Due siciliani tra i semifinalisti del Campiello Giovani

Poesia e racconti Si tratta di Eva Mascolino di Catania, 20 anni, che partecipa con "Je Suis Charlie" e Gabriele Terranova di Riesi (Caltanissetta), 20 anni, in gara con "Miseria". Prossime selezioni il 17 aprile a Verona. Il vincitore sarà proclamato il 12 settembre a Venezia

Locandina Premio Campiello

Locandina Premio Campiello

Si è chiusa la prima fase della 20° edizione del Campiello Giovani, il concorso letterario promosso dalla Fondazione Il Campiello e rivolto alle giovani e talentuose penne. La Giuria di Selezione del premio ha annunciato i 25 semifinalisti, scelti tra gli oltre 300 ragazzi tra i 15 e 22 anni che da tutta Italia hanno inviato il loro racconto nel periodo ottobre 2014 – gennaio 2015. I semifinalisti della 20^ edizione del Campiello Giovani provengono: dieci dal Veneto, quattro dalla Puglia, due dalla Campania, due dalla Toscana, due dalla Sicilia, uno dalla Calabria, uno dall’Emilia Romagna, uno dal Friuli Venezia Giulia, uno dalla Lombardia e uno dal Piemonte.

Le prossime fasi del concorso prevedono la selezione della cinquina finalista nel corso di uno spettacolo al Teatro Stabile di Verona il prossimo 17 aprile, condotto da Federico Basso, Gianni Cinelli e Davide Paniate, da Zelig. Per l’occasione, anche quest’anno la Fondazione il Campiello offrirà ai 25 semifinalisti l’opportunità di partecipare all’evento. Come da tradizione, infine, il vincitore verrà proclamato durante la conferenza stampa finale del Premio Campiello, quest’anno in programma sabato 12 settembre al Teatro La Fenice di Venezia.

«Il Campiello Giovani rappresenta un progetto culturale di ampio respiro: è un concorso letterario grazie a cui mettere in risalto il talento, la creatività e la sperimentazione dei giovani scrittori, ma anche un vero e proprio “laboratorio” con finalità didattico-culturali che vive nel corso di tutto l’anno per promuovere tra le giovani generazioni l’importanza della scrittura e della lettura», spiega Piero Luxardo, Presidente del Comitato di Gestione del Premio Campiello. «Negli anni il concorso è molto cresciuto, coinvolgendo ad oggi oltre 8000 studenti di molte regioni d’Italia, una partecipazione che ci gratifica e che evidenzia come il Campiello Giovani sia una vetrina sempre più ambita dagli aspiranti scrittori. Diverse e importanti le collaborazioni attivate dal Premio nel corso delle edizioni: anche quest’anno Eni, azienda da sempre attenta ai talenti emergenti, sarà partner esclusivo del Campiello Giovani, a sottolineare il profilo nazionale del Premio. Inoltre – conclude Luxardo – grazie alla collaborazione con il MIUR, da un paio d’anni il vincitore viene inserito nella giuria delle Olimpiadi di Italiano, e il vincitore delle Olimpiadi entra nella Giuria allargata del concorso».

La 20^ edizione del Campiello Giovani è stata lanciata ad ottobre 2014 e durante i tre mesi successivi ha dato luogo ad una serie di incontri didattico-promozionali svolti nelle scuole di diverse regioni italiane, con lo scopo di incoraggiare la partecipazione al concorso, ma soprattutto di promuovere la lettura e la scrittura: in tutto una quindicina di appuntamenti che hanno coinvolto circa 1500 ragazzi.

La formula del concorso, il più importante a livello nazionale, si articola in tre fasi: la prima è affidata a una Giuria di Selezione, composta da 12 giurati (finalisti e vincitori delle passate edizioni del Campiello Giovani, il Vincitore delle Olimpiadi di Italiano 2014 e Lettori di Case Editrici), incaricata di scegliere 25 racconti tra tutti quelli ammessi al concorso. La seconda fase, invece, è affidata ad un Comitato Tecnico, composto da esperti del settore, per la selezione dei cinque finalisti ed il vincitore del Riconoscimento estero. Il vincitore viene infine decretato dalla Giuria dei Letterati del Premio Campiello, in concomitanza con la Cerimonia finale del Premio.

Il Campiello Giovani si avvale del patrocinio e del sostegno della Regione Veneto, del patrocinio e della collaborazione del Muve, dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, della collaborazione dell’Associazione Nazionale dei Dirigenti e delle Alte Professionalità della Scuola, delle Olimpiadi di Italiano del Ministero dell’Istruzione, della rete dei Giovani Imprenditori di Confindustria, oltre a beneficiare del costruttivo interesse di molti presidi e docenti delle scuole.

Oltre ad Eni, il Concorso riceve il sostegno di: Banca Popolare di Vicenza, Manpower Group, Assicurazioni Generali, Gruppo Save, Fiera di Vicenza, Permasteelisa Group, Adacta Studio Associato e Grafiche Antiga.

I 25 RACCONTI SEMIFINALISTI DELLA 20^ EDIZIONE DEL CAMPIELLO GIOVANI

“Maria, la Canzone Triste” di Sofia Pia Annarelli di Foggia 15 anni; “Donna Di Bastoni” di Roberta Maria Antonello di Arcade (Tv) 19 anni; “Fuoco” di Clelia Attanasio di Nocera Inferiore (Sa) 20 anni; “Amore e Rivoluzione” di Lorenzo Bazzano di Pianezza (To), 18 anni; “Sapore di fragola di Alessandra Bellina di Conegliano (Tv), 21 anni; “Amélie fu” di Anja Boato di Padova, 19 anni; “Adão” di Giovanni Borraccia di Arezzo, 18 anni; “Ali di sale” di Rita Caputo di Troia (Fg), 15 anni; “Un fiore chiamato Iris” di Fiamma Elisa Cavinato di Campo San Martino (Pd), 17 anni; “(All’)Aurora sogna” di Feliciana Chiaradia di Villapiana (Cs),19 anni; “Pelle su pelle” di Silvia De Grandis di Castelfranco Veneto (Tv), 22 anni; “Come sempre” di Michael De Nuccio di Lucca, di 21 anni; “Il vento tra i pini” di Aureliano Delisi di San Giovanni In Persiceto (Bo), 21 anni, “Ilario dev’essere triste” di Raffaella Fornaciari di Padova, 21 anni; “Annalessi” di Francesca Giaccaglia di Ponte San Nicolo’ (Pd), 18 anni; “Quel giorno il sole sorse alle undiciezerozero” di Luca Leone di Santeramo In Colle (Ba), 21 anni; “Je Suis Charlie” di Eva Mascolino di Catania, 20 anni; “Questione di baffi” di Beatrice Mengato di Rubano (Pd), 15 anni; “L’universo accanto” di Loreta Minutilli di Bisceglie (Ba), 19 anni; “Omoide” di Cosimo Palma di Portici (Na), 22 anni; “Argilla” di Michela Petris di G. Zoppola (Pn), 20 anni; “Uroboro a fine cena” di Alessandro Redaelli di Seveso (Mb), 19 anni; “L’ultimo numero” di Giulia Sanguin di Padova, 17 anni; “Miseria” di Gabriele Terranova di Riesi (Cl) 20 anni; “Centoquattro ore” di Gio Maria Tessarolo di Romano D’ezzelino (Vi) 17 anni.

Eva Luna Mascolino - ph Marco Antonio D'Urso

Eva Luna Mascolino – ph Marco Antonio D’Urso

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.