Capitale Umano Sud, pronto il nuovo programma Yep di Ortygia Business School

Formazione e ricerca La Fondazione Ortygia Business School – piattaforma di alta formazione manageriale nata a Siracusa da un'idea di Lucrezia Reichlin – dopo il grande successo della prima edizione, presenta il programma YEP Young Women Empowerment Program in partenza nella primavera del 2021

La Fondazione Ortygia Business School – piattaforma di alta formazione manageriale nata a Siracusa da un’idea di Lucrezia Reichlin – dopo il grande successo della prima edizione, presenta il programma YEP Young Women Empowerment Program in partenza nella primavera del 2021. Il percorso di mentoring (attività di formazione aziendale effettuata affiancando lavoratori più esperti a quelli appena assunti.) per l’empowerment femminile, nasce sotto il segno del Manifesto Capitale Umano Sud, e ha l’obiettivo di avvicinare le giovani studentesse al mondo del lavoro, fornire strumenti utili per orientare in modo consapevole le proprie scelte accademiche e di carriera e offrire role model al femminile che siano di ispirazione.

Il programma YEP intende creare occasioni di confronto tra 100 studentesse universitarie di facoltà Stem (Science, Technology, Engineering and Mathematics ovvero le discipline scientifico-tecnologiche scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) del Sud Italia e altrettante manager, che per tre mesi accompagneranno le giovani donne in un percorso di connessione personale e professionale. L’obiettivo è quello di trasferire e condividere conoscenze e competenze utili ad abilitare una nuova generazione di donne pronte a prendere in mano il proprio futuro e proporsi nel mondo del lavoro con maggiore consapevolezza.

Questa seconda edizione di YEP nasce in collaborazione con più aziende ed associazioni attive sui temi dell’inclusione e della formazione delle nuove generazioni. AccentureCitigroupCredimiEnelEY Foundation OnlusOpen FiberSifiSparkle, sono tra le prime confermate. Cinque gli atenei coinvolti nell’iniziativa: Università degli Studi di Napoli Federico II, Politecnico di Bari, Università della Calabria, Università degli Studi di Catania e Università degli Studi di Palermo.

Lucrezia Reichlin, economista e fondatrice della Fondazione Ortygia Business School ha commentato: «Siamo orgogliosi di dare il via alla seconda edizione del nostro programma di mentoring. La scuola occupa un ruolo centrale e per questo la nostra Fondazione si vuole impegnare sempre di più sui giovani. È la qualità del capitale umano il fattore decisivo di sviluppo e crescita di un territorio. La nostra mission è avvicinare le studentesse, in particolare del Sud Italia, alle competenze di un futuro che ci auspichiamo più inclusivo, non solo delle donne, ma di tutti».

Lucrezia Reichlin

Con YEP la Fondazione Ortygia Business School prosegue la sua missione: accendere il faro su una delle questioni emerse con maggiore evidenza nel dibattito nato durante l’emergenza del Covid, ma presente da tempo: il ruolo delle donne, in particolare al Sud. La prima edizione del programma in partnership con Intesa Sanpaolo, ha visto coinvolte oltre 40 studentesse delle Università di Bari, Calabria, Catania, Napoli e Palermo. Un successo quasi inaspettato tanto che per soddisfare tutte le richieste arrivate dalle giovani universitarie è stata programmata questa seconda edizione che terminerà a luglio. Sul sito https://www.capitaleumanosud.it/yep e sui canali social i dettagli dell’iniziativa.

Ortygia Business School è una scuola di alta formazione per manager sorta nel cuore del Mediterraneo da un’idea dell’economista e docente Lucrezia Reichlin. Il progetto consiste nella creazione di un centro di eccellenza a Siracusa con l’obiettivo di creare un luogo ponte tra Europa e Mediterraneo che favorisca lo sviluppo e la crescita economica dei paesi dell’area, agendo da catalizzatore per iniziative di business e dialogo economico tra le culture. Contemporaneamente, l’iniziativa intende contribuire al rilancio del sud Europa, e in particolare del sud Italia, attraverso la costruzione di competenze e di reti commerciali con i paesi della sponda meridionale del Mediterraneo che facilitino una ripresa del Mezzogiorno e del Sud Europa.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.