sabato 15 dicembre 2018

sabato 15 dicembre 2018

MENU

La Notte di San Lorenzo riempiamo "Calici di Stelle"

Calici & Boccali

Torna l'immancabile appuntamento con le cantine che aderiscono all'iniziativa del Movimento Turismo del Vino che in Sicilia, dal 2 al 10 agosto, aprono ai visitatori per regalare loro notti magiche dosando gusto, accoglienza, divertimento ma anche solidarietà ed un pizzico di curiosità con i telescopi degli astrofili


di Giusy Messina

Scie di stelle lungo i profumi del vino nella notte più luminosa dell’anno, il 10 agosto, quella di San Lorenzo, in occasione della 21ª edizione di “Calici di Stelle”. Sorsi di emozioni nella malia avvolgente del cielo stellato dove lasciarsi andare ai desideri più arditi con la complicità di chi sa creare, per esperienza e professionalità, l’atmosfera giusta per vivere un’esperienza indimenticabile. Sono le cantine del Movimento del Turismo del Vino che dal Nord al Sud sanno regalare, dosando gusto, accoglienza, divertimento ma anche solidarietà ed un pizzico di curiosità con i telescopi degli astrofili, l’emozione di una notte magica. Anche in Sicilia, sono tante le aziende che aderiscono a “Calici di Stelle”, l’appuntamento promosso da Città del Vino insieme al MTV per gli appassionati wine lovers o per chi semplicemente ha voglia godere di un buon bicchiere di vino al chiaro di luna. «Un appuntamento molto atteso che ha visto l’Isola conquistare un buon 20% in più di presenze rispetto alle altre regioni, nell’edizione precedente - dice Elio Savoca, presidente MTV Sicilia- Un evento che prenderà il via dal 2 e si protrarrà fino al 10 agosto».

Elio Savoca, presidente MTV Sicilia

In provincia di Palermo, a Ganci, nel “Borgo più bello d’Italia” Tenuta San Giaime propone un caleidoscopio di iniziative con wine tasting guidato, assaggio di specialità dello street food siciliano, mostra fotografica ed ancora esibizione di tango argentino e osservazione della volta celeste. Protagonisti della serata saranno i due grandi vini della Tenuta : il bianco “G’17”, ricavato da uve Grillo in purezza, bio Doc Sicilia, protagonista ideale degli aperitivi e delle serate d’estate, e il rosso “S’16”, Syrah in purezza bio Igp Terre Siciliane. Le attrazioni avranno inizio alle 19.30 con una sessione di wine tasting guidata da Giuseppe Di Marco, assaggiatore ONAV, riservata alle prime 30 persone che si prenoteranno. Alle 20,30, i cancelli di Tenuta San Giaime si apriranno a tutti gli ospiti, che potranno scegliere tra la mostra della fotografa internazionale Arianna Di Romano (con scorci e volti gangitani e dal mondo), l’esibizione delle scuole siciliane di Tango Argentino, l’assaggio di squisite specialità dello Street Food siculo e l’osservazione della volta celeste con il telescopio del Planetario di Palermo (con la possibilità di collegare gli smartphone e scattare splendide fotografie).
«Anche quest’anno non abbiamo dimenticato chi soffre - spiega Salvatore Cicco, contitolare di Tenuta San Giaime- parte del ricavato della serata sarà devoluto alla Fondazione Malattie del Sangue dell’Ospedale Niguarda di Milano, a sostegno dei malati di leucemia». Per partecipare alla serata, è necessario prenotare entro l’8 agosto, attraverso il sito di Tenuta San Giaime (www.tenutasangiaime.it) o sul portale Clappit (www.clappit.com).

Salvatore Cicco della Tenuta San Giaime

E sempre in provincia di Palermo, a Contessa Entellina, ritorna la grande festa di Donnafugata con il binomio arte e vino che propone un’interpretazione inedita della vendemmia notturna. Chi l’avrebbe mai detto che la campagna silenziosa nasconde un’orchestra invisibile che il 10 agosto svelerà tutta la sua bellezza per stupire ed incantare i partecipanti con performance senza precedenti grazie alla bravura di Bernardo Vercelli e Fabio Di Salvo?
«L’originalità è la nostra novità- sintetizza Jose Rallo, volto e voce della storica cantina- chi vorrà potrà partecipare ad un felice connubio tra arte, natura e lavoro dell’uomo. I Quiet Ensemble, ci sveleranno, con l’uso di tecnologie multimediali, i retroscena della vendemmia notturna. Le microscopiche meraviglie impossibile da vedere ad occhio nudo come l’insetto sulla foglia o da a sentire come il passo dell’uomo sulla terra soffice, il coro delle cicale. Metteranno in scena le Invisibili Orchestre della vendemmia notturna». Suoni e immagini, amplificati e proiettati tra i filari in un set luminoso, aperto anche alle famiglie, si svolgerà al vigneto La Fuga con la raccolta dello Chardonnay sotto le stelle. Seguirà la visita della cantina e la grande degustazione di tutti i vini dell’azienda con oltre 20 etichette che abbracciano ben 8 diverse annate, nel suggestivo giardino della Tenuta di famiglia a Contessa Entellina (al Km 60 della S.S. 624).

