Mazara del Vallo, incontro tra il Vescovo Mogavero e l’Imam Ahmed Tharwa

Stamattina il Vescovo monsignor Domenico Mogavero ha incontrato l’Imam della moschea di Mazara del Vallo, Ahmed Tharwa e il responsabile El Mrieh Mohammed. A volere incontrare monsignor Mogavero sono stati i due rappresentanti della religione musulmana, per voler manifestare la loro solidarietà e partecipazione per l’uccisione del sacerdote francese p. Jacques Hamel. Nell’incontro, durato quasi un’ora nel palazzo vescovile di Mazara del Vallo, è stato, tra l’altro, riaffermato che «le religioni devono unire popoli e persone e che il nome di Dio non può giustificare nessun attentato alla vita delle persone e alla pace fra i popoli». Il Vescovo, l’Imam e il responsabile della moschea si sono impegnati a rafforzare la conoscenza e l’amicizia reciproca e a valorizzare i momenti significativi delle due religioni per esprimere vicinanza e condivisione gioiosa delle rispettive comunità nella celebrazione della principali festività. «Siamo stati onorati di questa visita al Vescovo di Mazara e rappresenta un segno di solidarietà, di amore e di pace» ha scritto Mohamed El Mrieh nel suo messaggio sul libro degli ospiti del Vescovo. «Siamo sempre fratelli uniti se cristiani o musulmani» è stato il messaggio in italiano dell’Imam Ahmed Tharwa. Sul libro degli ospiti l’Imam ha anche scritto il suo messaggio in lingua araba.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.