Il wedding planner Luca Melilli: «Curvy è un canone di bellezza»

Moda e design L'indomani della giornata internazionale della Festa della donna il noto scenografo e wedding planner siciliano lancia uno slogan che non lascia a fraintendimenti: "Bellezza a dismisura"

Dopo il recente flash mob organizzato da Tabria Majors in occasione dell’ultimo giorno della Fashion Week in Piazza Duomo a Milano, torna alla ribalta il tema delle donne curvy. E all’indomani della giornata internazionale della Festa della donna, il noto scenografo e wedding planner Luca Melilli lancia l’argomento anche in Sicilia, dandone il suo personale tributo, con uno slogan che non lascia a fraintendimenti: “Bellezza a dismisura”.

Il wedding planner Luca Melilli

Il wedding planner Luca Melilli

«Credo che sia una buona notizia questo gran parlare di un argomento che più che simbolo di bellezza costituisce per me una vittoria per le donne – afferma Luca Melilli. Le donne sono meravigliosamente perfette quando hanno il coraggio di essere imperfette. E’ proprio qui che risiede la loro unicità. La donna curvy – continua Melilli – rappresenta un canone di bellezza, così come è nel caso della ‘donna grissino’, non è quindi nostra intenzione discriminare quest’ultima. Tuttavia vogliamo dar maggiormente voce e visibilità a chi spesso ingiustamente voce e visibilità ne ha meno». Un progetto che trova fondamento in uno studio ripreso poche ore fa da diverse agenzie e testate nazionali.

Una sposa curvy

Una sposa curvy

Una donna per essere bella deve essere necessariamente magra? Per gli italiani, donne e uomini, la donna ideale è una taglia 44, seguita dalla 46 e solo al terzo posto la 40-42. Questo e molto altro ancora emerge dalla ricerca condotta da GfK Italia per Fiorella Rubino. I risultati dello studio su un campione di 1.000 donne e 200 uomini sono stati presentati e commentati da specialisti del settore tra cui Francesco Morace, sociologo, Elisa D’Ospina, modella e presentatrice, Laura Campanello, filosofa, Anne van Merkensteijn, brand director Fiorella Rubino, e Cinzia Malvini, giornalista moda. L’indagine traccia una evoluzione del rapporto di ogni donna con il proprio fisico, il peso, i canoni della bellezza e soprattutto con la moda, partendo da una base storica oggettiva. La donna ideale, a giudizio unanime di uomini e donne, è la taglia 44: tra gli uomini il 70% ci uscirebbe a cena, il 67% la sposerebbe e il 66% passerebbe con lei una notte di sesso. Al secondo posto la taglia 46 e solo al terzo la 40-42”.
Nonostante il momento storico di grandi cambiamenti a livello sociale, dove sono ancora presenti molte barriere e luoghi comuni, per le donne curvy sono comunque più evidenti e concreti i segnali di evoluzione provenienti per esempio dalle sfilate e dalle campagne di comunicazione di importanti stilisti. La Sicilia da oggi non è da meno, Luca Melilli, ne è il suo più fervido e nuovo sostenitore.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.