Josè RalloNella nuova collezione dei Vini Sorprendenti, debutta Sul Vulcano Etna Rosso DOC 2016, il nuovo prestigioso Nerello Mascalese frutto dell’impegno di Donnafugata in questo territorio di straordinario fascino e pregio vitivinicolo. Dalla riserva storica dell’azienda saranno inoltre degustate alcune rare e pregiate annate di vini quali Vigna di Gabri, il cru dedicato a Gabriella Rallo, fondatrice di Donnafugata insieme al marito Giacomo, e Chiarandà, bianco di punta prodotto a Contessa Entellina. E per gli amanti dei vini longevi ci saranno anche alcune introvabili annate dei vini icona di Donnafugata: il rosso Mille e una Notte ed il Passito di Pantelleria Ben Ryé (prevendita on line fino ad esaurimento posti: visit.donnafugata.it/eventi/calici di stelle).

A Castelbuono, “perla” delle Madonie, l’Abbazia Santa Anastasia concerta una serata all’insegna dell’arte e del buon gusto con la collezione moda della designer Giusi Cusimano Nacci, coi suoi modelli in ferro battuto in esposizione, l'antologica fotografica dei fratelli Di Stefano in cantina, i Jelly Fish in concerto con lo swing anni '30. Gli ospiti potranno scegliere fra la cena sotto le stelle nell'antico baglio medievale, col ricco menù dello chef Antonio Bonadonna con prodotti di filiera corta presidio Slow Food e le etichette Abbazia di produzione biologica e biodinamica; o il dopocena a bordo piscina con la cooking demo (fritto a vista) e la degustazione del Metodo Classico – 24 e 36 mesi sui lieviti. Una parte importante della serata resta la visita guidata delle cantine di vinificazione e affinamento. Sarà possibile seguire l'interessante percorso delle uve sino alla bottiglia e il racconto della produzione biodinamica in Abbazia attraverso la voce di professionisti del settore. (prenotazioni allo 0921 672233).

Nel cuore del Belice, nell’agro di Camporeale, l’azienda Alessandro di Camporeale, propone “Kaid sotto le stelle” con visite guidate dei vigneti e della cantina insieme all’osservazione astronomica guidata a cura della Specula Panormita. Per i gourmand più sfiziosi, la degustazione di cioccolato artigianale con Isidoro Stellino, chocolate maker siciliano e degustazione di sigaro toscano con il Club Amici del Toscano accompagnati dalla voce di Chiara Minaldi. E’ possibile fruire anche di un bus navetta in partenza da Palermo. (info e prenotazioni su 0924 37038 / enoturismo@alessandrodicamporeale.it )

Le Cantine Nicosi di Trecastagni

In provincia di Catania, a Trecastagni, sull’Etna, l’azienda Nicosia propone una serata sfavillante con tour guidati in cantina, banchi d’assaggio vini e spumanti dell’Etna ed uno speciale percorso riservato ai winelovers più curiosi per scoprire qualcosa in più sul vino, in modo informale. E poi cena a buffet con lo street food e “Le Isole del Gusto” musica e tante tante stelle grazie alle osservazioni astronomiche curate dal gruppo astrofili catanesi con l’ausilio di un telescopio e di un puntatore laser.(info e prenotazioni Ph +39 095 7809238 / +39 095 7806767)

A Linguaglossa la Tenuta Valle Galfina della famiglia Scilio, propone una serata con lo sguardo in su ed il calice colmo del nettare caro agli dei. A cura del professore Piero Romano si potranno osservare (in visuale e con camera CCD) i pianeti Saturno, Marte, e Giove. Degustazione di vini dell’Etna DOC accompagnata da un barbecue (info e prenotazioni al 348 8629754).

