sabato 15 dicembre 2018

sabato 15 dicembre 2018

MENU

Tag mafia

«Racconto la Sicilia misteriosa che cela i più efferati delitti»

Lo scrittore calatino Domenico Seminerio parla de "L'autista di Al Capone", trasposizione romanzata della vicenda vera del messinese Placido Giacobbo, diventato Charles Jakoby negli Usa quando lavorò al servizio del boss mafioso: «Un personaggio emblematico della Sicilia del dopoguerra, delle oscure connessioni al riparo della riconquistata libertà»

Ultima modifica 08 novembre 2018 22:52

Maurizio Molinari: «L'identità nazionale in Sicilia è granitica come lo sguardo di Mattarella»

Per il direttore de La Stampa, autore del saggio Il ritorno delle tribù, sulla frammentazione dei gruppi di potere nel mondo islamico e in Occidente, l'Isola, strategica già militarmente ed ora commercialmente, deve alla componente antimafiosa del suo popolo il dna dello Stato: «L'esperienza nella lotta alla mafia è servita anche nella difesa contro il terrorismo islamico»

Ultima modifica 03 settembre 2018 21:13

Il 31 agosto Palermo ricorda il sacrificio di Vincenzo Spinelli, vittima di mafia

Società
Ultima modifica 28 agosto 2018 12:41

Solidarietà del mondo siciliano della stampa a Andrea Lodato e a Telecolor per le rivelazioni di attentati mafiosi

L'Isola e i media
Ultima modifica 31 maggio 2018 22:35

"Prima che la notte", cronaca dell'inutile omicidio di Pippo Fava

Il 23 maggio, su Rai Uno, va in onda il film di Daniele Vicari con Fabrizio Gifuni nei panni del giornalista ucciso dalla mafia, racconto di un personaggio complesso che ha sposato la causa della ricerca della verità fino alle estreme conseguenze. Il regista: «Feroce l’assassinio di Fava, ma tragicamente “inutile”, perché i suoi allievi ne hanno continuato l’opera»

Ultima modifica 28 maggio 2018 12:04

E il maggio siciliano antimafia è rimasto solo un inizio

Mezzo secolo dopo il “Ce n'est qu'un début” del '68 francese, registriamo in Occidente il mezzo fallimento del più importante moto di rivolta della storia recente. "Quasi" 26 anni dopo il maggio siciliano di rivolta alle stragi mafiose registriamo che ancora oggi, a Palermo, non si appendono ai balconi i lenzuoli della legalità. La strada da percorrere è ancora lunga

Ultima modifica 19 maggio 2018 19:33
  1234567