Natale con i buccateddi di ciurietti di Buccia di limone

Ricette Fa parte delle ricette tradizionali modicane delle feste la Buccatedda di broccoli (broccolo viola o siciliano, detto in dialetto "ciurietti"), prelibatezza da forno insieme con le scacce e il pastizzu. Più semplice da preparare della variante col baccalà, la buccatedda di ciurietti è una delle meraviglie della tradizione culinaria contadina

La ricetta di cui vi parlo è la Buccatedda di broccoli (broccolo viola o siciliano, detto in dialetto ciurietti). Se un anno  fa vi avevo parlato della buccatedda di baccalà e patacche (topinambur) che si trova per le feste di Natale sulla tavole modicane, oggi vi parlo dell’altro tipo di buccatedda con cui si trova assieme e anche più spesso da solo, in quanto più semplice da preparare, cioè la buccatedda di ciurietti (broccolo viola o siciliano).
Il nome buccatedda, come ho già spiegato, deriva dal movimento dell’abbuccare, di portare un lembo di un pezzo di pasta a forma rotonda, a coprire l’altra metà a creare una mezzaluna. Se invece  si usa una base tonda, si farcisce e si chiude con un “coperchio” allora si chiama pastizzu.

Il ripieno che vi propongo è il più semplice, ma a questa base potreste aggiungere delle olive nere infornate o della salsiccia sbriciolata.

Oltre alla buccatedda, io per Natale preparo le scacce, altra meraviglia della tradizione contadina, della tradizione del forno, del rito settimanale della cottura del pane, tipica della mia zona. Qui trovate le versioni classiche con le relative varianti degli impasti.

Buccatedda di broccoli

Buccatedda di broccoli

Per la pasta

300g di farina di semola di grano duro
120g di acqua (indicativa, dipende dalla capacità di assorbimento della farina)
1g di lievito di birra fresco
2 cucchiai d’olio evo
mezzo cucchiaio di succo di limone
sale

Per il ripieno

600g di broccoli (va bene anche quello comune se non trovate il siciliano dal colore viola)
uno spicchio d’aglio
una manciata di pomodorini secchi
olio extra vergine di oliva
6 foglie di basilico

Mettete la farina in una ciotola, create un buco, sbriciolate il lievito e scioglietelo con un po’ d’acqua. A questo punto cominciate ad aggiungere l’acqua piano piano, impastando con le mani, a metà della quantità d’acqua, unite una bella presa di sale, continuate a impastare e unite, infine, il limone.

Continuate a lavorare ancora fino a quando non è tutto bene uniforme. Fate una conca nell’impasto e unite il primo cucchiaio d’olio, fate intridere bene lavorando, poi aggiungete l’altro cucchiaio, lavorate ancora per qualche minuto fino ad avere un impasto liscio e moderatamente sodo. Formate una palla e mettete a riposare sotto una ciotola rovesciata e coprite con una coperta se la temperatura di casa è intorno ai 18-19 gradi.

Portate a ebollizione una pentola d’acqua capace abbastanza per cuocere i broccoli.
Pulite i broccoli avendo cura di dividere le cimette dai gambi più coriacei. Quelli troppo duri li scartate, quelli grossi, per intenderci, mentre quelli sottili li staccate dalle cimette e li dividete a metà e, dopo che avrete lavato per bene la verdura, li butterete per primi nell’acqua bollente salata e dopo 5 minuti dalla ripresa del bollore aggiungerete le cimette.

Cuocete per ottenere una cottura al dente.

Prendete una grande padella, fate scaldare l’olio con lo spicchio d’aglio e i pomodori secchi fatti a pezzettini. Unite i broccoli, fate saltare per qualche minuto e unite il basilico. Trasferite in una ciotola e lasciate raffreddare.

Accendete il forno a 200°C.
Riprendete l’impasto (saranno trascorsi almeno 1ora e mezza), sgonfiatelo un po’ e ricavatene dei pezzi (circa 4). Prendetene uno, avendo l’accortezza di coprire i rimanenti, e cominciate a stirarli a uno spessore di 1,8/2mm. Ricavatene dei dischi di circa 12 cm, spennellateli d’olio e mettete un po’ di ripieno che dovrà essere completamente raffreddato. Piegate a metà l’impasto come un calzone e cominciate a chiudere, qui troverete il video del famoso rieficu, la chiusura come viene chiamata in dialetto!

Chiuse tutte le abbuccatedde, sistematele su una placca da forno, bucherellatele con una forchetta, spennellatele d’olio e infornate.
Dopo 20 minuti saranno pronte.

Se questa ricetta ti è piaciuta, segui le altre proposte di Elisa Rizza anche sul blog culinario Buccia di Limone.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.