Il futuro dei nostri mari, martedì 17 maggio a Catania lectio magistralis di Roberto Danovaro

Martedì 17 maggio alle 16,30, nell’aula Ovest del dipartimento di Scienze biologiche, geologiche e ambientali, sezione di Scienze della terra (corso Italia 57, Catania), il presidente della Stazione zoologica “Anthon Dorn” di Napoli, Roberto Danovaro, terrà a Catania la lectio magistralis dal titolo “Quale futuro per i nostri mari?”.
Docente di Biologia ed Ecologia marina all’Università Politecnica delle Marche, Roberto Danovaro si occupa da anni di biodiversità abissale e generazione di un approccio multidisciplinare e interdisciplinare volto all’identificazione delle connessioni tra l’ecosistema e la produzione di beni e servizi, nell’ottica di uno sviluppo eco-sostenibile.
Vincitore dell’Eni Award 2013 per la sezione “Protezione dell’ambiente marino”, il professore Danovaro interverrà nell’ambito della tappa catanese del ciclo “Eni Award Lectures” organizzata in collaborazione con il dottorato di ricerca in Scienze biologiche, geologiche e ambientali dell’Università di Catania.
La ricerca che gli valse il premio nel 2013 – “Marine viruses play a key role in global climate change and in the functioning of the global oceans” – consentiva di comprendere il ruolo cruciale dei virus nel mantenimento dell’equilibrio dell’ecosistema marino e nel controllo della capacità di assorbimento della CO2. Gli studi di frontiera del suo team di ricerca, indicavano che i virus marini possono da un lato ridurre l’accumulo di anidride carbonica negli ecosistemi marini e dall’altro che possiedono il potenziale di ridurre l’impatto del cambiamento climatico attraverso complessi meccanismi di feedback. All’incontro con studenti e docenti dell’Università di Catania prenderà parte anche Alberto Maliardi (Eni Research and Technological Innovation for Drilling and Completion).

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.