Peppe Servillo & Solis String Quartet

Eventi Sabato 24 novembre a Messina con lo spettacolo "Presentimento"

Reduce dalla partecipazione al Festival di Sanremo 2018, il maestro Peppe Servillo ed i Solis String Quartet, con lo spettacolo “Presentimento”, andranno in scena sabato 24 novembre alle ore 18 al Palacultura di Messina

Peppe Servillo e i Solis String Quartet

Una serata di alto spessore musicale, nella quale l’interpretazione teatrale di Peppe Servillo accompagnerà l’andamento cameristico dei violini di Vincenzo Di Donna e Luigi De Maio, della viola di Gerardo Morrone, del cello e chitarra di Antonio Di Franci.
Il concerto in programma è un omaggio alla cultura e alla canzone classica napoletana da parte di una delle figure di riferimento, insieme al fratello attore Tony, della napoletanità contemporanea.
A distanza di tre anni da “Spassiunatamente” che aveva visto per la prima volta Peppe Servillo ed i Solis String Quartet affrontare con il dovuto rispetto capolavori della canzone classica napoletana, è tempo di “Presentimento” che può essere considerato a tutti gli effetti la naturale prosecuzione di un progetto che non smette di spaziare all’interno di un immenso panorama musicale, senza cercare di circoscriverlo a un periodo o a un autore. Un evento unico nel suo genere, che propone una lettura raffinata e popolare di un repertorio di classici che vanno da Raffaele Viviani ad E. A. Mario fino a Renato Carosone.
Maruzzella, Che t’aggia di, Dicitencello vuie, O’ Munastero ‘e Santa Chiara, Te voglio bene assai, Te vurria vasa, Guapparia, O surdato ‘nnamurato, Dove sta Zazà : la lista di autori e canzoni testimonia l’entità di uno spettacolo tra musica e teatro.

Commenti

Post: 0

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.