Una “gara di solidarietà” lunga 140 chilometri per salvare un Gheppio ferito

I♥green E' la storia a lieto fine di una femmina di Falco Gheppio (Falco tinnunculus), ritrovata ferita nelle campagne di Aidone (Enna) e soccorsa al Centro Recupero Fauna selvatica di Cattolica Eraclea (Agrigento) grazie a una staffetta di cittadini sensibili

Una brutta ferita al fianco e all’ala sinistra. Così, lo scorso sabato, il signor Lorenzo Nigito di Aidone (Enna) ha trovato in campagna una femmina di Falco Gheppio (Falco tinnunculus), prontamente soccorsa. Ha provato a contattare la Forestale, ma nessuno voleva prendersi carico dell’animale… Dopo un giro di telefonate, fortunatamente il Gheppio finisce nelle mani di Morena Aranzulla, volontaria di Aidone sempre in prima fila nella difesa degli animali.

Morena, quindi, contatta il WWF Sicilia Centrale e, insieme al padre Sergio, si precipita a Caltanissetta consegnando il falco ferito alle Guardie venatorie del WWF. Da qui il Gheppio viene trasportato al Centro Recupero Fauna selvatica di Cattolica Eraclea (Agrigento), dove le Guardie WWF lo affidano alle esperte mani di Diego Valenti, vice presidente dell’Associazione “Caretta Caretta” che gestisce la struttura. Una vera e propria “gara di solidarietà” lunga 140 chilometri per salvare il piccolo rapace, in gravi condizioni per una frattura esposta e lacerazione dei tessuti. Il Gheppio è un falco tipico degli ambienti mediterranei, specie particolarmente protetta dalla legge n. 157 del 1992 sulla tutela della fauna; i rapaci sono animali utilissimi all’agricoltura ed all’equilibrio ecologico in quanto si cibano di rettili, topi, ratti, ed altre prede.

Il WWF Sicilia Centrale – nel ringraziare tutti coloro che, a vario titolo, si sono prodigati per salvare il Gheppio – desidera ricordare che tutta la fauna selvatica appartiene allo Stato e tutti i rapaci – sia diurni che notturni – sono considerate specie particolarmente protette, anche dal punto di vista sanzionatorio: la loro uccisione diretta o avvelenamento o detenzione in cattività, costituisce reato punito con pesanti sanzioni penali previste dalla Legge n. 157/1992.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.