“Sorsi di Sicilia: un tour di emozioni” la guida che coniuga il bello e il buono

Il Movimento del Turismo del Vino ha presentato in Sicilia, dopo il successo riscontrato lo scorso anno al Vinitaly “Sorsi di Sicilia: un tour di emozioni”, un utile vademecum per viaggi che coniugano il bello al buono, il gusto al piacere dell’ospitalità, l’arte e la storia al vissuto delle aziende vitivinicole in Sicilia. Promossa dal Movimento del Turismo del Vino-Sicilia e realizzata da Rosa D’Eventi Wine& Food Tour, la guida, la prima in Italia tradotta anche in inglese “racconta” in 180 pagine ricche di annotazioni ed immagini, il contesto storico, culturale ed artistico dell’Isola attraverso la realtà produttiva delle aziende vitivinicole aderenti al Movimento.

Sorsi di Sicilia

«I viaggiatori premiano la Sicilia, come una delle prime cinque destinazioni europee per turismo del vino- scrive Magda Antonioli Corigliano, direttore del master in Economia del Turismo Università Bocconi – e questo dato è di per sé indicativo del ruolo di tutto rilievo delle produzioni vitivinicole per lo sviluppo turistico della regione».

A supporto di questa tesi alcuni dati significativi: la manifestazione “Cantine Aperte”, promossa dal Movimento del Turismo del Vino Italia ha fatto registrare nell’edizione 2014, un boom di presenze, in prevalenza giovani, di oltre 20mila visitatori nelle aziende siciliane che aderiscono al Movimento. «Produttori sì ma soprattutto interpreti dell’unicità di territori, capaci -dice Elio Savoca, presidente del Movimento del Turismo del Vino Sicilia- di regalare le emozioni di un vino e di un luogo in cantine dove il turista diventa protagonista di un momento irripetibile».

“Sorsi di Sicilia: un tour di emozioni” è un viaggio per conoscere tappa dopo tappa i luoghi vitivinicoli ed i suoi stessi produttori in linea con l’obiettivo del Movimento. Non soltanto un semplice vademecum per wine lovers, ma è la proposta di conoscere una Sicilia “altra”, lontana dai soliti luoghi comuni. Provincia per provincia, nella guida sono segnalate le aziende, giovani e storiche, associate al Movimento del Turismo del Vino Sicilia che schiudono inediti itinerari di viaggi. «L’obiettivo -dice Anna Salamone, di Rosa d’Eventi Wine & Food Tour– è quello di valorizzare le aziende nel contesto territoriale di appartenenza, segnalando oltre la cantina con relativi numeri telefonici, siti e coordinate gps, anche la presenza di siti archeologici, culturali ed ambientali per un’offerta turistica integrata in grado di catturare l’unicità di ogni azienda».
La guida è suddivisa per itinerari: “Sapori di viaggio” comprendente le province di Palermo e Trapani, un lungo viaggio da Pantelleria a Castelbuono; “Perle dell’Etna e Isole Eolie” che comprende le province di Catania e di Messina; “Profumi del Gattopardo” che abbraccia il territorio di Agrigento, Caltanissetta ed Enna; “Bontà Barocche” riguarda, invece, le province di Ragusa e Siracusa. Complice un calice di vino siciliano e l’accoglienza certificata delle aziende associate al MTV, l’intento è quello di raccontare una Sicilia operosa, intraprendente, capace di legare l’impresa alla tutela del patrimonio di biodiversità enologica, culturale ed ambientale. Di facile consultazione, include solo tappe “gourmet”, dagli oleifici alle aziende casearie a quelle di produzioni di prodotti tipici. Con l’obiettivo di creare una rete di collaborazione tra le eccellenze e tipicità del territorio per la costruzione di una piattaforma che comprenda enoturismo e terroir. All’interno, infatti, anche i golf resort,i luoghi della movida, agriturismi, Bed &Breakfast e ristoranti, selezionati con l’obiettivo di fare in modo che il soggiorno in Sicilia sia un’esperienza unica ed indimenticabile in termini di qualità. Nel solco di una tradizione che fa di questa terra un’Isola accogliente.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.