“Festival del Paesaggio”, a Siracusa due week end dedicati alla natura e al territorio

Eventi L'evento organizzato e promosso da Daniele Valvo nasce con l'obiettivo di stimolare i cittadini a una nuova consapevolezza su archeologia e natura del territorio, con particolare riferimento alla Mura Dionigiane alle quali è dedicato il primo appuntamento in programma sabato 3 luglio

Una conferenza sulle Mura Dionigiane, letture teatralizzate ma anche trekking, arrampicate, immersione nella natura con la tecnica della mindfulness e yoga al tramonto alla Tonnara Santa Panagia. Sono solo alcune delle iniziative a cui si potrà partecipare in occasione del Festival del Paesaggio 2021, l’evento organizzato e promosso da Daniele Valvo che si terrà a Siracusa nei primi due fine settimana di luglio.

«Il Festival ha come obiettivo quello di stimolare i cittadini – ha spiegatoDaniele  Valvo – una nuova consapevolezza su archeologia e natura del territorio, delle quali siamo circondati quotidianamente, con particolare riferimento alla Mura Dionigiane. Si tratta di un bene di indubbio interesse storico ed archeologico che può essere valorizzato sia dai cittadini che dalle scelte della politica. Nell’intraprendere questo percorso sono numerose le realtà del territorio, tra istituzioni ed associazioni, che hanno deciso di sostenere questo progetto rivolto, principalmente, alla città».

Daniele Valvo

«Si tratta di due weekend alla riscoperta di luoghi meravigliosi grazie al Festival del Paesaggio – ha sottolineato l’assessore comunale all’Ambiente, Carlo Gradenigo-. È l’occasione per toccare con mano e porre l’attenzione su un circuito oggi sconosciuto in grado di collegare il Teatro Greco con la Tonnara di Santa Panagia lungo il percorso delle mura Dionigiane. In un momento in cui i parchi e le riserve bruciano sotto le fiamme dei piromani, la proposta messa in campo è un modo per rimettere al centro il nostro patrimonio archeologico e quei siti definiti minori, che nulla hanno da invidiare per storia, bellezza e paesaggi ai classici percorsi turistici principali. Agli organizzatori dell’iniziativa vanno i miei complimenti con l’auspicio che azioni come questa possano spingere tutti a fare fronte comune nel trovare e sfruttare le risorse per mettere a sistema anche queste ricchezze».

La manifestazione inizierà con la conferenza “Il circuito delle Mura Dionigiane: peculiarità odierne e potenzialità future”, che si terrà sabato 3 luglio alle 10, nella sala Ferruzzo-Romano dell’Area Marina Protetta del Plemmirio di via Abela in Ortigia. Per l’occasione interverranno l’archeologo Stefano Agnello, la guida turistica Chiara Raudino, gli architetti Giorgia Liut, Ermes Povoledo, Tommaso Iaiza ed il facilitatore mindfulness e nature therapy, Daniele Valvo. A moderare l’incontro sarà la speaker radiofonica Lucia De Luca.

Siracusa, Mura Dionigiane

L’evento proseguirà domenica 4 luglio, dalle 17 con il trekking al tramonto lungo le antiche mura della pentapoli. L’incontro avverrà in largo Mauceri ed il percorso avrà inizio in viale Epipoli per poi concludersi al Teatro Greco dopo aver superato lungo il tragitto anche il canale Galermi. La passeggiata ricoprirà un tratto di 6 chilometri nella porzione sud della Mura. Il terreno si presenterà in parte sconnesso e seppur il livello di difficoltà è ritenuto semplice l’escursione si rivolge in particolar modo a partecipanti allenati. A metà percorso sarà possibile assistere ad una lettura sul porto Grande realizzata dall’attore Giancarlo Latina.

Sabato 10 luglio, dalle 9 alla Tonnara Santa Panagia, sarà la volta del Vertical Climbing Center che si occuperà di arrampicata su una delle poche falesie presenti in città e a pochi passi dalla Tonnara. Nel pomeriggio dalle 17 si potrà prendere parte alla pulizia della baia e del sentiero con l’aiuto della sezione territoriale di Legambiente per poi proseguire con una passeggiata su natura, archeologia e approfondimenti sulla Seconda Guerra Mondiale. Alle 19 la Croce Rossa spiegherà ai partecipanti come prevenire ed affrontare gli infortuni in bicicletta. A seguire saranno i referenti Mountain bike club Siracusa A.S.D. a mostrare le tecniche di manutenzione delle biciclette. L’appuntamento proseguirà, alle 20,45, con il bike-in, versione in bicicletta del drive-in, durante il quale sarà proiettato il film “Il pianeta verde”.

Domenica 11 luglio, alle 17 alla Tonnara Santa Panagia, Siracusa Tour proporrà Mindfulness ed immersione in natura. Dalle 18,30, invece, si potrà partecipare grazie al contributo di Yoga Ananda Sicilia ad una lezione di Yoga al tramonto per la quale basterà munirsi del proprio tappetino. A seguire il personale dell’Area Marina Protetta del Plemmirio illustrerà lo stato di salute del mare siracusano e le pratiche virtuose che ogni cittadino, nella propria quotidianità, può attuare nel rispetto e nella tutela dell’ambiente marino.
L’evento si concluderà alle 19 con un APERIpic-nic accompagnato dal sottofondo musicale dei musicisti Simone Liuto e Stefano Salemi del duo Dogstar.

Al Festival del Paesaggio parteciperanno attivamente la Croce Rossa, l’Area Marina Protetta del Plemmirio, la fondazione Giuseppe e Santi Luigi Agnello, A.S.D. Vertical Climbing Center Siracusa, l’associazione Legambiente sezione di Siracusa, Yoga Ananda Sicilia, l’associazione Guide Turistiche di Siracusa, Siracusa Tour, l’Arci, Mountain Bike Club Siracusa A.S.D e l’associazione culturale Lamba Doria. L’iniziativa ha, inoltre, il sostegno della consulta giovanile e della consulta civica di Siracusa ma anche dell’associazione culturale Opera, del coordinamento SOS Siracusa, delle associazioni Ortigia Sostenibile, Rifiuti Zero, del Comitato stop veleni, di A.S.D. Surf School Siracusa e di Slow Food Siracusa.

Per informazione su orari, luoghi e modalità di partecipazione è attivo il numero WhatsApp  348 138198.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.