“Blocco”, Skinny e il sogno del riscatto dei ragazzi di Librino

Musica Nuovo singolo per il giovane rapper catanese che torna sulla scena con "Blocco", prodotto per la prima volta da TempoXso. La canzone è un chiaro riferimento al quartiere periferico catanese di Librino, che ha adottato il rapper e che oggi Skinny è fiero di rappresentare. Nella canzone, l'artista racconta come sia possibile emanciparsi dal contesto in cui si è cresciuti. Basta avere un sogno da inseguire

Dopo un’estate ricca di hit e successi, ma anche dei tanti attesi live, il rapper siciliano Skinny torna sulla scena con un nuovo singolo, prodotto per la prima volta da TempoXso. Si chiama “Blocco” ed è stato registrato in uno studio di Bari, ma il riferimento non può che essere al quartiere catanese di Librino, che ha adottato il rapper e che oggi Skinny è fiero di rappresentare. È proprio tra le strade e i palazzi grigi del quartiere che Skinny e la sua crew hanno deciso di girare il video, sempre più strutturato e ben fatto.  

Nella canzone, disponibile da oggi sui digital stores e su YouTube – dove l’artista ha appena aperto un nuovo canale in cui i fan potranno seguirlo -, Noà Magro (questo il vero nome del 17enne rapper catanese) racconta come sia possibile emanciparsi dal contesto in cui si è cresciuti. Basta avere un sogno da inseguire. Basta crederci e impegnarsi per realizzarlo. Proprio come è successo a lui, che continua ad avere riscontri del suo successo.

Skinny

Questa settimana “Blu bandana”, tra i pezzi più apprezzati dai fan, è entrata nella playlist di Spotify Plus Ultra, dedicata all’hip hop italiano. La stessa piattaforma ha dedicato uno spazio a Skinny anche su Instagram, oltre a mantenere nella top chart “Pregiudicati” e “Blu bandana”, che da mesi continuano a essere tra i brani più ascoltati.

Skynny e i ragazzi di Librino

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.