NaxosLegge si confronta con i classici

Eventi Dall'1 settembre la VII edizione del festival delle narrazioni, della lettura e del libro ideato da Fulvia Toscano

Nuova edizione di Naxoslegge, festival delle narrazioni, della lettura e del libro ideato da Fulvia Toscano che partirà ancora una volta da Giardini Naxos, comune che ha varato la manifestazione nel 2011, ma che quest’anno sarà diffusa in vari luogi dell’Isola. “Di fronte ai classici” è il tema dell’edizione 2017. Si comincia venerdì 1 settembre al Lido di Naxos della cittadina balneare, con la prima edizione del premio Promotori della Lettura, che sarà assegnata a Massimo Maugeri, fondatore e anima del blog letterario Letteratitudine.

L'immagine 2017 di NaxosLegge

L’immagine 2017 di NaxosLegge

Fulvia Toscano

Massimo Maugeri

Massimo Maugeri

Dal 3 settembre, giorno in cui alle Rocce, con Antonio Presti, Naxoslegge torna a parlare di Custodia della Bellezza e Anima dei luoghi, fino al 30 settembre, è tutto un susseguirsi di incontri. Viaggio nell’anima di un luogo restituito alla Bellezza, Le Rocce, il villaggio che, grazie ad Antonio Presti ritorna ad essere patrimonio condiviso. Qui con Ferdinando Testa, psicoanalista jungiano, si discuterà dell’Anima dei luoghi. Oltre Antonio Presti, parteciperanno Vera Greco, direttore del Parco archeologico di Naxos-Taormina, architetto paesaggista, e Fabio Granata, direttore culturale del Distretto del Sud-Est, da sempre in prima linea nella difesa della bellezza. A raccontare l’incanto e l’incantesimo dei luoghi, ci penserà la scrittrice Marinella Fiume.

Antonio Presti

Antonio Presti

Il 9 e 10 settembre viene inaugurata una nuova sezione dal titolo Sguardi a Oriente che, in.occasione dell’anniversario dei 150 anni della amicizia tra Italia e Giappone, sarà, appunto, dedicata al paese orientale, attraverso alcuni momenti di riflessione e approfondimento. Importanti gli.ospiti invitati a Taormina, nella due giorni. Patrocinata dal Comune di Taormina: il 9 settembre, all’ Excelsior Palace Hotel, Mario Vattani, presenterà, con Alberto Samonà e Tamako Chemi, il suo nuovo libro “La via del Sol Levante” e, a seguire, Mujah Maraini, intervistata da Maria Lombardo, proporrà il suo film “Haiku On a Plum Tree”, dedicato alla storia e alla esperienza di Fosco Maraini e della sua famiglia in Giappone. Giorno 10 sarà la volta di uno speciale viaggio nel Giapponismo e nelle sue influenze sul Liberty palermitano tra ‘800 e ‘900, grazie alla presenza della storica dell’arte Daniela Brignone che presenterà il suo ultimo libro dedicato a questo tema, regalando un approfondimento sullo straordinario personaggio di O’Tama Ragusa. La due giorni si chiude con un omaggio a Marguerite Yourcenar, nel trentennale della morte, come interprete di Yukio Mishima, cui ha dedicato l’illuminante libro “Mishima o la visione del vuoto”, su cui relazionerà Fulvia Toscano, direttore artistico di Naxoslegge.

Sguardi A Oriente

dal 13 al 15 la sezione Le donne non perdono il filo, coordinata da Marinella Fiume, con il premio La Tela di Penelope, dedicato al rapporto tra le donne e il teatro e la sezione “Stregate” dedicata alle dieci donne vincitrici dello Strega; quindi, Itinerarium mentis in deum, con tre appuntamenti dedicati a Dante, nelle Chiese di Giardini Naxos; dal 20 al 29 gli appuntamenti che vedono protagonisti le scuole, sia presso il Liceo Caminiti di Giardini Naxos, storico partner del Festival, sia in altre prestigiose locations, con la partecipazione di ospiti importanti come Valerio Massimo Manfredi, Angelo Tonelli, Nicola Gardini, Pierfranco Bruni, Salvatore Ferlita, Roberto Fai, Francesco Tiboni, Sebastiano Tusa, Mario Mazza e tanti altri cui è affidato il compito di attraversare il concetto di classico, raccontandolo attraverso Ovidio, nel bimillemario della morte, ma anche attraverso Pirandello e Tomasi di Lampedusa, negli anniversario che li vedono protagonisti di questo 2017.

Si ripropone la sezione La storia siamo noi, con diversi incontri, come quello dedicato al grande storico Santo Mazzarino, o quello sulla Grande Guerra. Due importanti momenti del festival sono dedicati all’arte figurativa con due mostre del maestro riminese Alessandro La Motta. Come di consueto, sono tantissimi i luoghi in cui Naxoslegge si propone: Giardini Naxos con il.Parco archeologico e il Museo, Taormina, Castelmola, Sant’ Alessio, Letojanni con Villa Garbo, Messina, con delle puntate fuori dalla provincia di Messina, come ad esempio a Linguaglossa, per il sessantesimo della Biblioteca “A.Gullo” e per la Giornata europea dei Vulcani o come l’appuntamento il 22 settembre a Ragusa, nel Castello di Donnafugata, per la inaugurazione della mostra “Vestire un mito”, esposizione di abiti realizzati dagli allievi dell’Accademia delle Belle Arti di Catania ispirati all’abito della collezione Trifiletti-Arezzo che fu presa a modello da Luchino Visconti per l’abito di Angelica nella famosa scena del ballo de “Il Gattopardo”. Dopo l’inaugurazione e la visita guidata è programmata la presentazione del volume “Itinerari siciliani – Topografia dell’anima – Sulle tracce di Giuseppe Tomasi di Lampedusa” (Historica edizioni). La visita rientra nell’ambito del progetto “In viaggio con Tomasi” ideato da Fulvia Toscano e Maria Antonietta Ferraloro per Naxoslegge. All’inaugurazione saranno presenti, oltre alle due ideatrici del progetto, Giuseppe Nuccio Iacono, museologo direttore del Museo di Donnafugata, Liliana Nigro, docente di storia del costume teatrale all’Accademia Belle Arti di Catania), Vittorio Ugo Vicari, docente di stile, storia dell’arte e del costume all’Accademia BelleArti di Catania) e gli studenti delle Belle Arti di Catania Lorena Grisofi, Piero Giuffrida, Alessandra Lanzafame, Roberta Russo, Miriana Spinello.

Ottocento-moda: estetica vanità e mutamento, Castello di Donnafugata, Ragusa

Ottocento-moda: estetica vanità e mutamento, Castello di Donnafugata, Ragusa

Per l’occasione, in collaborazione con “Suntour”, Naxoslegge organizza l’escursione con partenza in bus da Giardini Naxos il 22 settembre. Per info ed iscrizioni, entro il 15 settembre, telefonare al numero 3289657939.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.