Catania sperimenta due nuove aree pedonali

Territori Nell'ambito della Settimana per la Mobilità sostenibile fino al 22 settembre sono chiuse al traffico via Sant'Anna e via Guardo, nei pressi della stazione della metropolitana "Borgo"

Via Sant’Anna, la strada del centro storico in cui ha sede la casa-museo di Giovanni Verga, e via Guardo, antistante la scuola XX settembre nei pressi della stazione della metropolitana Borgo, sono state sperimentalmente trasformate in aree pedonali fino al prossimo 22 settembre.

L’iniziativa rientra nell’ambito delle iniziative promosse per la Settimana per la Mobilità sostenibile che si sta svolgendo a Catania, sulla base di un programma redatto dall’assessorato comunale alla mobilità retto da Giuseppe Arcidiacono, dalla mobility manager Patrizia Giacalone, altri enti come Amt e Fce e da numerose associazioni ambientaliste. Nei programmi del Comune sia via Sant’Anna che via Guardo, considerate la valenza degli spazi pubblici interessati, potrebbero rimanere stabilmente chiuse al traffico, in virtù del piano varato dall’Amministrazione a favore della pedonalizzazione di porzioni dell’area urbana che viene gradualmente reso effettivo.

Domenica mattina, inoltre, un’ampia area del centro storico sarà chiusa al traffico: dalla zona di piazza Carlo Alberto a quella di piazza Federico di Svevia e via Dusmet; dall’area di via Ventimiglia a quella di via Teatro Greco.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.