domenica 22 ottobre 2017

domenica 22 ottobre 2017

MENU

Peace Drums, dalla Sicilia batte il ritmo del Mediterraneo di pace

Musica

Il 23 settembre partirà da Sant'Alessio Siculo, con il suo ideatore Filippo Sciacca, il concerto-diffuso che dalla Sicilia abbraccia il Mediterraneo in segno di pace. Anche Lampedusa partecipa, con l'esibizione di Francesco Taskayali. Raccolta fondi per comprare strumenti per l'Istituto omnicomprensivo Pirandello di Lampedusa e per il conservatorio di Damasco


di Redazione SicilyMag

Peace Drums è un concerto-diffuso che veicola con la musica i valori della pace, del dialogo e dell’accoglienza. Sabato 23 settembre, alle 20.30, partirà da Sant'Alessio Siculo e poi da Lampedusa e in successione si propagherà verso una moltitudine di luoghi del Mar Mediterraneo. Alle 20.30 Filippo Sciacca - ideatore del progetto – da Sant'Alessio Siculo darà il primo battito di cuore del Mediterraneo a cui seguiranno tutti gli altri. Bella notizia dell’ultima ora è quella che è stata salvata anche la tappa a Lampedusa dove suonerà Francesco Taskayali che, grazie al supporto del Festival delle Generazioni, alle 21.30 da Piazza Brignone farà risuonare di pace l’isola, porta del Mediterraneo.

PeaceDrums inizia e parte da Sant'Alessio Siculo. Migliaia di batterie scambiano da costa a costa, rendendo il battito cardiaco in un impulso di pace al ritmo della musica. Il punto di partenza per la comunicazione sarà la spiaggia. La musica invierà un messaggio di pace, schiavitù e amicizia tra le persone che affrontano lo stesso mare. Il mare che sarà il percorso per gli scambi culturali come sempre. Il progetto è aperto a chiunque vorrebbe partecipare alla notte del 23 settembre e aderire alla grande ondata di musica e pace. Quando i tamburi inizieranno a suonare a Sant'Alessio Siculo, altri batteristi, musicisti, dilettanti e professionisti risponderanno al battito. Questo dialogo attraverso il Mediterraneo sarà filmato e trasmesso in streaming sul web.
Roy Paci, Francesco Taskayali, Tony Esposito, Moses Concas, Paolo Marzocchi sono solo alcuni degli artisti che hanno deciso di aderire e sostenere il progetto, mentre dall’estero Chekib Ainar, Emmanuel Chrysis, Sylvia Ponchai, Jimphabul, Julien Saïman, Walid Bub, Dit Bohème, Nadjib Sellal, Qalid Kadi. Ad oggi, sono oltre 125 i luoghi che hanno aderito in maniera volontaria al progetto con contributi amatoriali e tutti da differenti paesi del Mediterraneo: 16 per l’esattezza, tra cui, insieme all’Italia, Palestina, Siria, Egitto, Grecia, Francia, Spagna, Tunisia, Emirati Arabi, Algeria, Slovenia, Croazia e Kenia, Argentina e la partnership USA con https://playingforchange.org/ E’ previsto l’intervento in diretta radio di Diego Bianchi (Zoro).

Clicca e vedi chi ha aderito a Peace Drums

A Palermo è stato pensato un incontro di giochi tra danza, voce e percussioni in cui chiunque può essere partecipante attiva/o, in cui 'accoglienza' (nel gioco ritmico) sia l'idea che sostiene l'evento. Un primo momento sarà condotto dagli allievi del percorso corpo-voce-ritmo del Progetto Artigiani Culturali, che accompagneranno poi al drum circle facilitato da Santo Vitale insieme all'Orchestra de La Bottega delle Percussioni. La Bottega metterà a disposizione 50 strumenti, ma chi vuole unirsi all'evento può anche portare il proprio tamburo! L'appuntamento per tutte/i è alle 19.30 davanti all'ingresso dello Spazio Tre Navate ai Cantieri culturali alla Zisa.


Peace Drums è ideato da Filippo Sciacca, esperto di marketing sostenibile, con la collaborazione del Festival delle Generazioni, EMMA for Peace (Euro-Mediterranean Music Academy) e da un team di professionisti. Al progetto è associata una raccolta fondi attraverso la piattaforma di crowdfunding Generosity di Indiegogo il cui ricavato servirà alla copertura dei costi dell’evento e all’acquisto di strumenti musicali per l’Istituto Omnicomprensivo L. Pirandello di Lampedusa e per il Conservatorio di Damasco. Dalle 20 alle 23 diretta di Radio 100 Passi su www.radio100passi.net e dall'app/player facebook: https://www.facebook.com/rete100passi/app/274735665882510/, musica live ed interventi in diretta dagli eventi e con i testimonial. Tutti contributi video che saranno inviati saranno disponibili sia sul nostro sito www.peacedrums.it , sulla nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/PeaceDrumsLampedusa con tag #Play4PeaceDrums @PeaceDrumsLampedusa e nella pagina di Rete 100 passi https://www.facebook.com/rete100passi/. Radio Popolare seguirà con lanci e interviste



© Riproduzione riservata
Pubblicato il 22 settembre 2017





TI POTREBBE INTERESSARE

Ecco D'acqua e di rosi, il canzoniere d'amore di Mario Incudine

E' uscito per Finisterre il primo dei quattro dischi che il cantautore ennese ha in programma entro un anno. Una romantica suite, una lunga lettera d’amore, una appassionata serenata tutta in lingua siciliana in 13 brani. In programma due nuove presentazioni, il 30 settembre a Siracusa e l'1 ottobre nella sua Enna

Palermo si avvolge in un mantello di musica con Piano City

Dal 29 settembre all'1 ottobre, dal centro storico alle più lontane periferie, sarà la musica di oltre 50 concerti a raccontare le trasformazioni del capoluogo siciliano

Un cartellone "trasversale" per Classica & Dintorni

Sarà Francesco Cusa & The Assassins, a Catania venerdì 29 settembre, a dare il via alla XIV stagione del Festival internazionale di musica da camera, jazz e tradizioni diretto da Ketty Teriaca

Il trionfo di Roberta Prestigiacomo al Trapani Pop Festival

La 28enne cantautrice trapanese ha vinto la prima edizione del contest organizzato dal Luglio Musicale Trapanese. La vincitrice porta a casa un premio in denaro di 4.000 euro e un suo concerto sarà inserito nel cartellone della stagione 2017-2018 degli Amici della Musica di Trapani. Inoltre, sarà prodotto un CD compilation contenente tutti i brani inediti dei partecipanti al festival

Underground di Giovanni Mattaliano, il suono oltre l'invisibile

L'1 settembre all'Oratorio di San Mercurio a Palermo la nuova opera del musicista palermitano, estemporanea musicale alla ricerca di istinti primordiali, avvolti dalla danza e dalle riflessioni di colori di scena risuonati dai ritmi di antiche percussioni. Mattaliano: «Cerco di materializzare l'invisibile attraverso la scena del suono e del movimento

Mario Incudine torna al disco e si fa in quattro

Il cantautore di origini ennesi torna "ai dischi". A settembre uscirà "D'acqua e di rosi", una raccolta di canzoni d'amore che sarà presentata in anteprima a Salina giovedì 10 agosto, a cui seguiranno altri tre progetti musicali: "Mimì", con i brani dello spettacolo dedicato a Domenico Modugno, un doppio album sulle serenate siciliane, e l'attesissimo disco di inediti