Roy Paci Valelapena Instore Tour

Eventi Il 6 ottobre a Catania e il 7 a Palermo il trombettista augustano e gli Aretuska presentano il loro ultimo album "Valelapena"

Roy Paci arriverà in Sicilia per presentare, con uno showcase nelle Feltrinelli di Catania e Palermo, il suo nuovo album di inediti “Valelapena” (Etnagigante/Artist First). Venerdì 6 ottobre sarà a La Feltrinelli di Catania (Via Etnea, 285 – inizio ore 18) e sabato 7 ottobre sarà invece a La Feltrinelli di Palermo (Via Cavour, 133 – inizio ore 18). Album di grande svolta, rinnovato nei suoni, “Valelapena” mantiene alta la tensione tra musica e parole e rivela un Roy Paci più maturo, sia nello sperimentare nuovi modi di usare la voce, sia nel rinnovare il suono di una band che nasce fortemente radicata negli anni Novanta e che non ha mai smesso di evolversi musicalmente.

«Un disco che parla di mondi diversi che pur si somigliano, di oceani che sembrano dividere e invece uniscono, perché conoscere l’altro significa non averne paura – afferma Roy Paci – Un disco nel quale trovano spazio le storie personali, la gratitudine nei confronti del proprio vissuto, con la consapevolezza di un approccio maturo che fa riflettere sulla vita e su come nonostante tutto ci si possa sempre trovare ad affermare che sì, “Valelapena”».

Roy Paci e Aretuska

Roy Paci e Aretuska in Valelapena

“Valelapena” è un album corale, nato dalla collaborazione nei Posada Negro Studios di Lecce con molti dei musicisti Aretuska – in primis con il chitarrista John Lui e con la voce Moreno “Emenél” Turi – e con altri compagni di viaggio, tra cui Daniele Silvestri, autore di due brani (Tira e No Stop), Deuce Eclipse (Bang Data), ospite in Destino Sudamerica, Ivan Nicolas, talentuoso cantante irlandese autore del testo di “Medicine Man”, Dub FX, autore di una strofa del brano “Ipocrita” – ispirato allo stile di Primo Brown, indimenticabile voce dei CorVeleno, e ancora Davide Rossi con i suoi archi inconfondibili in “Medicine Man”,“Valelapena” e “Augusta”. L’album si avvale del sapiente lavoro del produttore spagnolo Dani Castelar (Paolo Nutini, The Waterboys, Snow Patrol, REM, Bloc Party, Michael Jackson). Questa la tracklist di “Valelapena”: “Makué”, “Tira”, “Destino Sudamerica”, “No Stop”, “Revolution”, “Ipocrita”, “Medicine Man”, “Beautiful Like The Sunshine”, “Valelapena” e “Augusta”.

Dopo il sound accattivante ed energico del primo singolo, “Tira” (disponibile in tutti gli store digitali e le piattaforme streaming), in “Revolution” il concetto di importanza delle azioni collettive si fa sostanza musicale e prende corpo in un ritornello corale che rimanda al canto tribale. “Un inno di rivoluzione cosciente” secondo Moreno “Emenél” Turi, autore del testo. Musicalmente, il brano è figlio di una lettura in chiave moderna della Makossa camerunense, con un sound rinnovato, a cui Roy Paci abbina una sezione fiati ispirata dal suono delle Wedding Band di Jaipur, con un tipo di arrangiamento che ha potuto apprezzare durante un suo viaggio in India.

Nato nel 1997, dalla mente vulcanica di Roy Paci, il progetto Aretuska inizia a muovere i suoi passi con un repertorio strumentale composto da cover di gruppi storici della scena ska e rocksteady, affiancate ai più conosciuti standard jazz. È del 2001 il loro primo album “Baciamo le mani” che pone le basi per un sound che la band esporterà in tutta Italia e nel resto del mondo, e vede Roy Paci per la prima volta ricoprire il ruolo di crooner. Un potente mix di rocksteady, ska, soul, funk e melodie mediterranee, che in venti anni di attività e sei album, arriva a toccare le vette di “SuoNoGlobal” – l’album dal quale è stato estratto il singolo “Toda Joia Toda Beleza” con la partecipazione di Manu Chao – riuscendo a non perdere mai di vista la tradizione, senza rinunciare a un continuo rinnovamento.

Roy Paci, foto di Youness Taouil

Roy Paci & Aretuska vantano un’intensa attività live che non conosce confini e che negli anni porta la band a esibirsi con successo su piazze internazionali e palchi importantissimi come il Womad Reading Festival, il Sziget Festival in Ungheria e il Blue Frog Festival di Mumbay. Sono protagonisti anche di svariate partecipazioni a programmi televisivi, da Stasera pago io (Fiorello – Rai1) a Markette (Piero Chiambretti – La7). Nel 2006 entrano come band ufficiale nel cast della trasmissione “Zelig”, in onda su Canale 5, di cui Roy Paci è anche direttore musicale. I brani “Viva La Vida”, “Toda Joia Toda Beleza” e “Defendemos La Alegria” saranno la sigla dei tre anni di partecipazione al programma.

RoyPaci & Aretuska - ph Manuela Liotto

Dal 2011 al 2014, la band continua a calcare i palchi delle piazze italiane e dei festival europei, il sound viene rinnovato e impreziosito grazie all’introduzione dell’elettronica, a consolidare la potenza sempre espressa durante i live. Pochissimi gruppi italiani possono vantare tour così articolati e capillari e performance che riscuotono, non solo negli aficionados, sempre grandi entusiasmi.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.