giovedì 19 luglio 2018

giovedì 19 luglio 2018

MENU

La libertà di Colapesce è "Infedele"

Musica

Esce oggi il nuovo album del cantautore siracusano, un disco fuori dai vincoli di genere, che sarà presentato live a partire da genniao. A Catania toccherà prima al negozio di dischi Rock 86 (21 novembre) e poi al Teatro Odeon (24 gennaio) per la stagione dell'Ame


di Redazione SicilyMag

Esce oggi per 42 Records/Believe "Infedele", il nuovo album di Colapesce, prodotto dallo stesso (al secolo Lorenzo Urciullo) insieme a Jacopo Incani - meglio noto come Iosonouncane - e Mario Conte (che con Lorenzo aveva già collaborato per "Egomostro"). Anticipato da due brani - "Ti attraverso", pubblicata lo scorso sei settembre in occasione del 34esimo compleanno di Colapesce e "Totale", uscita il 22 settembre e accompagnata da un video epico per la regia di Ground's Oranges , "Infedele" è un atto di indipendenza intellettuale - e non solo discografica - e appartenenza rivendicata proprio attraverso la non appartenenza a nessuna chiesa. Un disco di musica libera, fuori dai vincoli di genere e dalle regole, un vero e proprio viaggio nella forma canzone attraverso stimoli e suggestioni anche opposti tra di loro.

Colapesce - ph Elena Fortunati

Dopo avere organizzato due ascolti collettivi del disco - uno a Roma, nella Sala B di Radio 2 Rai in Via Asiago e l'altro a Milano nell'Auditorium Demetrio Stratos di Radio Popolare - che hanno permesso a un pubblico selezionato di scoprire e assaporare in anteprima le mille sfaccettature di "Infedele", fermando il tempo e lo spazio, annullando le distanze e dando vita a due eventi dal sapore quasi antistorico (fermarsi tutti insieme ad ascoltare un disco, nell'era di Spotify, sembra quasi un ossimoro), Lorenzo Urciullo si prepara ad attraversare l'Italia portando la sua musica in quelle piccole sacche di resistenza che sono i negozi di dischi indipendenti. Quelli dove il ruolo del negoziante ha ancora un peso "culturale" e che si differenziano dalle grandi catene proprio per la loro forte umanità e personalizzazione. Luoghi pieni di vita, a dispetto di quello che si è solito pensare, e che hanno bisogno di essere salvaguardati e protetti. Una città senza un negozio di dischi è una città a cui manca qualcosa. Il tour dei firma copie partirà da Roma, da Radiation Records, nel quartiere Monti e finirà a Catania, il 21 novembre da Rock 86. Un negozio che per Lorenzo è quasi una seconda casa.
«Ho comprato almeno un disco in quasi ognuno dei negozi dove porteremo Infedele - ha detto Colapesce - e in quelli in cui non è ancora successo è solo perché non ci sono ancora stato». La sua passione per la musica, d'altronde, traspare anche dalle tracce di Infedele, un disco policromo, caldo, ricco di sorprese e deviazioni improvvise. Colapesce approfitterà dell'occasione per incontrare i suoi fan e portare il disco anche in quei territori dove di solito i tour non passano.

Delle piccole anteprime prima degli spettacoli veri e proprio che da gennaio lo porteranno nei club e nei teatri di tutta Italia. "Infedele" è un album vitale, pulsante e maturo. Un disco che vuole essere accessibile e complesso al tempo stesso, pop e sperimentale, moderno e antico, mediterraneo e cittadino, romantico e provocatore. Un frullatore in cui la canzone d'autore italiana si mischia con il fado portoghese, l'elettronica da club, il tropicalismo brasiliano, il free jazz, le colonne sonore di Umiliani e le ballate. "Infedele" è ricco di sorprese e "prime volte": Colapesce non aveva mai scritto al pianoforte o al computer, e non lo aveva mai fatto insieme ad altri (Dimartino e Luca Serpenti che firmano con lui proprio Totale) non aveva mai suonato il basso e le percussioni in un suo disco, non aveva mai lavorato sui cori. Tutti elementi nuovi che lo rendono molto personale, anche se si tratta quasi di un lavoro collettivo: oltre Iosonouncane e Mario Conte che hanno anche suonato nei brani, ci sono Fabio Rondaniniche si è occupato delle batterie, Gaetano Santoro al sax, un coro composto da altri musicisti della scena indipendente italiana (Any Other, Halfalib, Verano e Christeaux), mentre Giacomo Fiorenzae Andrea Suriani (due dei migliori produttori italiani) hanno rispettivamente mixato e masterizzato tutto nel loro Alpha Dept. Studio.
"Infedele" verrà presentato da gennaio 2018 con una serie di date che vedrà Colapesce accompagnato da una band rinnovata e che calcherà alcuni dei più prestigiosi palchi italiani. Si parte l'11 gennaio da Milano, a catania è atteso al Teatro Odeon, per la stagione dell’Associazione Musicale Etnea, il 24 gennaio.


© Riproduzione riservata
Pubblicato il 27 ottobre 2017





TI POTREBBE INTERESSARE

12 musicisti siciliani volano a Budapest con il Taranta Fest

Per la XIII edizione del festival di promozione e valorizzazione del folk siciliano e del Sud Italia organizzato dall’associazione Il Tamburo di Aci il 12 e il 13 luglio le formazioni legate a Mimì Sterrantino, Francesca Incudine, Roberta Gulisano e Valentina Balistreri suoneranno all’Anker’t della capitale magiara per poi ritrovarsi il 31 luglio a Zafferana Etnea

Ortigia Classica, le armonie eterne dei più grandi compositori risuonano a Siracusa

La Camerata Polifonica Siciliana organizza nel cuore del centro storico della città aretusea una rassegna imperniata sul recupero del repertorio classico: per i sei appuntamenti previsti nel calendario che si snoderà dal 13 al 29 luglio sono stati chiamati a suonare alcuni tra i più grandi musicisti internazionali come il pianista Bruno Canino e il violinista Sergey Girshenko

Musicainsieme a Librino, anche la periferia può essere un modello culturale

Da otto anni il progetto musicale coordinato, col sostegno del Rotary, dalla pediatra Loredana Caltabiano, dalla violinista Valentina Caiolo e dalla pianista Alessandra Toscano offre ai ragazzi del quartiere satellite di Catania un'opportunità: «Lo studio della musica che non è un vezzo perché educa, salva, insegna valori di condivisione, partecipazione e sacrificio»

All'insegna dell'italianità il Vittoria Jazz Festival di Cafiso

Dal 2 al 17 giugno l'undicesima edizione del festival creato dal sassofonista vittoriese, ambasciatore del jazz italiano nel mondo, un'edizione che privlegia i musicisti del panorama nazionale

La bella "penzata" di Carmen Consoli, dare una casa ai disabili di Namastè

La Cantantessa ha presentato al Municipio di Catania il progetto "Carmen Consoli & friends che la vedrà l'1 giugno padrona di casa in piazza Duomo in compagnia di Bandabardò, Samuele Bersani, Elisa, Max Gazzè, Marina Rei, Daniele Silvestri e Mario Venuti. Obiettivo raccogliere fondi per acquistare la sede del progetto sociale di Caltagirone

1968-2018: 50 anni di ribellione e nuovi linguaggi

Da quel 1968 sono passati cinquant’anni e Curva Minore si chiede quale sia stata l’eredità abbandonata sul campo da chi ha partecipato a quei mesi febbrili. Su questi ricordi si innesta "Musica Ribelle", la XXI stagione, in programma a Palermo dall’11 al 27 maggio