.com/projects/wearegenio

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.