“Isola delle Femmine” è in vendita, ma restano i vincoli della Riserva Naturale Orientata

Ha fatto il giro del web la notizia della vendita di “Isola delle Femmine”, l’isolotto antistante l’omonimo comune, che appare in bella mostra su un sito di compra vendita immobililiare al costo di 3milioni e 500mila euro.
Al fine di sgomberare il campo da possibili malintesi, il Direttore della Riserva Naturale Orientata “Isola delle Femmine” Vincenzo Di Dio, ha diramato la seguente nota.

Isola delle Femmine

“La Riserva Naturale Orientata Isola delle Femmine è stata istituita dalla Regione siciliana nel 1997 e da allora la LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli) ne è Ente gestore. Tutta l’isola è classificata come zona A; inoltre, per l’Unione Europea essa è stata SIC (Sito di Importanza comunitaria) e da poco tempo è stata addirittura elevata a ZSC (Zona Speciale di Conservazione), oltre ad essere anche Geosito. L’Isola delle Femmine è effettivamente di proprietà privata. Non deve quindi stupire né che dal legislatore vengano istituiti dei vincoli su una proprietà privata ritenuta di altissimo valore ambientale o paesaggistico, né che i proprietari abbiano deciso di porla in vendita. Chiunque decidesse di acquistare l’Isola delle Femmine, che sarà il benvenuto, certamente preventivamente avrà valutato che i vincoli ambientali sono così chiari e stringenti che non è possibile ipotizzare alcuna forma di “sfruttamento commerciale” o “sviluppo economico” se non quello ambientalmente sostenibile, rispettoso della natura del luogo e consentito dalle vigenti normative. È questo tipo di sviluppo proprio quello che sta perseguendo la LIPU nella sua gestione del sito, ad esempio, con la realizzazione della ordinata fruizione di cui anche la scorsa estate numerosi organi di stampa hanno dato notizia. Pertanto rimaniamo in attesa di entrare in contatto con l’eventuale nuovo proprietario, che ci auguriamo possa essere un appassionato amante della Natura, con il quale instaurare una proficua collaborazione.”

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.