La Tenuta Valle Galfina di Linguaglossa

In provincia di Enna, a Piazza Armerina, nella città dei mosaici patrimonio dell’Unesco, Gigliotto Tenute di Elio Savoca accoglierà gli ospiti nella sua azienda agricola biologica immersa in 200 ettari di verde. Sarà possibile degustare, en primeur, una delle ultime etichette dell’azienda “Donna Cristina” un rosato mosso di Pinot Nero. Un osservatorio astronomico nel solarium della piscina, sotto la guida di un esperto, permetterà di perdersi nelle meraviglie celesti. Gigliotto Tenute anche quest’anno propone un calice di solidarietà per l’AIRC, dando così un contributo alla ricerca sul cancro e con l’acquisto di “Etichetta solidale” sarà possibile contribuire all’acquisto di un’autoambulanza per le zone delle Marche colpite dal terremoto. Ed ancora, spettacoli ed intrattenimento durante la serata che prevede una cena in terrazza con i prodotti bio dell’orto dell’azienda e la possibilità di soggiornare in un ambiente accogliente. Dal 4 al 12 agosto, Elio Savoca apre la sua tenuta, dalle 10 alle 18, per visite in cantina e in vigneto e, tra le novità, sarà possibile anche prenotarsi per partecipare live alla vendemmia 2018. ( Info e prenotazioni su www.gigliotto.com)

Marilina Paternò

In provincia di Siracusa, a Noto, il 4 maggio, in un contesto pieno di magia, musica, cibo, vino, la Cantina Marilina delle sorelle Marilina e Federica Paternò, organizza Pioggia di Stelle. L’evento, giunto alla quinta edizione, è la festa fatta alle porte della vendemmia, nata dalla voglia di stare insieme, per celebrare il periodo più suggestivo dell’anno, in cui si verifica il fenomeno delle stelle cadenti e non solo…
«Pioggia di Stelle, infatti, è anche il nome del Moscato passito DOC Noto- spiega Marilina Paternò- che la mia famiglia ha scelto proprio per la zona di produzione in cui si trova l’azienda: contrada San Lorenzo, il Santo che il 10 agosto del 253 d.C. venne martirizzato e il cui pianto, secondo la leggenda popolare, cade ogni anno, sotto forma di stelle cadenti, simbolo evocativo dei carboni ardenti dove pare fu sacrificato… e se per ogni “lacrima” che si vede cadere si esprime un desiderio questo si avvererà» Un vino ammaliante, dai toni avvolgenti e delicati. Una magia che puntualmente si rinnova, grazie a un vigneto ad alberello impiantato oltre 50 anni fa su un terreno calcareo.
Sabato 4 agosto a partire dalle 21, in un’atmosfera piena di luci, colori, musica, e spettacoli, alla presenza della luna e delle stelle, gli ospiti potranno degustare alcuni vini della cantina: Cuè, Ruversa e due chicche, conservate accuratamente in cantina e fuori produzione: Semì e Tannè, in abbinamento a un buffet realizzato con prodotti del territorio. La serata sarà animata da artisti di strada e da un Dj set (info e prenotazioni :info@cantinamarilina.com +39 09311799907)

A Marzameni, nella provincia aretusea, Feudo Ramaddini propone due appuntamenti sotto le stelle, l’11 ed il 18 agosto. Vino, musica, arte e spettacolo in due serate ricche di emozioni ed allegria. Il primo con la cena a cura dell'Odierna Finestra Ferreri dello chef Carmelo Buoncuore e la musica dal vivo con i Gira Vota e Furrìa. Il secondo con lo chef Andrea Iurato e cous cous di Mamma Africa e live music con Pablo Band (info e prenotazioni : www.feudoramaddini.com)

Baglio Sorìa

Last but not least, in provincia di Trapani la magia della notte di San Lorenzo torna a illuminare Baglio Sorìa. Anche quest’anno, infatti, la più importante tra le tenute di Firriato nell’agro trapanese sarà l’incantevole scenario di Calici di Stelle.
Come da tradizione ormai consolidata, l’appuntamento per tutti i winelovers è per le ore 20.30, quando si apriranno le porte del suggestivo Baglio Sorìa Wine Resort immerso nell’omonima tenuta. Il ricco programma della serata partirà con il percorso guidato nel vigneto, il modo perfetto per cominciare questa wine experience, che permetterà ai visitatori di scoprire in prima persona i principi della filosofia produttiva Firriato che si realizza nel meticoloso lavoro in vigna voluto dalla famiglia Di Gaetano e nella conoscenza delle peculiarità di ogni singola porzione di ogni tenuta dove operano i “custodi del terroir autentico”.

