Stasera su Linea Notte, collegamento con Vittorio Sgarbi dal Museo della Follia di Catania

Le telecamere di Linea Notte, il telegiornale della notte di Tg3 diretto da Bianca Berlinguer, si accenderanno mercoledì 18 maggio sul “Museo della Follia”, la mostra curata da Vittorio Sgarbi ospitata fino al 23 ottobre al Castello Ursino di Catania.

Museo della Follia a Catania - ph Sicilymag

Museo della Follia a Catania – ph Sicilymag

Su Rai Tre alle ore 24, il collegamento in diretta con una delle sale del Museo della Follia dove ci sarà Vittorio Sgarbi che commenterà le opere ed i documenti presenti nelle sezioni del museo. Nel pomeriggio della stessa giornata (ore 18:00) Vittorio Sgarbi terrà una Lectio Magistralis al Castello Ursino dove presenterà il libro “Il Tesoro d’Italia” e subito dopo farà una visita guidata alla mostra.
L’esposizione mette insieme oli, sculture e disegni di Antonio Ligabue; dipinti del pittore Pietro Ghizzardi; sculture di Cesare Inzerillo e centinaia di opere sulla pazzia create dal 1600 a oggi. In mostra anche documenti: la storia della Legge 180, una sorta di Wunderkammer dell’alienazione che espone camicie di forza, apparecchi per l’elettroshock, apribocca, medicine, ritratti di pazienti psichiatrici, l’inchiesta del Senato sugli ospedali psichiatrici giudiziari e documentari Rai.
Il Museo, nato da un’idea di Vittorio Sgarbi, è realizzato da Giovanni Lettini, Sara Pallavicini, Stefano Morelli e Cesare Inzerillo. L’esposizione è una coproduzione Comune di Catania, Centro Studi & Archivio Ligabue di Parma presieduto da Augusto Agosta Tota, Fenice – Company Ideas e vede il patrocinio del Mibact (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo).

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.