Simona Consoli è la nuova direttrice del Cutgana di Catania

Sugnu Sicilianu La docente, ordinario di Idraulica Agraria e Sistemazioni Idraulico Forestali al Dipartimento di Agricoltura, sarà alla guida del centro di ricerca per il prossimo quadriennio

La docente Simona Consoli, ordinario di Idraulica Agraria e Sistemazioni Idraulico Forestali al Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente dell’Università di Catania, è la nuova direttrice del Centro Universitario per la Tutela e Gestione degli Ambienti Naturali e degli Agro-ecosistemi (Cutgana) dell’ateneo catanese.
Delegata alla ricerca del Di3A e presidente del corso di laurea in “Pianificazione e Tutela del Territorio e del Paesaggio”, la docente è stata eletta nei giorni scorsi dal consiglio del Cutgana alla guida del centro di ricerca per il prossimo quadriennio.


La prof.ssa Consoli – già coordinatrice del dottorato di ricerca internazionale in Ingegneria agraria, associata della rivista “Agricultural Water Management” di Elsevier e accademica aggregata dell’Accademia dei Georgofili di Firenze -, a seguito dell’elezione, ha illustrato le linee programmatiche del suo mandato e le modalità con cui intende condurre la direzione del centro di ricerca fino al 2026.
Il Cutgana è un centro di ricerca multidisciplinare che ha tra i suoi obiettivi la promozione e il coordinamento di attività di ricerca volte alla pianificazione, gestione, tutela e valorizzazione degli ambienti naturali e degli agro-ecosistemi. Grazie al carattere interdisciplinare della sua composizione, il centro si avvale di importanti expertise e di collaborazioni nazionali ed internazionali di valore.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.