Le isole siciliane protagoniste dei primi giorni di Expo

Turismo Al Cluster bio Mediterraneo ieri è stata la volta di Pantelleria, oggi la giornata è stata dedicata alle isole Egadi. Domani sarà presentata alla stampa la "piazzetta Sicilia", l'area di 102 mq dedicata alla nostra Isola

In attesa che domani (5 maggio) venga presentata alla stampa “piazzetta Sicilia” – l’area di 102 mq disposta tra la piazzetta Piacenza e Bolzano – le isole minori siciliane sono le vere protagoniste della prima settimana del Cluster bio-Mediterraneo di Expo 2015. Ieri è stata la volta dell’isola di Pantelleria, al centro del dibattito sui temi della biodiversità, del paesaggio e della sostenibilitá: dalla vite ad alberello, diventato Patrimonio Unesco nel novembre 2014, ai giardini arabi pieni di arance, sapientemente riproposti.

La vite ad alberello di Pantelleria

La vite ad alberello di Pantelleria

La giornata è iniziata con la presentazione della perla nera del Mediterraneo da parte dello chef siciliano Peppe Giuffré e della produttrice Giulia Pazienza dell’azienda “Costa Ghirlanda” che hanno raccontato l’autenticità dell’isola con i suoi muretti a secco, il suo vento, il silenzio e i cieli stellati. La giornata è proseguita con lo show cooking affidato agli chef panteschi Michele Liuzza e Gian Claudio di Malta che hanno preparato due piatti tipici della tradizione dell’Isola realizzati esclusivamente con prodotti locali: le busiate col “pesto pantesco e capperi” (preparato con aglio rosso di Nubia, olio extravergine di oliva, basilico a foglia larga, prezzemolo, mandorle e pomodoro siccagno) e i noti “baci di Pantelleria”, una doppia pastella dalla tipica forma a stella farcita di ricotta.

Baci panteschi

Baci panteschi

Agli eventi della mattina sono intervenuti, tra gli altri, Rosario Cappadona per la cooperativa dei capperi di Pantelleria, Benedetto Renda della storica cantina Carlo Pellegrino e Ketty D’Ancona, l’azienda produttrice di passito di Pantelleria più antica dell’Isola. La giornata è proseguita con il Forum Mediterraneo, un momento di incontro e di confronto su tematiche culturali, ambientali e agroalimentari rilevanti per la Sicilia e il Mediterraneo, al quale è intervenuta anche José Rallo di Donnafugata, la prima madrina del Cluster.

Il programma di oggi è stato interamente dedicato alle isole Egadi e al loro glorioso passato legato alla cultura del tonno e della tonnara. Tra gli appuntamenti di rilievo: lo show cooking affidato agli chef Roberto Canino e Michele Ritunno che si sono cimentato nella preparazione del tonno nelle sue più svariate versioni, e nel pomeriggio lo speak easy dedicato all’azienda Firriato che, dopo cento anni di assenza, ha reintrodotto la vite nell’Isola di Favignana.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.