Conversazione su Tiresia

Visioni Giovedì 19 settembre a Catania la proiezione dello spettacolo teatrale di e con Andrea Camilleri

Giovedì 19 settembre alle 19.30, nel “Cortile dell’Accoglienza” del Cinap di Catania verrà proiettata la ripresa televisiva dello spettacolo teatrale “Conversazione su Tiresia” scritto e interpretato da Andrea Camilleri, andato in scena al Teatro greco di Siracusa a giugno del 2018 con la regia di Roberto Andò.

L’iniziativa, promossa dal Centro per l’Integrazione attiva e partecipata dell’Università di Catania (Cinap) nell’ambito delle attività del ventennale dalla sua istituzione, è organizzata in collaborazione con il Teatro Stabile. L’ingresso è gratuito ma con prenotazione online tramite il sito internet del Cinap.

Andrea Camilleri a Siracusa in Conversazione su Tiresia

Andrea Camilleri a Siracusa in Conversazione su Tiresia

Prodotto dalla Palomar, lo spettacolo è stato proiettato nei cinema con la regia di Stefano Vicario e in tv con la regia televisiva di Roberto Andò e Stefano Vicario. La storia del mitologico indovino cieco Tiresia si intreccia con la storia personale dello scrittore siciliano, anche lui reso cieco dalla sua malattia. Nel corso della conversazione, Andrea Camilleri, impersonando Tiresia, dialoga con Omero, Orazio, Seneca, Sofocle, Dante, Apollinaire, T.S. Eliot, Virginia Woolf, Jorge Luis Borges, Ezra Pound, Cesare Pavese e Primo Levi nonché con Woody Allen che aveva fatto apparire Tiresia nel film “La dea dell’amore”, con Pier Paolo Pasolini, che lo aveva fatto apparire nel film “Edipo re” e con i Genesis che lo avevano citato in “The Cinema Show”, il brano con cui si apre lo spettacolo.

Dopo la proiezione, i docenti dell’Università di Catania Lina Scalisi e Alessandro De Filippo dialogheranno con il pubblico

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.