venerdì 20 luglio 2018

venerdì 20 luglio 2018

MENU

Tag migranti

Tumaranké

Domenica 15 luglio a Siracusa presentazione del film documentario girato con lo smartphone da 38 migranti minori non accompagnati

15 luglio 2018 ore 18.30
Ex Convento S.Francesco d'Assisi - Siracusa - via Tommaso Gargallo, 4

"Iuventa" di Michele Cinque

Il 7 luglio a Lampedusa la proiezione del documentario sulla nave della ong tedesca Jugend Rettet attiva nei salvataggi nel Mediterraneo

7 luglio 2018 ore 21

La maglietta rossa di Aylan colora lo sdegno della Sicilia

Una #magliettarossa per #fermarelemoraggia di umanità. Adottando il colore simbolo del sacrificio del bambino curdo morto in un naufragio 3 anni fa in Turchia, anche sull'Isola sabato 7 luglio saranno tante le manifestazioni solidali con i migranti che aderiscono all'appello di don Luigi Ciotti, di Francesco Viviano, di Francesca Chiavacci, di Stefano Ciavani e di Carla Nespolo

Ultima modifica 05 luglio 2018 22:52

Mamma Melania, papà Matteo e la Natività siciliana dei migranti

Nella giornata mondiale del rifugiato l'immagine è quella della donna con un bimbo in braccio che il fotografo catanese Antonio Parrinello ha immortalato la settimana scorsa a Catania appena sbarcata da nave Diciotti. Nel giorno in cui l'America mette i bambini in gabbia, una certa Italia sogna la fine dei rom, e la maturità spinge i ragazzi a riflettere sui principi di uguaglianza della Costituzione e sulla barbarie delle leggi razziali

Ultima modifica 20 giugno 2018 13:48

"Diventano mare", c'è la tragedia dei migranti nel debutto di IO

Il singolo segna la svolta pop del duo IO composto dalle palermitane Irene Ientile (voce) e Ornella Cerniglia (pianoforte) che con questo videoclip, di cui è protagonista l'attrice catanese Donatella Finocchiaro, anticipano l'uscita del disco

Video
Ultima modifica 01 febbraio 2018 17:29

Pietro Bartolo: «Rosi è stato una lampada di Aladino per Lampedusa e i migranti»

Il medico lampedusano, che "Fuocoammare" di Gianfranco Rosi ha reso famoso nel mondo, ospite del Blue Sea Land a Mazara del Vallo, e forte del premio Brancati a Zafferana per "Lacrime di sale", parla del rapporto speciale, nato per caso, con il regista e della sua vita dopo il successo del film: «Continuo a fare il medico nella mia isola ma porto la mia testimonianza di uomo di frontiera nel mondo»

Ultima modifica 21 ottobre 2017 01:28
  1234567