I Niggaradio non vanno “Arreri” e cantano al fianco delle donne

Musica Nuova formazione e nuovo brano per i Niggaradio, formazione catanese di blues tecnologico, da sei anni in viaggio nella musica dei Sud provando ad unire passato, presente e futuro. La band di Daniele Grasso (chitarra), Peppe Scalia (batteria) e della nuova cantante Marilena Sorbello ha pubblicato "Arreri": «Non solo un brano, il manifesto di una lotta... Per i diritti delle donne, per la loro voce»

Nuova formazione e nuovo brano per i Niggaradio, formazione catanese di blues tecnologico, band che da sei anni utilizza i sapori roots, ritmi tribali, suoni e frammenti melodici popolari per raccontare il Sud e le persone che ci abitano. Dalla prima ora un viaggio nella musica provando ad unire passato, presente e futuro. La band di Daniele Grasso (chitarra), Peppe Scalia (batteria) e della nuova cantante Marilena Sorbello ha pubblicato “Arreri”: «Non solo un brano, il manifesto di una lotta… e di lotte a fianco di chi subisce – sottolineano i componenti della band -. Per i diritti delle donne, per la loro voce, per la bellezza di essere sempre aperte, con la voglia di lottare e di ballare, di camminare a testa alta. Per le donne. E’ anche l’inizio di un nuovo capitolo con tante cose in serbo. Ascoltatelo se anche voi nel vostro vivere siete stati spinti “indietro” lontano dai vostri diritti, da ciò che vi spetta beh, questo è anche per voi. Ditelo, fatelo, cantatelo condividetelo: io non vado indietro!».

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.