Far teatro a Brancaccio, l’impegno del Biondo per la riqualificazione delle periferie urbane

Società Il Teatro pubblico di Palermo avvia il “Progetto Itaca”, vincitore del bando promosso dal Ministero della Cultura per la valorizzazione delle aree urbane periferiche e realizzato in collaborazione con l’Assessorato alle Culture del capoluogo siciliano

Prende il via nel quartiere Brancaccio di Palermo il Progetto Itaca, che il Teatro Biondo diretto da Pamela Villoresi realizza con la collaborazione dell’Assessorato alle Culture del Comune di Palermo grazie ai fondi previsti dal bando per le periferie urbane lanciato dal Ministero della Cultura. Il progetto si articolerà in tre “azioni”, che culmineranno nella messa in scena di uno spettacolo, frutto di un articolato confronto con gli abitanti di un quartiere simbolo di Palermo in via di riqualificazione.

La prima azione, che si svolgerà dal 15 al 30 settembre, prevede un Laboratorio teatrale con gli allievi attori del DanisinniLab condotto da Gigi Borruso con la collaborazione di Stefania Blandeburgo e gli interventi della regista Emanuela Giordano e delle attrici Mascia Musy e Pamela Villoresi. Saranno loro, con la collaborazione del Centro di Accoglienza Padre Nostro, a portare nelle case, nelle associazioni, nei luoghi di incontro del quartiere di Brancaccio brevi performance e letture sul mito di Ulisse, creando momenti volti alla ricerca di un rapporto intimo con lo spettatore, per stimolare un confronto sulle diverse questioni simboliche e sociali suggerite dall’eroe dell’epica greca e ancora attuali.
Durante questa fase saranno raccolte le impressioni e i racconti degli abitanti di Brancaccio, coinvolti dunque in prima persona, che diventeranno materiale prezioso per la realizzazione dello spettacolo previsto a conclusione del progetto.

Teatro Biondo

Nello stesso arco temporale si svolgerà, alla casa Museo del Costume Teatrale di Palazzo Chiazzese (vicolo Chiazzese, 10) – un gioiello di storia e cultura del XVII secolo nel cuore di Brancaccio – la seconda azione, ovvero il Laboratorio di scenografia diretto da Valentina Console e il Laboratorio di sartoria diretto da Francesca Pipi. Le attività saranno aperte agli abitanti del quartiere e finalizzate alla realizzazione di scene e costumi per la rappresentazione dello spettacolo previsto nella terza azione del progetto, con la prospettiva di gettare le basi per la creazione di una sartoria teatrale nel territorio, che avrà la sua sede naturale proprio nella Casa Museo.

Casa Museo del Costume Teatrale a Palazzo Chiazzese, foto Vincenzo Russo (Terradamare)

Infine, la terza azione, dal 4 al 29 ottobre, comprenderà un’ulteriore fase laboratoriale per lo sviluppo drammaturgico del progetto, le prove, l’allestimento e il debutto dello spettacolo, che si potrà vedere giovedì 27 ottobre con repliche il 28 e 29 in uno spazio simbolico del quartiere.

Il Progetto Itaca rappresenta per il Teatro Biondo, oltre ad un momento di confronto concreto con una periferia urbana della città metropolitana di Palermo, un ulteriore tassello di intervento culturale e civile in un quartiere complesso e in via di rinascita come Brancaccio, dopo il progetto Biondaccio realizzato nel 2019.

Il Murales di Igor Scalisi Palmintelli dedicato a Padre Pino Puglisi

Tutte le informazioni e ulteriori aggiornamenti sul sito del Teatro Biondo, nella pagina Facebook e su Instagram.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.