L’Anagrafe delle biblioteche italiane sbarca sul Tom Tom

Circa 11 mila biblioteche del database Anagrafe delle Biblioteche Italiane (Abi), gestito dall’Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e delle Informazioni Bibliografiche (Iccu) del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, sono visibili nelle mappe TomTom Places e TomTom Routes, disponibili anche in versione mobile per gli utenti di Android e Apple.

L’Anagrafe delle biblioteche italiane nasce dal progetto di censimento avviato nei primi anni Novanta, al quale hanno contribuito, sotto il coordinamento tecnico-scientifico dell’Iccu, Regioni, università, enti ecclesiastici e molte istituzioni culturali, con l’obiettivo di creare uno strumento d’informazione generale, unitario e aggiornato sulla realtà bibliotecaria. La base dati dell’Abi è integrata nel Servizio Bibliotecario Nazionale e fornisce al pubblico in rete informazioni costantemente aggiornate sui dati anagrafici, sul patrimonio e sui servizi del complesso delle biblioteche italiane. Per favorire il riuso dei dati, dal luglio del 2014 sono disponibili gli Open Data con licenza Creative Commons CC0 Universal Public Domain Dedication, in formato CSV o XML: l’integrazione dei dati delle biblioteche nelle mappe TomTom rappresenta il primo importante riuso degli Open Data dell’Abi.

Tom Tom Places è un servizio di ricerca locale mediante il quale si possono individuare destinazioni di interesse: negozi, aziende e molto altro, come le biblioteche appunto. TomTom Route Planner calcola i percorsi stradali sulla base di mappe aggiornate e informazioni sul traffico in tempo reale. TomTom, leader mondiale nei prodotti di navigazione satellitare e mappe, ha appena lanciato in Italia

TomTom GO Mobile App, la nuova applicazione per gli utenti degli smartphone Android che include gratuitamente il servizio TomTom Traffic. L’app combina la più recente tecnologia di navigazione per auto, presentando la stessa interfaccia del dispositivo TomTom GO, con le informazioni sul traffico. Contemporaneamente è stato rilasciato anche un nuovo aggiornamento dell’app di navigazione per iPhone e iPad, una versione progettata per sfruttare al meglio lo schermo più grande degli ultimi modelli degli smartphone Apple.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.