Festival Curtigghio, Giusy Ferreri e Gabbani, sarà un fine anno in musica a Catania e Palermo

Eventi Ad aprire le danze sarà il Festival Curtigghiu dal 28 al 30 dicembre in Piazza Duomo a Catania con Lello Analfino (che lo dirige), L’Elfo, Mario Venuti, Babil on suite, Brando Madonia, Roberta Finocchiaro, Collettivo, The Kolors. Il 31 Capodanno con Giusy Ferreri, Bellamorea, Dinastia, Santi Scarcella, Zapato Small Combo, la conduzione di Ruggero Sardo, il dj set di Radio Delfino. A Palermo Capodanno in piazza Politeama con Francesco Gabbani, Sicily Pop Orchestra, guest Mario Incudine e Alessio Bondì, gli Shakalab, conducono Sergio Friscia e Ylenia Totino

Catania festeggia il Natale e l’arrivo del nuovo anno con 4 giorni di musica nel suo cuore pulsante: Piazza Duomo. Catania ha scelto la Sicilia e i suoi artisti: uno spaccato attuale della musica popolare contemporanea, amati dal grande pubblico e generazioni diverse. Ad aprire le danze sarà il Festival Curtigghiu dal 28 al 30 dicembre (Piazza Duomo, ore 21.30, cofinanziato dall’ARS) con Lello Analfino (che ne cura la direzione artistica), L’Elfo, Mario Venuti, Babil on suite, Brando Madonia, Roberta Finocchiaro, Collettivo e gli amatissimi The Kolors, unica eccezione al cast tutto siciliano.

Lello Analfino

Catania brinda con Giusy Ferreri

Giusy Ferreri

 

Il tempo di riprendere fiato e il palco accenderà le luci sulla notte di Capodanno del 31 dicembre che vedrà protagonista Giusy Ferreri, palermitana di origine da sempre molto legata alla Sicilia, che farà ballare e cantare a suon di tormentoni. Sul palco della serata anche Bellamorea, Dinastia, Santi Scarcella Zapato Small Combo e la conduzione di Ruggero Sardo. Si ballerà fino a tarda sera con il dj set dal sapore rock della storica radio catanese Radio Delfino.

La presentazione dell’evento al Comune di Catania

Musica dal vivo, dj set after live, intrattenimento per una “passeggiata in centro” molto speciale che inviterà cittadini e turisti a fare finalmente festa in centro, dove si respira la magia del Natale: nelle zone limitrofe al Duomo, Piazza Università, via Minoriti e via Montesano, infatti, i mercatini di Natale nell’incantevole cornice del centro storico con le luminarie a Led, accolgono migliaia di persone rallegrando i giorni di festa.

Mario Venuti, foto di Monica Silva

«Vi aspetto tutti numerosi per trascorrere insieme il Capodanno… dove? Ma in piazza Duomo a Catania!». E’ Giusy Ferreri con un caloroso video-saluto ad accendere i riflettori sugli eventi di fine anno promossi dall’Amministrazione comunale in collaborazione con l’assessorato regionale al turismo e l’Assemblea regionale siciliana e l’organizzazione di Puntoeacapo. A presentare il ricco cartellone di fine anno, il commissario straordinario del Comune, Federico Portoghese, insieme con  il capo di Gabinetto Giuseppe Ferraro e il direttore della Cultura Paolo Di Caro, Nuccio La Ferlita responsabile di Puntoeacapo, il direttore artistico del cartellone “Curtigghiu”,  Lello Analfino e il direttore generale della Fce Salvo Fiore, che propone iniziative di apertura straordinaria dei servizi della metropolitana.

Roberta Finocchiaro

Gli interventi, moderati da Ruggero Sardo, che sarà il conduttore della notte di capodanno,  hanno coinvolto alcuni degli artisti presenti in municipio, a partire da Mario Venuti e  Zapato. Sulla sicilianità e il valore degli artisti si è soffermato Nuccio La Ferlita, che ha illustrato nei dettagli il programma messo a punto con la direzione di Lello Analfino, ringraziando infine il commissario Portoghese e l’amministrazione comunale per aver creduto in un progetto che premia la cultura e la musica  ma che avrà anche un enorme indotto sul piano economico e lavorativo. «Non potevo immaginare il luogo migliore di Catania per ritornare di nuovo in piazza – ha commentato Lello Analfino. «Altro che curtigghiu, un curtigghiu di lusso» gli ha fatto eco Mario Venuti.

