Blog

Meta a metà

Audio e podcast Come raccontare quei mitici cinque giorni trascorsi in terra anglosassone, lo scorso agosto, dalla squadra catanese di rugby i Briganti di Librino. Nei tre episodi del podcast l'appassionato "cunto" dell'attore catanese Savì Manna che parte dalla nascita dei Briganti, tra sport e sociale, finendo col gemellaggio con il Bolton Rugby che fa sentire la sua fratellanza verso la squadra siciliana colpita più volte da violenza mafiosa

Come raccontare quei mitici cinque giorni trascorsi in terra anglosassone, nell’agosto del 2022, dalla favolosa squadra catanese di rugby i Briganti di Librino. Così nasce “Meta a metà”, il podcast in tre episodi dell’appassionato “cunto” dell’attore catanese Savì Manna. Nei tre episodi del podcast, il “cunto” di Manna parte dalla nascita dei Briganti, squadra di rugby nata, con missione sportiva e sociale insieme, nel quartiere periferico e martoriato di Librino a Catania, passando per la nascita del campo San Teodoro Liberato, liberato dalla devastazione e dall’incuria di chi quello spazio doveva accudirlo e preservarlo, finendo col gemellaggio con il Bolton Rugby Union Club di Manchester che decide di fare sentire la sua fratellanza verso la squadra siciliana dopo aver letto sulla stampa inglese delle devastazioni dolose periodiche subite dalla comunità che ruota intorno ai Briganti.

L’articolo del Times che parla del gemellaggio Bolton-Briganti

La musica del podcast è di Enrico Grassi Bertazzi, il sax è di Salvo Barbagallo, la voce femminile è di Clara Costanzo.

Ascolta “SicilyMag podcast, la voce delI’Isola” su Spreaker.

Il gemellaggio Bolton-Briganti

Clicca sulla foto e vai al sito dei Briganti di Librino

Clicca sulla foto e vai alla pagina Facebook dei Briganti

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.