Rigenerazione urbana, a Catania le cabine del gas sono opere d’arte

Arte Gli studenti vincitori del concorso “Trasforma il tuo quartiere” hanno decorato 10 squallide e grige cabine del gas trasformandole in vere e proprie opere d'arte open air, sotto la guida dello street artist Pao

La città di Catania si arricchisce di un innovativo percorso espositivo a cielo aperto grazie alla trasformazione di dieci cabine del gas di città in vere opere d’arte. Merito degli studenti delle scuole medie che,  sotto la guida dello street artist internazionale Pao, hanno decorato quelle che, fino a ieri, erano tristi elementi grigi del paesaggio urbano.
Il progetto di rigenerazione urbana è frutto del concorso  – patrocinato dal sindaco Salvo Pogliese e promosso dal presidente di Catania Rete Gas, Fabio Rallo – “Trasforma il tuo quartiere” , rivolto alle scuole secondarie di primo grado con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani alla cura e alla tutela degli spazi pubblici attraverso l’arte.

I disegni finalisti sono stati tradotti in opere d’arte nei giorni scorsi, dagli stessi alunni-autori, chiamati a decorare le dieci cabine di riduzione della pressione del gas individuate in tutti e sei i municipi cittadini. L’attività dei ragazzi è stata coordinata dallo street artist Pao che ha anche personalmente decorato, con i motivi che contraddistinguono il suo stile, una ulteriore cabina del gas in corso Italia, come regalo alla città.

Guarda la galleria

«Il concorso – hanno sottolineato il sindaco Pogliese e l’assessore Barbara Mirabella – ha prodotto un exploit di iscrizioni. Con 144 bozzetti presentati è stato un inno alla bellezza, con una grande varietà di colori e originalità di disegni che arricchiscono il valore di un’iniziativa in grado di accrescere l’amore dei ragazzi nei confronti della città e degli spazi pubblici. Complimenti a questi giovani artisti che, con il prezioso coordinamento di Pao e l’aiuto degli insegnanti, hanno svolto un importante lavoro di personalizzazione del territorio che lascia trasparire intelligenza, impegno e passione».
Saranno proprio il sindaco Pogliese e l’assessore Mirabella, insieme con i presidenti Rallo e Stagnitta, a premiare i dieci studenti vincitori del concorso durante un incontro online con le scuole che si terrà lunedì 17 maggio mattina.

Questi gli alunni vincitori, con le scuole di riferimento e i siti che ospitano le cabine decorate:
1)Gaia Agata Grasso, scuola “Malerba”, cabina n. 9, viale della Costituzione;
2)Paola Meli, “Parini”, cab. n. 35 , via Pietro Nenni;
3)Antonio Privitera, “Fontanarossa”, cab n. 25 via S. Maria Goretti;
4) Valerio Savoca, “Petrarca”, cabina n. 42 via S. Matteo;
5) Sofia Russo, “Sante Giuffrida”, cab. n. 16, piazza Bovio;
6) Nora Tropea, “Ventorino”, cab. n. 7 via Etnea (davanti all’Orto Botanico);
7)Beatrice L’Episcopo, “Coppola” , cab. n. 18 piazza Marconi;
8) Federica Coco, “Sauro Giovanni XXIII” , cab. n. 49, via Felice Fontana;
9) Emanuela Casagrande, “S. Giorgio” , cab n.6 , viale Bummacaro 31;
10)Salvo Ferlito, “Musco” , cab. n. 36, via Cardinale Dusmet.

L’iniziativa è stata curata da Giuseppe Stagnitta per Emergence Festival e co-organizzata dall’assessore alla Pubblica Istruzione e alla Cultura Barbara Mirabella, con il coordinamento della responsabile delle attività parascolastiche Giusy Balsamo e il coinvolgimento degli studenti in nuovi processi di osservazione critica e riappropriazione e personalizzazione del territorio.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.