Zapato e band

La metropolitana di Catania il 31 dicembre notte resterà aperta sino alle 2,30 di notte. Per il 28, 29, 30 dicembre un bus shuttle sarà attivato, dopo la chiusura della metro alle 22,30, offrirà corse ogni quarto d’ora dalla fermata Stesicoro sino alle 2.

Palermo brinda con Gabbani

Francesco Gabbani

Saranno Francesco Gabbani, fra gli artisti più apprezzati nel panorama musicale italiano, la Sicily Pop Orchestra, con la partecipazione di Mario Incudine e Alessio Bondì, e gli Shakalab i protagonisti del concerto di Capodanno a Palermo che si terrà il 31 dicembre a piazza Politeama. In apertura, le esibizioni delle artiste e artisti siciliani Esdra, Bruna e Kid Gamma. Sarà una vera e propria festa (a partire dalle ore 20), che sarà condotta dall’attore e comico palermitano Sergio Friscia che sarà affiancato da Ylenia Totino. Il concerto sarà visibile anche in diretta tv su Tgs ed in streaming sulle piattaforme digitali del Giornale di Sicilia.

Sergio Friscia

Il pubblico palermitano festeggerà la mezzanotte con i successi di Francesco Gabbani, primo artista nella storia del Festival di Sanremo a vincere consecutivamente prima tra le Nuove proposte e poi tra i Big. Prima di Gabbani, salirà sul palco la Sicily Pop Orchestra (soliste Giuliana Di Libero, Pamela Barone e Katya Miceli), un collettivo di musicisti ed artisti provenienti da tutta la provincia di Palermo che, sotto la guida del M° Antonio Zarcone, ha come obiettivo la divulgazione della musica “popolare” siciliana in giro per il modo, con la partecipazione di Mario Incudine, cantante, attore teatrale e polistrumentista italiano, esponente della musica popolare siciliana è uno dei personaggi più rappresentativi della nuova world music italiana, e Alessio Bondì, le cui radici folk della sua musica si mescolano con i ritmi contemporanei e il suono esotico della lingua natìa, il dialetto palermitano.

Mario Incudine

Alessio Bondì

Dopo Gabbani, si esibiranno gli Shakalab – collettivo siciliano reggae/hip hop nato nel 2010 e formato da Jahmento, Lorrè, Br1 e Marcolizzo – ad oggi uno dei gruppi più influenti dell’intero panorama urban/black italiano.

Shakalab

In apertura, spazio ai giovani talenti di Palermo come Kid Gamma, cantante, pianista e beatmaker classe 2002, con il video del nuovo singolo “Farci Male” in anteprima esclusiva su MTV New Generation. Esdra, cantautrice siciliana di 21 anni, ha partecipato alle finali di Music For Change 2022 (“Musica Contro le Mafie”), concorso che l’ha vista vincitrice del premio Musa Factory e prossima partecipante a Casa Sanremo 2023. Bruna, cantante e autrice classe 97, dell’etichetta siciliana Lo Stato Dell’Arte, il suo primo singolo “Diario” è stato presentato all’interno del programma “Che ci faccio qui” su Rai3 in prima serata.

Ylenia Totino

L’evento è organizzato dalla costituente ATS, composta da GoMad Concerti Srls, Maurilio Cassata e Alessia Billitteri  per Utopia Srls e Carmelo Galati per Associazione Culturale Wilder – in collaborazione con Assessorato alla Cultura e Comune di Palermo -, giovani realtà imprenditoriali nell’ambito degli eventi culturali che hanno deciso di investire la propria esperienza e la propria passione a Palermo e in Sicilia. Il conduttore Sergio Friscia: «Sono felicissimo di poter trascorrere insieme ai palermitani e a tutti coloro che verranno a trovarci nella mia amata città nella splendida piazza Politeama, l’ultima notte dell’anno. Brinderemo a un 2023 di salute, di pace, di serenità, lo faremo con tanta musica e tante risate. E a proposito di musica, sarà una gioia condividere il palco con Francesco Gabbani, un grande cantautore e uno straordinario intrattenitore, pieno di energia e allegria. Sono certo che vivremo una serata fantastica, sul palco come tra il pubblico, sarà una grande festa tra amici, in una piazza gremita di famiglie. Invito tutti a partecipare e a divertirsi con noi. Il palco sarà una grande vetrina per bravissimi artisti siciliani che si esibiranno nel corso della serata. Non mancheranno delle graditissime sorprese. Parola d’ordine: divertimento!” E come dico sempre: “Grazie di cuore, Amici… siate felici!».

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.