Il gambero Rosso di Mazara secondo lo chef Carmelo Chiaramonte

Video Il cuciniere errante di Modica propone una sua originale preparazione del gambero Rosso di Mazara a MasterChef Magazine, la trasmissione in onda su Sky Uno

«Questa ricetta – si legge sul profilo Facebook di Carmelo Chiaramonte- è dedicata al più grande conoscitore di pesci in Sicilia, il mio Maestro di mare Orazio Lombardo, reietto del Mercato storico della Pescheria di Catania”

Preparato da Carmelo Chiaramonte

Ingredienti

gamberi rossi di Mazara, 8

pesca matura, 1

ciliegie mature, 4

albicocche dolci, 4

cedronella, 4 foglie

zenzero, 20 gr

fave di cacao, 30 gr

salvia, 2 foglie

rosmarino, 1 ciuffo

farina 00, 100 gr

olio d’oliva

1. Sgusciare interamente i gamberi e mettere da parte le zampe e la polpa delle code.

2. Denocciolare ciliegie ed albicocche cercando di lasciare i frutti interi per ricomporli nella forma originaria. Tagliare tre lati della pesca, con la buccia, e farne una julienne sottile. Grattugiare lo zenzero e mescolarlo alle pesche.

3. Tritare la cedronella finissima. Tagliare il gambero a piccoli pezzetti e profumarlo con la cedronella precedentemente tagliata facendo in modo di ?nasconderlo? dentro le ciliegie e le albicocche.

4. Tostare velocemente le fave di cacao in padella. Pestare in un mortaio salvia spezzata, aghi di rosmarino e fave di cacao. Passare 4 gamberi in questa polvere fino a colorare tutta la superficie dei crostacei.

5. Mettere a scaldare l?olio d?oliva per friggere. Infarinare le zampette dei crostacei e friggere in olio d?oliva per 2 minuti circa. Togliere l?unto del fritto su carta assorbente.

6. Impiattare disponendo gli ingredienti in questo modo: posizionare un gambero crudo, sistemare la julienne di pesche e poggiarvi sopra i frutti. Aggiungere i crostacei al cacao e le zampette ancora calde e croccanti.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.