mariaFausta

Musica Giovedì 12 luglio a Messina presenta il suo "Million Faces" feat Melo Mafali

Dopo le soddisfazioni raccolte con il concerto per Palermo capitale della cultura 2018 e la suggestiva esibizione del 20 giugno al Consolato italiano di Istanbul in occasione della Festa Nazionale, mariaFausta Giovedì 12 luglio torna in concerto nella sua regione, in contemporanea con l’uscita del nuovo video “BABY SHINE”. Il pubblico avrà diverse occasioni per ascoltarla live durante l’estate, questi i primi appuntamenti: il 12 luglio a Messina al Retronouveau a Glirrerammare e il 27 luglio all’International Festival Arriri a Pantalica.

mariaFausta

L’artista propone live il suo primo album solista “Million Faces”, presentato in anteprima a Parigi qualche mese fa dividendo il palco con rinomati musicisti, tra cui il famoso violinista francese Didier Lockwood. Il disco, disponibile in formato Cd, in digital download e su tutte le piattaforme di streaming, è stato anticipato dal brano “Look Over, seguito ora dal nuovo video “BABY SHINE”, secondo singolo estratto dall’album. Il video, diretto da Sean Sears e Luke Robinson, è girato tra Bologna e Messina.

 

Con la sua intensa attività di violinista, pianista, direttrice d’orchestra e cantante, la songwriter e polistrumentista ha calcato con disinvoltura palchi differenti e tuttora si diverte ad alternare concerti, djset, live solo unplugged e altre iniziative. mariaFausta si è esibita in diverse occasioni per promuovere il disco anche dal vivo, sua dimensione ideale; oltre ai suoi concerti, di recente è stata in tour con Le Orme & David Cross – King Crimson, ha suonato a Milano in occasione del Record Store Day, come special guest del batterista degli Evanescence Will Hunt e ha presentato il suo progetto sul palco del Fim Musica, intervistata da Jocelyn e il giornalista Piero Chianura.

L’album della cantante e compositrice siciliana, è scritto, prodotto e arrangiato interamente da lei, artista eclettica che sta riscuotendo notevoli consensi all’estero, soprattutto in Francia, dove da tempo si esibisce e collabora con grandi musicisti. Un disco atteso e coltivato, che rappresenta il debutto dell’artista come solista e riflette la volontà di essere accessibile a tutti, pur non rinunciando alla propria natura e alle diverse qualità degli stili che ama. L’amore per l’orchestra, dalle sonorità più classiche a quelle più moderne, l’amore per il rock, l’elettronica, il progressive, il blues, il jazz e la musica pop. Al disco hanno collaborato anche musicisti di fama internazionale – tra gli altri il violinista classico italiano Franco Mezzena, l’armonicista jazz francese Olivier Ker Ourio e il bassista di flamenco francese Didier Del Aguila.

mariaFausta comincia lo studio della musica a 14 anni. Si diploma in violino al Conservatorio Corelli di Messina, in jazz al CMDL in Francia e in direzione d ́orchestra all’European Conducting Academy di Vicenza. Coltiva fin da bambina la passione per il canto, lontana da ogni tipo di “standardizzazione” della tecnica vocale, esplora la propria dimensione espressiva in tutte le sue forme. Collabora con formazioni di tutti i generi dal barocco alla musica pop, l´elettronica, il rock classico e progressive, il blues e il jazz. E´ leader dello Spell trio per 12 anni. A 17 anni, esce l’album “The spell trio. An album of progressive and jazz” nel quale, oltre agli arrangiamenti in comune e l’interpretazione di “The captain of her heart” di Kurt Maloo dei Double (con cui mariaFausta collabora come violinista nel disco “Summer Better Times”), sono inseriti due suoi brani originali: “The Battle of black and white”, interamente composto, suonato, cantato, arrangiato e registrato da lei sotto forma di assolo e la ballad “Land of Heaven”. Negli ultimi tre anni scrive colonne sonore per le librerie televisive di R.T.I. Mediaset e si dedica al suo progetto personale “Million Faces”. Attiva in live e concerti in diversi Paesi tra i quali Italia, Francia, Cina, Spagna e Svizzera. Recente la sua partecipazione a diversi concerti in Svizzera con l´orchestra fiati di Wangen. In Francia, dove ha vissuto per diversi anni, suona anche al prestigioso Festival di Samois su Seine. Non ha mai abbandonato l´ amore per la musica classica che continua a scoprire sia come didatta che come professore d´orchestra. Da poco rientrata da una tournée orchestrale in Cina nelle città di Tianjin e Harbin, ha iniziato una nuova esperienza come compositore di musiche per la scena teatrale

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.