giovedì 23 novembre 2017

giovedì 23 novembre 2017

MENU

La libertà di Colapesce è "Infedele"

Musica

Esce oggi il nuovo album del cantautore siracusano, un disco fuori dai vincoli di genere, che sarà presentato live a partire da genniao. A Catania toccherà prima al negozio di dischi Rock 86 (21 novembre) e poi al Teatro Odeon (24 gennaio) per la stagione dell'Ame


di Redazione SicilyMag

Esce oggi per 42 Records/Believe "Infedele", il nuovo album di Colapesce, prodotto dallo stesso (al secolo Lorenzo Urciullo) insieme a Jacopo Incani - meglio noto come Iosonouncane - e Mario Conte (che con Lorenzo aveva già collaborato per "Egomostro"). Anticipato da due brani - "Ti attraverso", pubblicata lo scorso sei settembre in occasione del 34esimo compleanno di Colapesce e "Totale", uscita il 22 settembre e accompagnata da un video epico per la regia di Ground's Oranges , "Infedele" è un atto di indipendenza intellettuale - e non solo discografica - e appartenenza rivendicata proprio attraverso la non appartenenza a nessuna chiesa. Un disco di musica libera, fuori dai vincoli di genere e dalle regole, un vero e proprio viaggio nella forma canzone attraverso stimoli e suggestioni anche opposti tra di loro.

Colapesce - ph Elena Fortunati

Dopo avere organizzato due ascolti collettivi del disco - uno a Roma, nella Sala B di Radio 2 Rai in Via Asiago e l'altro a Milano nell'Auditorium Demetrio Stratos di Radio Popolare - che hanno permesso a un pubblico selezionato di scoprire e assaporare in anteprima le mille sfaccettature di "Infedele", fermando il tempo e lo spazio, annullando le distanze e dando vita a due eventi dal sapore quasi antistorico (fermarsi tutti insieme ad ascoltare un disco, nell'era di Spotify, sembra quasi un ossimoro), Lorenzo Urciullo si prepara ad attraversare l'Italia portando la sua musica in quelle piccole sacche di resistenza che sono i negozi di dischi indipendenti. Quelli dove il ruolo del negoziante ha ancora un peso "culturale" e che si differenziano dalle grandi catene proprio per la loro forte umanità e personalizzazione. Luoghi pieni di vita, a dispetto di quello che si è solito pensare, e che hanno bisogno di essere salvaguardati e protetti. Una città senza un negozio di dischi è una città a cui manca qualcosa. Il tour dei firma copie partirà da Roma, da Radiation Records, nel quartiere Monti e finirà a Catania, il 21 novembre da Rock 86. Un negozio che per Lorenzo è quasi una seconda casa.
«Ho comprato almeno un disco in quasi ognuno dei negozi dove porteremo Infedele - ha detto Colapesce - e in quelli in cui non è ancora successo è solo perché non ci sono ancora stato». La sua passione per la musica, d'altronde, traspare anche dalle tracce di Infedele, un disco policromo, caldo, ricco di sorprese e deviazioni improvvise. Colapesce approfitterà dell'occasione per incontrare i suoi fan e portare il disco anche in quei territori dove di solito i tour non passano.

Delle piccole anteprime prima degli spettacoli veri e proprio che da gennaio lo porteranno nei club e nei teatri di tutta Italia. "Infedele" è un album vitale, pulsante e maturo. Un disco che vuole essere accessibile e complesso al tempo stesso, pop e sperimentale, moderno e antico, mediterraneo e cittadino, romantico e provocatore. Un frullatore in cui la canzone d'autore italiana si mischia con il fado portoghese, l'elettronica da club, il tropicalismo brasiliano, il free jazz, le colonne sonore di Umiliani e le ballate. "Infedele" è ricco di sorprese e "prime volte": Colapesce non aveva mai scritto al pianoforte o al computer, e non lo aveva mai fatto insieme ad altri (Dimartino e Luca Serpenti che firmano con lui proprio Totale) non aveva mai suonato il basso e le percussioni in un suo disco, non aveva mai lavorato sui cori. Tutti elementi nuovi che lo rendono molto personale, anche se si tratta quasi di un lavoro collettivo: oltre Iosonouncane e Mario Conte che hanno anche suonato nei brani, ci sono Fabio Rondaniniche si è occupato delle batterie, Gaetano Santoro al sax, un coro composto da altri musicisti della scena indipendente italiana (Any Other, Halfalib, Verano e Christeaux), mentre Giacomo Fiorenzae Andrea Suriani (due dei migliori produttori italiani) hanno rispettivamente mixato e masterizzato tutto nel loro Alpha Dept. Studio.
"Infedele" verrà presentato da gennaio 2018 con una serie di date che vedrà Colapesce accompagnato da una band rinnovata e che calcherà alcuni dei più prestigiosi palchi italiani. Si parte l'11 gennaio da Milano, a catania è atteso al Teatro Odeon, per la stagione dell’Associazione Musicale Etnea, il 24 gennaio.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 27 ottobre 2017





TI POTREBBE INTERESSARE

Catania centro internazionale della classica con la S.C.A.M.

Torna sotto la presidenza di Tony Maugeri la Società Catanese Amici della Musica che il 10 novembre inaugura la nuova stagione con la pianista americana Haley Morgan Myles. Il direttore artistico, il pianista Daniele Petralia: «Fare rete e sistema sono oggi gli unici metodi per arrivare a un ampio pubblico»

"Of Shadows" le ombre di Fabrizio Cammarata girano l'Europa

Il 17 novembre esce il nuovo disco del cantautore palermitano, attualmente in tour in Germania, Francia, Inghilterra, Belgio. Poesie della notte accompagnate da un sound intenso, capace di penetrare sotto pelle

Beatrice Campisi, siciliana al Nord: «Nella mia musica le radici isolane»

"Il gusto dell'ingiusto", disco d'esordio della cantautrice avolese in uscita a dicembre, è nato a Pavia, dove da 5 anni vive, ma porta a compimento un lavoro iniziato otto anni fa in Sicilia che non vide mai la luce per cause non dipendenti dalla sua volontà. Il 3 novembre esce il primo singolo "Avò": «Ciò che sperimentiamo e ricordiamo è quello che siamo»

Ecco D'acqua e di rosi, il canzoniere d'amore di Mario Incudine

E' uscito per Finisterre il primo dei quattro dischi che il cantautore ennese ha in programma entro un anno. Una romantica suite, una lunga lettera d’amore, una appassionata serenata tutta in lingua siciliana in 13 brani. In programma due nuove presentazioni, il 30 settembre a Siracusa e l'1 ottobre nella sua Enna

Palermo si avvolge in un mantello di musica con Piano City

Dal 29 settembre all'1 ottobre, dal centro storico alle più lontane periferie, sarà la musica di oltre 50 concerti a raccontare le trasformazioni del capoluogo siciliano

Un cartellone "trasversale" per Classica & Dintorni

Sarà Francesco Cusa & The Assassins, a Catania venerdì 29 settembre, a dare il via alla XIV stagione del Festival internazionale di musica da camera, jazz e tradizioni diretto da Ketty Teriaca