Lo chef Enzo Oliveri giudice alle “Olimpiadi dei Giovani Chef 2018”

Tutto fa panza Lo chef palermitano che vive e lavora a Londra da vent'anni è volato in India per la gara che coinvolge più di 50 Paesi e le migliori scuole di cucina del mondo

Lo chef italiano a Londra Enzo Oliveri, considerato un grande esperto di cucina sia nel Regno Unito che in Italia, è stato nominato giudice alle “Olimpiadi dei Giovani Chef” (“Young Chef Olympiad 2018”) in India.
Enzo Oliveri è uno chef palermitano che vive e lavora a Londra da vent’anni. Si occupa soprattutto di formazione. E’ lo chef ufficiale della Nazionale italiana di Ciclismo e il mese scorso era presente a Bergen, in Norvegia, per il Mondiale su strada. Oliveri è “patron chef” al Bromley College of Hospitality e insegna saltuariamente alla West London University. E’ noto per i suoi programmi di cucina in TV: ha lavorato nel Regno Unito con Michael Roux e in Sicilia con Aldo Zilli, Gordon Ramsay e Paul Hollywood.

Enzo Oliveri e Luigi Amaduzzi durante la scorsa edizione delle Olimpiadi

L’iniziativa, partita il 28 gennaio, si svolge fino al prossimo 2 febbraio nelle città indiane di Nuova Delhi, Bangalore, Pune e Calcutta. La gara, che coinvolge più di 50 Paesi e le migliori scuole di cucina del mondo, è organizzata dall’Istituto Internazionale di Gestione Alberghiera (International Institute of Hotel Management) in partnership con l’International Hospitality Council.
La delegazione per il Regno Unito della FIC (Federazione Italiana Cuochi), della quale Enzo Oliveri è il presidente, ha selezionato l’Istituto Alberghiero “I.S.I.S. Bonaldo Stringher” di Udine per competere alle Olimpiadi: lo studente Luca Rinaldi, 17 anni, partecipa insieme al proprio insegnante e mentore Gianni Nocent. L’anno scorso Enzo Oliveri ha preso parte alla gara in qualità di mentore del giovane chef Luigi Amaduzzi.
«Le nuove generazioni – dice Enzo Oliveri – devono approfondire la conoscenza del cibo di qualità. Il tema della nutrizione è di fondamentale importanza per vincere le sfide a livello internazionale: il nostro intento è dimostrare che adottare la Dieta Mediterranea è il modo migliore per garantire piena salute. Le Olimpiadi sono una preziosa opportunità per i giovani chef di imparare, sviluppare contatti nel settore e condividere le proprie conoscenze e le proprie capacità, specie in una prospettiva globale. Non vedo l’ora di ripetere l’esperienza».

Tra gli altri giudici delle Olimpiadi, anche il famoso chef Sanjeev Kapoor e il professore britannico David Foskett, esperto di formazione e scrittore.
La partecipazione dello chef Oliveri è supportata dal proprio ristorante londinese “TastingSicily Enzo’s Kitchen”, dalla compagnia di bandiera Alitalia e dalla Federazione Italiana Cuochi che ha seguito la scuola alberghiera selezionata durante le fasi di preparazione alle Olimpiadi. Oliveri, che promuove un progetto dedicato alla “Medicina Culinaria” sul mangiar sano, è anche lo chef ufficiale della Nazionale di Ciclismo che, recentemente, ha vinto 7 medaglie ai Mondiali di Bergen.

Tasting Sicily Enzo’s Kitchen è un ristorante specializzato in autentica Cucina Siciliana a cura dello chef è Enzo Oliveri, presidente della delegazione UK della Federazione Italiana Chef. Fa parte dell’azienda Tasting Sicily che offre specialità culinarie tipiche preparate e confezionate a mano, per privati ed aziende. Tra i servizi del ristorante ci sono l’aperitivo, menu a pranzo ed a buffet, disponibili anche per incontri di lavoro e in locations private. La mission del ristorante è quella di diffondere e condividere la cultura siciliana del cibo, attraverso lezioni di cucina e show-cookings, catering esterni e itinerari gastronomici in Sicilia. La cucina tradizionale si inspira alle ricette descritte da Andrea Camilleri nei suoi romanzi e negli adattamenti per la TV: arancini, pasta con le sarde e cannoli. Tasting Sicily Enzo’s Kitchen supporta Slow Food: nel 2015 ha introdotto nel Regno Unito i prodotti Slow Food Sicilia, nel corso di una conferenza all’Istituto Italiano di Cultura durante la quale SlowFood Anglia ha firmato un protocollo d’intesa.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.