Premio Martoglio, ecco i premiati dell’edizione della “resilienza”

Premi e bandi L’edizione di quest’anno - in calendario il 6 settembre a Belpasso - del premio organizzato dal Circolo Athena con la consulenza scientifica dell’Istituto di Storia dello Spettacolo Siciliano e il patrocinio del Comune di Belpasso - celebra il ritorno alla normalità dopo la fase più dura della pandemia e premia personalità e istituzioni della cultura - ma anche figure emblematiche dell’imprenditoria -, che alla crisi hanno reagito opponendo idee, dialogo e confronto, immaginazione e creatività

È l’anno della ‘resilienza’ al Premio Letterario Internazionale “Nino Martoglio”, giunto al suo 35esimo anno di vita, un traguardo importante che ne consacra storia, maturità e autorevolezza. L’edizione di quest’anno celebra il ritorno alla normalità dopo la fase più dura della pandemia e premia personalità e istituzioni della cultura – ma anche figure emblematiche dell’imprenditoria -, che alla crisi hanno reagito opponendo la forza delle idee, lo strumento pacifico del dialogo e del confronto, le infinite risorse spirituali dell’immaginazione e della creatività.

Nino Martoglio

Giovanna Giordano, foto di Carmelo Bongiorno

La giuria del XXXV Premio Letterario Internazionale “Nino Martoglio”, presieduta da Sarah Zappulla Muscarà (Università di Catania) e composta da Rita Nicoloso (presidente del Circolo Athena), Daniele Motta (sindaco del Comune di Belpasso), Domenico Tempio (editorialista de “La Sicilia”), Vicente González Martín (Università di Salamanca), ha così assegnato il Martoglio 2022 nelle sue diverse sezioni: letteratura, Giovanna Giordano per il romanzo Il profumo della libertà (Mondadori, 2021); saggistica, Paolo Di Paolo per il volume scritto in coppia con Claudio Magris Inventarsi una vita. Un dialogo (La nave di Teseo, 2022); giornalismo, Antonello Piraneo, direttore del quotidiano “La Sicilia”; Athena, Giuseppe Condorelli, titolare dell’omonima industria dolciaria; spettacolo, Teatro Massimo Bellini di Catania nelle persone del Commissario Straordinario Daniela Lo Cascio e del Sovrintendente Giovanni Cultrera; e Teatro Stabile di Catania nelle persone della presidente Rita Gari e del direttore Luca De Fusco.

Presentata dalla giornalista Flaminia Belfiore, con le letture dell’attrice Agata Longo, la cerimonia di consegna dei premi si svolgerà martedì 6 settembre, con inizio alle ore 19.30, al Cortile Russo Giusti (Via II Retta Levante, 171) a Belpasso).

Giuseppe Condorelli

Organizzato dal Circolo Athena con la consulenza scientifica dell’Istituto di Storia dello Spettacolo Siciliano e il patrocinio del Comune di Belpasso, e istituito per rievocare la straordinaria stagione culturale del Novecento attraverso il genio multiforme di uno dei suoi protagonisti più illustri, il grande Nino Martoglio, il Premio promuove e valorizza l’identità della Sicilia attraverso il confronto con le voci più autorevoli del mondo della cultura, del giornalismo e dello spettacolo. L’apertura del Premio ad un orizzonte internazionale esprime la volontà di recuperare l’antica vocazione siciliana a farsi centro di incontri e di scambi culturali nell’area del Mediterraneo.

Luca De Fusco

Luca De Fusco, direttore del Teatro Stabile di Catania

«L’edizione 2022 vuole essere di buon auspicio per un ritorno definitivo alla normalità dopo gli anni critici della pandemia – dichiara la presidente della giuria Sarah Zappulla Muscarà -. Abbiamo premiato, tra gli altri, le maggiori istituzioni culturali del nostro territorio che, pur fra innumerevoli difficoltà, sono state per la comunità un solido riferimento, fonte necessaria e nutrimento indispensabile della fantasia, della bellezza e della speranza del futuro».

Sarah Zappulla Muscarà

Tra i premiati delle scorse edizioni che arricchiscono il prestigioso Albo d’Oro del Premio compaiono Giuseppe Bonaviri, Andrea Camilleri, Vincenzo Consolo, Gesualdo Bufalino, Roberto Andò, Antonio Troiano, Gianrico Carofiglio, Paolo Di Stefano, Silvana Grasso, Simonetta Agnello Hornby, Massimo Gramellini, Turi Ferro, Leo Gullotta. Nel corso dei suoi 35 anni di vita, il Martoglio si è fatto autorevolmente spazio nel panorama internazionale dei premi letterari, affermandosi per una sua peculiare originalità: al servizio del libro e del valore della lettura, il premio non si esaurisce nella fase ufficiale della cerimonia conclusiva, ma esercita una costante funzione di osservatorio culturale. L’unicità del Martoglio consiste nella disponibilità dei premiati a destinare la somma ricevuta all’acquisto di libri che vengono sorteggiati fra il pubblico intervenuto alla manifestazione. I numerosi volumi distribuiti danno così l’opportunità di approfondire la conoscenza dei premiati, sollecitando un dialogo ideale con scrittori ed intellettuali attraverso la lettura delle loro opere.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.