Cannoli e templi, la Sicilia da collezione in una moneta celebrativa da 5 euro

Storie La Collezione Numismatica 2021 del Poligrafico e Zecca dello Stato dedica alla Sicilia una moneta celebrativa. All'interno della serie ''Cultura Enogastronomica Italiana'' troviamo la moneta che celebra l'Isola realizzata da Carmela Colaneri: il dritto della moneta ritrae due cannoli siciliani, decorati con pistacchio e arancia, e un calice di passito. Sul retro il Tempio della Concordia di Agrigento e il teatro antico di Taormina

Un’importante notizia non solo per i collezionisti, ma anche per gli appassionati di arte e storia, è quella che vede, all’interno della Collezione Numismatica 2021, un omaggio alla Sicilia. L’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato dedica alla Sicilia una moneta celebrativa da cinque euro, che raffigura alcuni simboli artistici e gastronomici della nostra terra. Le categorie sono tante, dalla serie ”artisti italiani”, che include la celebrazione di Ennio Morricone, alla serie ”700° anniversario della scomparsa di Dante Alighieri”, e ancora ”450° anniversario della nascita di Caravaggio”. Non mancano le monete dedicate alle professioni sanitarie, categorie protagoniste della battaglia contro la pandemia da coronavirus. L’edizione 2021 celebra l’Italia in lungo e in largo, ponendo l’accento sulle tradizioni enogastronomiche, l’arte e la cultura imprenditoriale del nostro paese.

All’interno della serie ”Cultura Enogastronomica Italiana”, insieme a una moneta che omaggia l’Emilia Romagna, i tortellini e il Lambrusco, troviamo la moneta che celebra la Sicilia, realizzata da Carmela Colaneri: il dritto della moneta ritrae due cannoli siciliani, decorati con pistacchio e arancia, e un calice di passito. La decorazione segue lo stile delle ceramiche di Caltagirone e delle forme architettoniche di Palazzolo Acreide. In alto le scritte ad arco “Repubblica italiana” e “Sicilia”,  separate da un’onda del mare stilizzata; in basso a destra si trova il nome dell’autore, “Colaneri”.

La moneta celebrativa della Sicilia, opera di Carmela Colaneri

Sul rovescio sono raffigurati altri emblemi della nostra isola: il Tempio della Concordia della Valle dei Templi di Agrigento, il Teatro Antico di Taormina stilizzato, un’onda del mare, un ramo di mandorlo e la Triscele, ovvero la testa femminile con tre gambe piegate, conosciuta anche come ”Trinacria”, simbolo della Sicilia e della bandiera siciliana. In alto si trova la scritta “Sapori d’Italia” e a destra il valore, “5 euro”; sulla sinistra si trova una “R”, lettera identificativa della Zecca di Roma e in basso l’anno di emissione, il “2021”. Il materiale utilizzato è il cupronichel e il bordo ha una zigrinatura continua.

Il retro della moneta

Il cannolo è uno dei dolci siciliani più diffusi e più conosciuti. Il passito di Pantelleria, Denominazione di origine controllata dal 1971, è un vino  ottenuto dall’uva Zibibbo sottoposta a disidratazione. La ceramica di Caltagirone è conosciuta in tutto il mondo, per non parlare del Tempio della Concordia, dell’antica città greca di Akragas – oggi Agrigento -, uno dei templi greci conservati meglio, insieme al Partenone di Atene. E non dimentichiamo le meraviglie architettoniche di Palazzolo Acreide, nel Val di Noto, cittadina barocca dalle radici greche, patrimonio Unesco dal 2002.

La moneta esalta le bellezze della nostra Isola, dalle eccellenze culinarie ai monumenti, dai colori ai sapori più rappresentativi. A tal proposito il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha affermato: «Alla Zecca dello Stato va l’apprezzamento mio personale e del governo della Regione per aver voluto celebrare la Sicilia attraverso i simboli di eccellenza della nostra tradizione e cultura millenaria.Questo periodo di pandemia ha messo a dura prova due settori produttivi, come quello dell’enogastronomia e del turismo, strategici per l’economia dell’Isola. Ma riconoscimenti come questo devono spronarci a fare ancora di più e meglio affinché, passato l’incubo del Covid, la Sicilia possa tornare a essere protagonista, ritagliandosi un ruolo di primo piano al centro del Mediterraneo».

La collezione presenta quindici monete, ispirate a storia, arte, scienza, sport, natura ed eccellenze enogastronomiche italiane. Le monete sono acquistabili sul portale e-commerce della Zecca italiana e nei punti vendita del Poligrafico e Zecca dello Stato. La moneta costa 25 euro ed è attualmente un prodotto in esaurimento.

La Collezione Numismatica è il risultato della fusione tra l’innovazione tecnologica e le capacità creative dei maestri incisori, e quest’anno rappresenta anche una grande opportunità per la Sicilia, un modo elegante per incrementare il turismo e far conoscere i tesori più importanti dell’isola.



Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.