Il jazz fa tappa al Cortile Platamone di Catania

Musica Sono sei gli appuntamenti, dal 14 giugno all'1 agosto, del Sicilia jazz Festival che propone alcuni dei più bei nomi del jazz nazionale per il festival I Art

Si inaugura domenica 14 giugno, a Catania, con i “Nuovi racconti mediterranei” e il pianismo di un virtuoso della tastiera come Enrico Pieranunzi – capace di passare dalla grammatica sincopata del jazz al contrappunto di Bach “senza colpo ferire” – “Sicilia Jazz Festival”, rassegna del Festival I Art prodotta dalle associazioni Anaglyphos e Il Faro. Sei concerti, tutti al Cortile Platamone, sempre alle ore 21 e con ingresso gratuito fino a esaurimento dei 700 posti racchiusi dal colonnato dell’edificio storico.

Enrico Rava

Enrico Rava

Una scenografia sotto le stelle per sei spettacoli con i più bei nomi del jazz italiano e siciliano: dopo Pieranunzi saranno Enrico Rava (21 giugno), Danilo Rea (5 luglio), Francesco Cafiso (19 luglio), Giovanni Mazzarino/Fabrizio Bosso (26 luglio), Paolo Fresu/Paolo Silvestri (1 agosto). Nel solco del progetto I ART, che punta a rivitalizzare le identità e la cultura siciliane attraverso le arti contemporanee, Sicilia Jazz Festival (SJF) guarda all’isola puntando a esplorare e valorizzare, attraverso la contaminazioni fra generi e discipline artistiche, la musicalità mediterranea e quella siciliana in particolare.

Francesco Cafiso

Francesco Cafiso

Spiega il regista Giovanni Anfuso, direttore artistico degli eventi catanesi del festival I Art: «Il cartellone di Sicilia Jazz Festival ha contenuti fortemente innovativi: i grandi del jazz italiano e siciliano ripercorrono in musica temi e tracce identitarie della nostra isola sui cui convergono da millenni più culture e tradizioni mediterranee. Si comincia domenica 14 con un grande pianista come Pieranunzi (e un repertorio che è un mix di atmosfera cameristica, improvvisazione e temi dallo spiccato carattere melodico-popolare-mediterraneo) e si chiude il 1° agosto con un inedito assoluto: la rilettura in chiave jazz delle arie di Bellini con la tromba di Paolo Fresu e gli arrangiamenti di Paolo Silvestri per l’Orchestra Jazz del Mediterraneo. In mezzo ci saranno Enrico Rava (con brani originali e “mediterranei”), Danilo Rea (accompagnerà al piano gli scatti sulla Sicilia del fotografo Pino Ninfa), Francesco Cafiso (con “La Banda” racconterà la sua terra “aspra, severa, eppure calda e accogliente”), Giovanni Mazzarino e Fabrizio Bosso (con un omaggio a Zancle, antico nome di Messina)».

Fabrizio Bosso

Fabrizio Bosso

La serata inaugurale, presentata dalla giornalista Roberta Lunghi, vedrà Enrico Pieranunzi poporre “Nuovi Racconti Mediterranei”. Accanto al pianista ci saranno Gabriele Mirabassi, tra i massimi virtuosi del clarinetto a livello internazionale, e Luca Bulgarelli, contrabbassista e compositore di origini abruzzesi, dotato di alta padronanza tecnica e ricca sensibilità espressiva.

Paolo Fresu

Paolo Fresu

PROGRAMMA

Domenica 21 giugno Cortile Platamone, ore 21
“Sicilian Projet Rava- quintet”
Enrico Rava in ‘Sicilian Project’, è in compagnia di una formazione tutta siciliana. Il progetto nato a metà degli anni ’90 con Nello Toscano e Mimmo Cafiero ha come coprotagonisti Dino Rubino al piano e Giuseppe Asero al sax alto, importanti rivelazioni del jazz italiano di questi anni. Il repertorio è costituito da brani originali pensati per tratteggiare la sensibilità mediterranea e siciliana in particolare

Domenica 5 luglio Cortile Platamone
“Il tempo in posa, un viaggio in Sicilia” di Danilo Rea e Pino Ninfa
Il concerto vede Danilo Rea, pianista dal groove incisivo ma dal retaggio fondamentalmente melodico, accompagnare la proiezione di immagini di Pino Ninfa, noto fotografo milanese, di origine catanese tra i più apprezzati nel mondo del jazz, che proporrà attraverso le sue immagini un viaggio in Sicilia andando dai siti greci, alle atmosfere barocche passando per le feste religiose.

Domenica 19 luglio Cortile Platamone
Cafiso Sextet “ La Banda”
Francesco Cafiso, dopo numerosi concerti in tutto il mondo è tornato ad ascoltare la sua terra e con una formazione di alto profilo artistico ha prodotto un nuovo lavoro denominato “La Banda” un progetto, di recente pubblicazione, che descrive in musica la terra di Sicilia, una terra, che Cafiso ama definire “aspra, severa, eppure calda e accogliente.”

Domenica 26 luglio Cortile Platamone
Giovanni Mazzarino Trio Feat. Fabrizio Bosso “Zancle”
Il concerto vede impegnato Giovanni Mazzarino in trio con Riccardo Fioravanti al contrabbasso e Nicola Angelucci alla batteria e la partecipazione di Fabrizio Bosso, trombettista tra i più apprezzati al mondo. Il progetto denominato Zancle è un omaggio alla sua città natale, Messina, e la musica che sarà eseguita è il frutto di un lungo percorso compositivo che ha come sfondo passioni, sentimenti e ricordi di Sicilia.

Sabato 1 agosto Cortile Platamone Catania
Paolo Fresu e l’Orchestra Jazz del Mediterraneo “Vincenzo Bellini, Portrait In Jazz”
Paolo Silvestri arrangiamenti e direzione
Il concerto vede l’Orchestra Jazz del Mediterraneo (OJdM) con Paolo Fresu e Paolo Silvestri in qualità di arrangiatore e direttore impegnati in una rivisitazione della musica di Vincenzo Bellini. Un progetto inedito che propone il melos delle più celebri arie e romanze del ‘Cigno di Catania’ in una moderna esplorazione in chiave jazz dove la partitura del M° Silvestri per la OJdM farà da architettura sonora al magico suono della tromba di Paolo Fresu.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.