L’Elfo “Come Gesù”, dark rapper tra le strade di San Berillo

Musica Il rapper catanese ha pubblicato su YouTube il secondo singolo della nuovo progetto discografico legato alla produzione Polydor/Universal. Il brano, "Come Gesù", è stato prodotto artisticamente da Funkyman. Nel video l’Elfo (nome d'arte di Luca Trischitta) va in giro con una croce in spalla per raccontare come la sua ascesa a nome che conta nella scena rap nazionale non sia stata certo una strada in discesa

“La mia razza, fra, non ha colore perchè sono figlio di un pianeta estinto / Si è distrutto con le proprie mani per colpa dei money, c’è stato un conflitto”.  Un suono ed un’atmosfera dark accolgono nel video il rapper catanese L’Elfo che ha pubblicato su YouTube il secondo singolo della nuovo progetto discografico legato alla produzione Polydor/Universal che affianca la Shut Up Music, che si occupa del management dell’artista. Il brano, Come Gesù, è stato prodotto artisticamente da Funkyman. Il video è stato girato da Fabrizio Conte prevalentemente a San Berillo, il quartiere della prostituzione di Catania. L’Elfo (nome d’arte di Luca Trischitta) va in giro per i vicoli del quartiere con una croce in spalla per raccontare come la sua ascesa a nome che conta nella scena rap nazionale non è stata certo in discesa, anzi. Scrive, infatti, L’Elfo su Instagram: “Questa canzone rappresenta la mia gavetta. Difficile, in salita, tutta d’un fiato. È l’intro del nuovo disco di cui ancora non posso svelare il titolo, anche se questa traccia è già un grosso indizio. Funkyman ha ricreato alla perfezione l’atmosfera dark che volevo dare al brano, creando una produzione unica. Questa traccia non è per tutti. Ancora una volta ho voluto osare, una traccia senza ritornello come singolo, perché a me dei numeri non è mai fregato niente. Era quello che volevo comunicare adesso”.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.