“Città sommersa” della torinese Marta Barone vince il Premio Vittorini di Siracusa

Premi e bandi Dopo sette anni di pausa forzata, il premio letterario siracusano riprende il proprio cammino nel segno delle donne. La scelta è stata operata dalla commissione di valutazione guidata dal presidente, l'italianista Antonio Di Grado. La cerimonia di consegna il 12 settembre nella Sala Ipostila del Castello Maniace. All'editore etneo Le farfalle il premio Arnaldo Lombardi che sarà consegnato venerdì 11 settembre a Palazzo Vermexio

Il Premio Letterario nazionale Elio Vittorini riprende da quest’anno il proprio cammino, dopo sette anni di pausa forzata, nel segno delle donne. La vincitrice di questa edizione di “ripartenza” è la scrittrice torinese Marta Barone con “Città sommersa” (Bompiani). La scelta è stata operata dalla commissione di valutazione delle opere in gara guidata dal presidente, l’italianista Antonio Di Grado e composta da cinque membri, tre designati dall’Associazione culturale Vittorini-Quasimodo (Domenica Perrone, Sarah Zappulla Muscarà e Carlo Truppi)  e da uno ciascuno individuati dal Comune di Siracusa (Daniela Sessa) e dalla Fondazione INDA (Marina Valensise). La cerimonia di consegna del Premio Vittorini si svolgerà sabato 12 settembre alle ore 19,30 nella Sala Ipostila del Castello Maniace, Siracusa. L’ingresso, in ottemperanza alle vigenti disposizioni in materia di prevenzione e contrasto alla diffusione del covid-19, sarà contingentato ed avverrà esclusivamente su prenotazione on line utilizzando lo specifico form pubblicato nella homepage del sito ufficiale nuovopremiovittorini.it.

Marta Barone

Il libro vincitore. “Questa storia ha due inizi: almeno due, perché, come tutto quello che ha a che fare con la vita è sempre difficile stabile cosa cominci e quando […]” (Marta Barone). Il ragazzo corre nella notte d’inverno, sotto la pioggia, scalzo, coperto di sangue non suo. Chiamiamolo L.B. e avviciniamoci a lui attraverso gli anni e gli eventi che conducono a quella notte. A guidarci è la voce di una giovane donna brusca, solitaria, appassionata di letteratura, e questo romanzo è memoria e cronaca del confronto con la scomparsa del padre, con ciò che è rimasto di un legame quasi felice nell’infanzia felice da figlia di genitori separati, poi fatalmente spinoso, e con la tardiva scoperta della vicenda giudiziaria che l’ha visto protagonista. Chi era quello sconosciuto, L.B., il giovane sempre dalla parte dei vinti, il medico operaio sempre alle prese con qualcuno da salvare, condannato al carcere per partecipazione a banda armata? E perché di quel tempo – anni prima della nascita dell’unica figlia – non ha mai voluto parlare? Testimonianze, archivi e faldoni, ricordi, rivelazioni lentamente compongono, come lastre mescolate di una lanterna magica, il ritratto di una persona complicata e contraddittoria che ha abitato un’epoca complicata e contraddittoria. Torino è il fondale della lotta politica quotidiana con le sue fatiche e le sue gioie, della rabbia, della speranza e del dolore, infine della violenza che dovrebbe assicurare la nascita di un avvenire radioso e invece fa implodere il sogno del mondo nuovo generando delusione e rovina. Il romanzo di un uomo, delle sue famiglie, delle sue appartenenze, la sua vita visitata con amore e pudore da una figlia per la quale il mondo si misura e si costruisce attraverso la parola letta e scritta.

Attribuito anche il Premio per l’Editoria Indipendente Arnaldo Lombardi, istituito da quest’anno per rendere omaggio alla memoria dell’editore e promotore culturale, oltre che ideatore nel 1996 del Premio Vittorini. La stessa Commissione di valutazione ha designato vincitore – dopo l’esame dei cataloghi in gara – la casa editrice Edizioni Le Farfalle, con sede a Valverde, un piccolo paese alle pendici dell’Etna con a capo il suo storico fondatore e titolare, il poeta Angelo Scandurra. La cerimonia di consegna del Premio Lombardi si svolgerà venerdì 11 settembre alle ore 18,30 nel Salone Paolo Borsellino  di Palazzo Vermexio, Siracusa. Durante la stessa serata avverrà anche il conferimento, post mortem, della cittadinanza onoraria di Siracusa ad Arnaldo Lombardi.

Angelo Scandurra

Un riconoscimento speciale fuori concorso del comitato organizzatore andrà, infine, alla casa editrice  “Sampognaro & Pupi” di Siracusa, per il progetto “Serafiche frequenze”, un libro di racconti brevi scritti da diversi autori il ricavato del quale servirà per dotare di un defibrillatore un istituto scolastico di Siracusa che ne è attualmente privo.  Anche per la cerimonia di consegna del Premio Lombardi l’ingresso, in ottemperanza alle vigenti disposizioni in materia di prevenzione e contrasto alla diffusione del covid-19, sarà contingentato ed avverrà esclusivamente su prenotazione on line utilizzando lo specifico form pubblicato nella homepage del sito ufficiale nuovopremiovittorini.it .

Il Premio Letterario azionale Elio Vittorini e il Premio per l’Editoria Indipendente Arnaldo Lombardi sono promossi dall’Associazione Culturale Vittorini – Quasimodo assieme al Comune di Siracusa, alla Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Siracusa, alla Confcommercio Siracusa, alla Fondazione INDA e con il sostegno della Camera di Commercio del Sud-Est.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.