La famiglia Firriato

La serata proseguirà nella corte del seicentesco baglio in pietra bianca, tra l'antico palmento e la casa padronale, dove lungo tutto il perimetro interno, tra atmosfere antiche e comfort moderni, saranno disposte le postazioni di degustazione che avranno il delizioso obiettivo di far scoprire il variegato universo sensoriale di Firriato. Da Trapani all’isola di Favignana, passando per le vulcaniche terre dell’Etna “Calici di Stelle” offre l’opportunità di un viaggio nei terroir più autentici della Sicilia. Questo percorso potrà essere ulteriormente impreziosito con la degustazione di tre annate di Ribeca, Cavanera Rovo delle Coturnie Etna DOC e Harmonium. Inoltre, sempre su prenotazione, gli ospiti potranno assaporare la tradizione gastronomica siciliana rivisitata in chiave gourmet nello speciale menù concepito per la serata dal resident chef di Baglio Sorìa, Andrea Macca. Immersi nell’atmosfera suggestiva delle note suadenti, dal vivo, di musica classica, jazz si potrà “gustare” con gli occhi, la pittura estemporanea dell’artista Massimo Errera e lo spettacolo di danza del ventre per un viaggio tra arte e vino che culminerà col dj set sulla splendida terrazza del Soria Sky Lounge. Da qui, alzando lo sguardo verso il cielo, gli ospiti potranno ammirare le stelle cadenti e godere dei colori dei fuochi d’artificio, mentre nel lounge bar, gli amanti dei drink a regola d’arte non potranno mancare l’appuntamento coi cocktail della Firriato Mixology. (Info e prenotazioni al numero +39 366 6260186, oppure scrivere all’indirizzo mail calicidistelle@firriato.it.).

Ai romantici e non, l’augurio che i nostri desideri si possano avverare brindando al cadere delle stelle...


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 02 agosto 2018





Giusy Messina

Palermitana, classe '63, ama profondamente la sua Isola. Il suo motto è: con leggerezza si possono dire cose importanti. Si occupa di enogastronomia, storie, luoghi e territori, per raccontare una Sicilia nascosta e preziosa. Ha collaborato con il quotidiano L'Ora, La Repubblica, Cult. Ha scritto la prima guida de Il Movimento del Turismo del Vino in Italia, per la Sicilia. È giornalista pubblicista dal 1996.


TI POTREBBE INTERESSARE

Pantelleria DOC Festival, il paradiso pantesco in un calice

Per 10 giorni, dal 31 agosto al 9 settembre, la Perla nera del Mediterraneo manifesterà attraverso l'evento organizzato dal Consorzio dei vini Doc la sua identità: il paesaggio agricolo, il mare e la natura vulcanica fonte di attrazione di un turismo che privilegia la natura e la cultura dei luoghi anche attraverso i vini, il cibo e la storia di un territorio unico nel suo genere

Buon compleanno Etna Doc! A Milo la festa vulcanica dei wine lover

Si svolgerà fino al 9 settembre nel borgo etneo la 38esima edizione della festa del vino e della ricca cucina gourmet della Sicilia vulcanica, due ricche settimane per i cultori e gli addetti ai lavori del nettare divino. Un'occasione per festeggiare mezzo secolo della "Doc Etna", annuale incontro “trasversale” per guardare al futuro del comparto vinicolo sull’Etna

«Ho realizzato il sogno che mio padre non ha mai sognato»

Il produttore vitivinicolo di Passopisciaro ha trasformato le sue mani da pianista in quelle di un vignaiolo, proseguendo sulle orme del padre Girolamo a cui è dedicata la sua pluripremiata azienda. Al suo lavoro, e a quello di altri pochi pionieri, ambasciatori del rinascimento della "Borgogna" di Sicilia, si deve il successo dei vini dell'Etna

Lombardo di Monte Iato: «Etna, una risorsa per tutto il vino siciliano»

Il chief operating officer di Firriato è stato eletto nel cda del Consorzio di Tutela della DOC dei Vini dell’Etna. Assegnate le deleghe ai sette consiglieri. Lombardo di Monte Iato si occuperà di ricerca, rapporti con le Università e dell’Osservatorio sui vini dell’Etna

Il miglior vino bio 2018 è di Campobello di Licata

Con tre Gran Medaglie d’Oro l’Azienda Agricola G. Milazzo è l’azienda italiana più premiata al Concours Mondial de Bruxelles 2018, che si è tenuto a Pechino dal 10 al 13 maggio. Il loro "Maria Costanza Rosso riserva 2013" è il vino biologico rivelazione 2018

Roberta Sibani: «Il mio vino bio nato all'ombra del tempio di Segesta»

Dal marketing internazionale all'azienda di famiglia. E' la storia dell'imprenditrice palermitana che dopo aver lasciato l'Isola per lavoro ha deciso di tornare per prendere in mano le redini dell'azienda agricola creata dai suoi nonni agli inizia degli Anni 50. Quest'anno il Podere Messina ha prodotto le prime bottiglie, ed è pronto a trasformarsi in un resort