I profumi e i sapori di Sicilia raccontati da Pino Cuttaia

Libri e Fumetti Lo chef licatese, due volte stellato, in "Per le scale di Sicilia" scandisce brevi racconti e appunti che precedono le singole ricette. Il volume è arricchito da splendide fotografie di paesaggio, alternate ad altre che illustrano l’attività frenetica nella piccola cucina de “La Madia”

“Per le scale di Sicilia” (Giunti editore), profumi, sapori, racconti, memoria è il libro con il quale lo chef di Licata Pino Cuttaia racconta la sua Sicilia, con tutti i suoi sapori. Corredato dalle fotografie di Davide Dutto (sfoglia il book fotografico), dai racconti di Francesco Lauricella, con la prefazione di Marco Bolasco, il libro ripercorre le tappe essenziali della vita dello chef siciliano.

Pino Cuttaia in una delle foto del libro

Pino Cuttaia in una delle foto del libro

Copertina - Per le scale di Sicilia di Pino Cuttaia

Copertina – Per le scale di Sicilia di Pino Cuttaia

Nel cuore del profondo Sud, sulla costa che guarda il Canale di Sicilia, fra il barocco ragusano e i templi di Agrigento, nel piccolo centro di Licata lo chef (due stelle Michelin) propone una cucina di altissimo valore, che attinge alle radici antiche di questi luoghi. A Licata nascono le sue creazioni, dalla memoria di una Sicilia “in bianco e nero” nutrita dai ricordi d’infanzia, da una cultura popolare che intreccia istintivamente terra e mare, il mondo dei pescatori e quello dei contadini. Nasce di conseguenza un volume particolare, elegante, scandito da brevi racconti e appunti dello chef che precedono le singole ricette, e arricchito da splendide fotografie di paesaggio, alternate ad altre che illustrano l’attività frenetica nella piccola cucina de “La Madia”: un angolo d’Italia sul quale si è appuntata, non a caso, l’attenzione della critica gastronomica più qualificata.

Quarantasei anni e tre figli, Pino Cuttaia ha aperto La Madia a Licata (Agrigento) insieme alla moglie Loredana nel 2000. Con il suo ristorante ha conquistato i più importanti riconoscimenti da parte delle più prestigiose guide gastronomiche. Nel 2005 è il Giovane dell’Anno per la Guida dei Ristoranti d’Italia L’Espresso, nel 2006 riceve la Stella Michelin, nel 2008 conquista le Tre forchette del Gambero Rosso e i Tre cappelli della guida L’Espresso. Nel 2009 riceve la seconda Stella Michelin. Dal 2009 è fra i Cinque Baci della guida Bibenda dell’AIS. Nel 2010 viene premiato da Altissimo Ceto per il Pranzo dell’anno. Dal 2011 è fra i ristoranti Due Medaglie della guida Touring. Nel 2012 vince il Trofeo Galvanina come Chef dell’anno. Nel 2013 riceve il Premio Pommery Piatto dell’anno con la Nuvola di mozzarella per la Guida Ristoranti de L’Espresso. Per il Golosario è il “Cuoco dell’anno”. Nel 2014 il suo Uovo di Seppia è il piatto simbolo della decima edizione di Identità Golose.

http://www.ristorantelamadia.it/

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.