“Bandolero” di Skinny, cronaca trap di un mondo fatto di droga e violenza

Musica Successo per “Bandolero”, il video tendenza di Skinny. In "Bandolero" Skinny racconta, come sempre, la realtà che lo circonda, senza erigersi a giudice ma mostrando al mondo delle verità che sono sotto gli occhi di tutti. Il giovane trapper catanese inaugura anche la stagione dei live, tra mascherine e distanziamento (concerto il 13 luglio al Jungle Disco di Giardini Naxos)

È online dal 5 agosto su tutte le piattaforme streaming e il video, uscito subito dopo su YouTube, è rimasto tra le tendenze YouTube Italia per quattro giorni. Stiamo parlando di Bandolero, il nuovissimo singolo di Skinny, rapper siciliano che è ormai un fenomeno per agli artisti indipendenti e tra i giovanissimi. In Bandolero Skinny racconta, come sempre, la realtà che lo circonda, senza erigersi a giudice ma mostrando al mondo delle verità che sono sotto gli occhi di tutti. Fingere che non esistano è ipocrisia, la droga e lo spaccio sono fenomeni che non si sentono solo in tv, ma accadono quotidianamente attorno a noi e possono interessare il nostro vicino di casa, il conoscente, l’amico.

Per questo il rapper siciliano richiama l’attenzione su questa realtà, raccontando come spesso, nella società, è più facile avere successo, fare fortuna o uscire dalla povertà o da situazioni difficili non sempre attraverso il lavoro onesto, ma mettendosi in gioco e rischiando ogni giorno. E lo fa utilizzando le parole e le immagini, in un video che vanta una produzione più importante e una regia attenta a tutti i dettagli: dai costumi alla location al numeroso cast coinvolto nelle riprese. 

Un frame del video di “Bandolero” di Skinny foto di Andrés Juan Suarez

Per accompagnare il testo di Skinny, infatti, è stato ricreato in una campagna di Lentini l’ambiente in cui operano i bandoleros messicani. Un camper dove viene prodotta la droga, sullo stile della fortunata serie tv Breaking Bad.  

E con Bandolero si chiude il capitolo delle canzoni scritte durante la quarantena. Ora Skinny valuterà l’ipotesi di comporre nuova musica, oltre a mettersi in gioco con i live. In questo momento di grande indecisione, infatti, la scelta è quella di non far fermare il mondo della musica e tutto il comparto che lavora per i concerti. Il primo live si è svolto lo scorso 5 agosto e ha visto la partecipazione di tanti giovani che non vedevano l’ora di incontrare il loro idolo dal vivo. Giovedì 13 agosto al Jungle Disco di Giardini Naxos un nuovo evento in cui si terrà particolarmente in considerazione la salute dello staff e del pubblico, con l’uso obbligatorio delle mascherine e diversi accorgimenti per evitare assembramenti prima, dopo e durante lo show. 

Skinny, all’anagrafe Noà Magro, è un giovanissimo rapper catanese che in pochissimo tempo si è fatto largo tra gli emergenti più in vista del panorama musicale italiano. Si avvicina alla cultura hip hop all’età di 12 anni attraverso la passione per il writing e per il freestyle. L’amore per il rap si sviluppa negli anni, ma solo nel 2019 incide i suoi primi pezzi. È l’anno della svolta, con una decisione importante: abbandonare gli studi per inseguire il proprio sogno. Dopo mesi di registrazioni e provini, nell’agosto dello stesso anno esce il suo primo brano, “Pregiudicati”, che registra già da subito un enorme successo e lo consacra come il più giovane artista siciliano ad aver raggiunto un traguardo così ambito.  

Artista indipendente, Skinny confeziona un traguardo dietro l’altro. Sebbene non abbia ancora raggiunto la maggiore età, l’artista ha all’attivo hit con numeri da capogiro. “Pregiudicati”, singolo d’esordio, raggiunge più di 5 milioni di views su YouTube in meno di un anno ed entra nella classifica Viral Italy di Spotify. Il suo canale YouTube totalizza decine di migliaia di iscritti. Altri pezzi che hanno superato il milione di visualizzazioni su YouTube sono “Criminale”, con oltre 2 milioni di visualizzazioni, e “Blu Bandana”, che ha raggiunto 1 milione e 700 views. “Quatteri Freestyle”, invece, uscita lo scorso luglio, ha raggiunto l’11 posizione sulle tendenze YouTube Italia. 

In molte delle playlist ufficiali di Spotify sono inseriti i suoi brani e una di queste utilizza come copertina proprio la sua immagine. Nei suoi testi l’artista racconta la vita che lo circonda, il quartiere che lo ha visto crescere e le esperienze delle persone che ha incontrato e incontra ogni giorno, che hanno caratterizzato la crudità di ciò che scrive. La cura per ogni progetto grafico, l’attenzione ai minimi particolari di ogni foto, video e copertine, fa di Skinny un artista attento ad ogni sfaccettatura della propria musica e della propria immagine, tanto da aver suscitato, oltre l’interesse del pubblico, quello della stampa locale e nazionale.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.