L’appello della Sigea: che Scala dei Turchi sia Riserva Naturale, prima che diventi uno scivolo

Natura E' la proposta della Società Italiana di geologia Ambientale che ha chiesto all’Assessore Territorio ed Ambiente ed al Consiglio Regionale Protezione del Patrimonio Naturale l’istituzione della Riserva Naturale Speciale o Integrale "Scala dei Turchi"

La Sigea, Società Italiana di geologia Ambientale, ha diramato un comunicato stampa, in cui si chiede l’istituzione della Riserva Naturale Speciale o Integrale Scala dei Turchi. Il testo, a firma dei geologi Michele Orifici, Girolamo Culmone e dell’ingegnere Francesco Cancellieri, così recita.
Da qualche anno grazie alle iniziative lodevoli del FAI la “scala dei turchi”, prima nota solo ai geologi o addetti ai lavori, è andata alla ribalta nazionale per la bellezza del luogo e per l’unicità del sito. Proprio grazie a queste iniziative è divenuta meta di migliaia di visitatori che nei mesi estivi, anche dopo l’apposizione di divieti, la calpestano e ne fanno spesso scempio.

Scala dei Turchi

Considerato che il sito necessita di una puntuale gestione e protezione univoca, scevra da scadenze e/o interpretazioni, la SIGEA – Società Italiana di geologia Ambientale ha chiesto all’Assessore Territorio ed Ambiente Cordaro ed al CRPPN (Consiglio Regionale Protezione del Patrimonio Naturale ) utilizzando i poteri in capo all’Assessorato Territorio ed Ambiente e le norme esistenti, l’istituzione della Riserva Naturale Speciale o Integrale “Scala dei Turchi” .
L’area è compresa tra l’altro nella ZSC (Zona Speciale di Conservazione) ITA 040015 “Scala dei Turchi”. In attesa dell’avvio formale SIGEA ha chiesto inoltre l’immediato inserimento tra i geositi in considerazione che è già censito nell’elenco dei proposti geositi della provincia di Agrigento con il codice NAT-1RL-0002. Nella nota si evidenzia che è fuor di dubbio, date le caratteristiche proprie della tipica marna bianca, che con il continuo calpestio scomparirebbero i caratteristici gradini che danno il nome al sito, trasformandolo in uno scivolo.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.