Paesaggi della lingua

Eventi Giovedì 6 agosto reading di un cenacolo di poeti siciliani a Buccheri

Biagio Guerrera

Lingua della memoria e degli affetti, lingua dell’insulto e dello sberleffo, lingua aforistica e surreale, lingua parlata, sussurrata, gridata, viva, “caura caura”. Da almeno un decennio la lingua siciliana d’arte vive, insieme alla poesia – che della lingua è il laboratorio – un periodo di grande fioritura.

Lo documenteranno giovedì 6 agosto a Buccheri (Sr), nella Scalinata di S. Antonio, dalle ore 21, un cenacolo di poeti siciliani coinvolti dall’associazione Leggerete per “Paesaggi della lingua”, proposta della sezione Poesia del Festival I ART.

Il reading di Catania vedrà sulla scena Sebastiano Aglieco, Angela Bonanno, Sebastiano Burgaretta, Biagio Guerrera, Francesco Margani e Renato Pennisi. Gli interventi musicali sono di Puccio Castrogiovanni, i cunti di Gaspare Balsamo. «Non poeti dialettali – spiega Biagio Guerrera (associazione Leggerete) – ma poeti che usano il siciliano come lingua pienamente inserita nel contesto culturale nazionale e internazionale. Incrociando cunti e musica, parlate e stili testimonieranno la stessa urgenza espressiva». Lo spettacolo è gratuito

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.