L’anteprima di “Chi si ferma più” il nuovo singolo di Fabio Abate, guest Carlotta Proietti

Musica Il cantautore catanese ha pubblicato su facebook l'anteprima del video del nuovo singolo in uscita il 15 maggio. Con lui nel brano Carlotta Proietti, cantante e attrice, e figlia di Gigi Proietti. Il brano ha il sapore dell’avventura, e del desiderio di viaggiare il mondo attraverso la musica, principale fonte di ispirazione ed incoraggiamento soprattutto in questo difficile periodo che il mondo sta vivendo

Positività. Voglia di viaggiare, anche e soprattutto con la mente. Questo è il messaggio incoraggiante e speranzoso del nuovo singolo inedito di Fabio Abate e Carlotta Proietti, dal titolo “Chi si ferma più” in uscita il prossimo 15 maggio. Un brano che ha il sapore dell’avventura, e del desiderio di viaggiare il mondo attraverso la musica, principale fonte di ispirazione ed incoraggiamento soprattutto in questo difficile periodo. Un brano che simboleggia anche l’unione di due persone che condividono lo stesso pensiero, un viaggio per esplorare, come in un libro, i meravigliosi posti che il mondo ci offre; “Ti porterò nelle strade di tutto il mondo. Adesso siamo insieme, chi si ferma più…”  è il ritornello orecchiabile e poetico che ci cattura fin dal primo ascolto.

Scoperto da Carmen Consoli, Fabio Abate è un cantautore, produttore artistico e compositore catanese. Artista dotato di uno spiccato senso autoironico e di un’originalità non schematica, per diversi anni è stato autore di brani pubblicati dalla Narciso Records (etichetta della Consoli), come l’album di debutto del 2010 “Itinerario Precario”. Da qui è stato tratto il brano “Senza farsi male”, inserito nella colonna sonora del film “L’uomo Che Ama” di Maria Sole Tognazzi,e che ha ricevuto una candidatura ai Nastri d’argento e ai David di Donatello come miglior canzone originale. Un fortissimo legame artistico lo lega a Carmen Consoli, oltre che per la musica anche per l’amore che i due nutrono per Catania e la Sicilia, terra che Fabio definisce magnetica come nessun’altra. I diversi progetti condivisi hanno portato l’artista ad aprire le tappe del tour teatrale della Cantantessa “Elettra”, proponendo i nuovi brani dal Teatro Smeraldo di Milano al Petruzzelli di Bari,dall’Auditorium di Roma, fino al Metropolitan di Catania, durante i primi mesi del 2010. Nel 2013 ha composto la colonna sonora del nuovo film di Alessandro di Robilant “Mauro c’ha da fare” mentre nel 2019 ha realizzato la colonna sonora del film “Lo scoglio del leone” di Rosario Scandirà che è stato premiato al Festival del Cinema di Roma. Nel corso del tour dell’album “Itinerario Precario” e di altre esibizioni live, Fabio ha avuto l’occasione di collaborare con diversi artisti, tra cui Gerardina Trovato e Fiorello che lo ha voluto spesso al suo fianco come ospite nella mitica Edicolafiore, aumentando l’attenzione e la curiosità intorno al suo personaggio.

Durante questo periodo ha avuto la fortuna di conoscere inoltre Carlotta Proietti, cantante e attrice, figlia di Gigi Proietti, con la quale instaura un’amicizia ed un sodalizio artistico interessante, capace di fondere l’anima e la preparazione di entrambi. Musica, idee e progetti prendono così forma, come nel duetto della canzone “Come ti vorrei” del 2015, dove Carlotta affianca con un armonia leggera e discreta la voce di Fabio. Carlotta, essendo  figlia d’arte, ha nel suo dna la predisposizione innegabile al teatro e alla musica, che fin da piccola coltiva con dedizione e studio. Insieme portano avanti nuovi progetti che dimostrano l’unione perfetta nell’esprimere un messaggio artistico univoco. E con questo singolo hanno centrato di nuovo l’obiettivo: quello di non smettere di avere speranza e di continuare a sognare. Ovviamente con la musica.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.