Lutto nel giornalismo siciliano, addio a Domenico Tempio

Sugnu Sicilianu A 86 anni è morto a Catania colui che fu caporedattore, vice direttore e condirettore del quotidiano "La Sicilia", e mente della migliore programmazione giornalistica e di infotainmenmt delle emittenti televisive del gruppo Teletna, Telecoro e Antenna Sicilia

Lutto nel mondo del giornalismo siciliano. A 86 anni è morto a Catania Domenico Tempio, già redattore capo e vice direttore del quotidiano La Sicilia. E’ stato un punto di riferimento per più generazioni di giornalisti, un conoscitore della professione, della carta stampata e dell’informazione televisiva. Conosciuto da tutti come Micio ha chiuso la sua carriera come condirettore del quotidiano catanese. Nel gruppo editoriale che fa capo a “La Sicilia”, ha lavorato per “Espresso Sera”, il quotidiano dle pomeriggio, per Teletna, Telecolor, Antenna Sicilia. E’ stato corrispondente per il “Corriere della Sera”.

Al quotidiano “La Sicilia”, sua fu l’idea di modernizzare il giornale, professionalizzando le edizioni provinciali, cercando una grafica più accattivante. Con l’amico di sempre Pippo Baudo fu colonna dei palinsesti di Teletna e Antenna Sicilia che riuscì a diventare competitor delle reti nazionali, nel prime time, nell’orario del Tg, così come nel pomeriggio, con programmi di infotaintment

Uomo di cultura, appassionato di teatro sino a farsi paladino in difesa del Teatro Bellini e del Teatro Stabile, ma anche uomo di sport, con il calcio raccontato e soprattutto  vissuto da arbitro di livello. I funerali venerdì 22 ottobre, alle 16,30, nella chiesa Madonna di Lourdes, accanto al “suo” giornale.

Domenico Tempio

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.