martedì 24 ottobre 2017

martedì 24 ottobre 2017

MENU

Tag mafia

Giacomo Cacciatore: «Emanuele Piazza vittima di una Palermo che non perdona la fantasia»

Tra realtà e finzione, lo scrittore palermitano ha costruito “Uno sbirro non lo salva nessuno. La vera storia di Emanuele Piazza, il Serpico palermitano" sull'assenza dell'ex poliziotto che nel 1990 finì vittima della lupara bianca armata da un intrigo di servizi segreti, mafia, omertà, e amicizie tradite: «Emanuele amava Serpico, ho creato aperture più letterarie su di lui che immagina di rivivere scene del film»

Ultima modifica 24 ottobre 2017 11:31

Manuela Ventura: «Con Fava e Chinnici mi sono riappropriata della nostra storia di siciliani»

L'attrice catanese ha concluso due set di film tv su due uomini - il giornalista e scrittore Pippo Fava e il magistrato Rocco Chinnici - uccisi dalle cosche per aver opposto la normalità della vita alla violenza mafiosa: «Quello che deve restare di questi film è che la nostra terra ha generato uomini e donne che hanno segnato una via da percorrere, nonostante tutto»

Ultima modifica 24 agosto 2017 13:23

Avvertimenti e minacce di morte contro la redazione catanese de "I siciliani giovani"

Media
Ultima modifica 21 luglio 2017 23:54

Palermo, il sindaco Orlando sul set della fiction su Rocco Chinnici

Visioni
Ultima modifica 14 luglio 2017 18:40

​La Fondazione Falcone indice un concorso per 10 borse di studio, domande entro il 28 luglio

Premi e bandi
Ultima modifica 03 luglio 2017 10:51

Con gli uomini del disonore la mafia uccide anche d'inverno

Venticinque anni dopo la strage di Capaci, in "Sicilian ghost story" Fabio Grassadonia e Antonio Piazza strappano la tragedia di Giuseppe Di Matteo dall'inferno terrestre per affidarla all'eterna fluidità della vita. Con quell'omicidio la mafia siciliana raggiunse l'apice di immoralità. Il film passa ai giovani il testimone di integrità morale in cui sperava Paolo Borsellino

Ultima modifica 21 maggio 2017 14:13
  12345