Gli anni al contrario

Eventi La scrittrice messinese Nadia Terranova presenta alla Feltrinelli Point della sua città natale, giovedì 5 febbraio, il suo romanzo edito da Einaudi Stile Libero con Caterina Pastura e Giovanni Raffaele

Messina, 1977. Aurora, figlia del fascistissimo Silini, ha sin da piccola l’abitudine di rifugiarsi in bagno a studiare, per prendere tutti nove immaginando di emanciparsi dalla sua famiglia, che le sta stretta. Giovanni è sempre stato lo scavezzacollo dei Santatorre, ce l’ha con il padre e il suo «comunismo che odora di sconfitta», e vuole fare la rivoluzione. I due si incontrano all’università, e pochi mesi dopo aspettano già una bambina. La vita insieme però si rivela diversa da come l’avevano fantasticata. Perché la frustrazione e la paura del fallimento possono offendere anche il legame piú appassionato. Perché persino l’amore piú forte può essere tradito dalla Storia.

Nadia Terranova, Gli anni al contrario

Einaudi Stile Libero pubblica “Gli anni al contrario” il romanzo dell’autrice messinese Nadia Terranova, che narra la storia di un uomo e una donna che si amano, ma sono incapaci di sopravvivere all’utopia di un mondo da salvar. Il romanzo sarà presentato al Feltrinelli Point Messina giovedì 5 febbraio alle ore 18. Dialogheranno con l’autrice Caterina Pastura e Giovanni Raffaele.

Nadia Terranova (1978) è nata a Messina e vive a Roma. Tra i suoi libri, “Bruno. Il bambino che imparò a volare” (Orecchio Acerbo 2012, illustrazioni di Ofra Amit) che ha vinto il Premio Napoli e il Premio Laura Orvieto ed è stato tradotto in Spagna. Collabora con “IL Magazine” e “pagina99″. “Gli anni al contrario” è il suo primo romanzo.

Commenti

SicilyMag è un web magazine che nel suo sottotestata “tutto quanto fa Sicilia” racchiude la sua mission: racconta quell’Isola che nella sua capacità di “fare”, realizzare qualcosa, ha il suo biglietto da visita. SicilyMag ha nell’approfondimento un suo punto di forza, fonde la velocità del quotidiano e la voglia di conoscenza del magazine che, seppur in versione digitale, vuole farsi leggere e non solo consultare.

Per fare questo, per permettere un giornalismo indipendente, un’informazione di qualità che vada oltre l’informazione usa e getta, è necessario un lavoro difficile e il contributo di tanti professionisti. E il lavoro in quanto tale non è mai gratis. Quindi se ci leggi, se ti piace SicilyMag, diventa un sostenitore abbonandoti o effettuando una donazione con il pulsante qui di seguito. SicilyMag, tutto quanto fa la Sicilia… migliore.