lunedì 11 dicembre 2017

lunedì 11 dicembre 2017

MENU

Peace Drums, dalla Sicilia batte il ritmo del Mediterraneo di pace

Musica

Il 23 settembre partirà da Sant'Alessio Siculo, con il suo ideatore Filippo Sciacca, il concerto-diffuso che dalla Sicilia abbraccia il Mediterraneo in segno di pace. Anche Lampedusa partecipa, con l'esibizione di Francesco Taskayali. Raccolta fondi per comprare strumenti per l'Istituto omnicomprensivo Pirandello di Lampedusa e per il conservatorio di Damasco


di Redazione SicilyMag

Peace Drums è un concerto-diffuso che veicola con la musica i valori della pace, del dialogo e dell’accoglienza. Sabato 23 settembre, alle 20.30, partirà da Sant'Alessio Siculo e poi da Lampedusa e in successione si propagherà verso una moltitudine di luoghi del Mar Mediterraneo. Alle 20.30 Filippo Sciacca - ideatore del progetto – da Sant'Alessio Siculo darà il primo battito di cuore del Mediterraneo a cui seguiranno tutti gli altri. Bella notizia dell’ultima ora è quella che è stata salvata anche la tappa a Lampedusa dove suonerà Francesco Taskayali che, grazie al supporto del Festival delle Generazioni, alle 21.30 da Piazza Brignone farà risuonare di pace l’isola, porta del Mediterraneo.

PeaceDrums inizia e parte da Sant'Alessio Siculo. Migliaia di batterie scambiano da costa a costa, rendendo il battito cardiaco in un impulso di pace al ritmo della musica. Il punto di partenza per la comunicazione sarà la spiaggia. La musica invierà un messaggio di pace, schiavitù e amicizia tra le persone che affrontano lo stesso mare. Il mare che sarà il percorso per gli scambi culturali come sempre. Il progetto è aperto a chiunque vorrebbe partecipare alla notte del 23 settembre e aderire alla grande ondata di musica e pace. Quando i tamburi inizieranno a suonare a Sant'Alessio Siculo, altri batteristi, musicisti, dilettanti e professionisti risponderanno al battito. Questo dialogo attraverso il Mediterraneo sarà filmato e trasmesso in streaming sul web.
Roy Paci, Francesco Taskayali, Tony Esposito, Moses Concas, Paolo Marzocchi sono solo alcuni degli artisti che hanno deciso di aderire e sostenere il progetto, mentre dall’estero Chekib Ainar, Emmanuel Chrysis, Sylvia Ponchai, Jimphabul, Julien Saïman, Walid Bub, Dit Bohème, Nadjib Sellal, Qalid Kadi. Ad oggi, sono oltre 125 i luoghi che hanno aderito in maniera volontaria al progetto con contributi amatoriali e tutti da differenti paesi del Mediterraneo: 16 per l’esattezza, tra cui, insieme all’Italia, Palestina, Siria, Egitto, Grecia, Francia, Spagna, Tunisia, Emirati Arabi, Algeria, Slovenia, Croazia e Kenia, Argentina e la partnership USA con https://playingforchange.org/ E’ previsto l’intervento in diretta radio di Diego Bianchi (Zoro).

Clicca e vedi chi ha aderito a Peace Drums

A Palermo è stato pensato un incontro di giochi tra danza, voce e percussioni in cui chiunque può essere partecipante attiva/o, in cui 'accoglienza' (nel gioco ritmico) sia l'idea che sostiene l'evento. Un primo momento sarà condotto dagli allievi del percorso corpo-voce-ritmo del Progetto Artigiani Culturali, che accompagneranno poi al drum circle facilitato da Santo Vitale insieme all'Orchestra de La Bottega delle Percussioni. La Bottega metterà a disposizione 50 strumenti, ma chi vuole unirsi all'evento può anche portare il proprio tamburo! L'appuntamento per tutte/i è alle 19.30 davanti all'ingresso dello Spazio Tre Navate ai Cantieri culturali alla Zisa.


Peace Drums è ideato da Filippo Sciacca, esperto di marketing sostenibile, con la collaborazione del Festival delle Generazioni, EMMA for Peace (Euro-Mediterranean Music Academy) e da un team di professionisti. Al progetto è associata una raccolta fondi attraverso la piattaforma di crowdfunding Generosity di Indiegogo il cui ricavato servirà alla copertura dei costi dell’evento e all’acquisto di strumenti musicali per l’Istituto Omnicomprensivo L. Pirandello di Lampedusa e per il Conservatorio di Damasco. Dalle 20 alle 23 diretta di Radio 100 Passi su www.radio100passi.net e dall'app/player facebook: https://www.facebook.com/rete100passi/app/274735665882510/, musica live ed interventi in diretta dagli eventi e con i testimonial. Tutti contributi video che saranno inviati saranno disponibili sia sul nostro sito www.peacedrums.it , sulla nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/PeaceDrumsLampedusa con tag #Play4PeaceDrums @PeaceDrumsLampedusa e nella pagina di Rete 100 passi https://www.facebook.com/rete100passi/. Radio Popolare seguirà con lanci e interviste



© Riproduzione riservata
Pubblicato il 22 settembre 2017





TI POTREBBE INTERESSARE

La Settimana internazionale di musica sacra si fa in tre

Ai consueti concerti previsti al Duomo di Monreale si aggiungono quelli di Palermo e Cefalù ospitati in alcuni monumenti del percorso arabo normanno Unesco. Si parte il 12 dicembre con un concerto dell'Orchestra Sinfonica Sicilia diretta Lior Shambadal

Nella Palermo città delle sfide, torna il rock in opposizione di Mezz Gacano

Esce per Almendra e Lizard, "Kinderheim", quinto disco dell'alter ego musicale di Davide Mezzatesta, multiforme compositore, chitarrista e pittore palermitano che da 32 anni agita l'underground nazionale con la sua musica di frontiera. Con lui la 'piccola orchestra rock' Self-Standing Ovation Boskàuz Ensemble: «Dal 1986 faccio musica senza schemi e confini»

Catania centro internazionale della classica con la S.C.A.M.

Torna sotto la presidenza di Tony Maugeri la Società Catanese Amici della Musica che il 10 novembre inaugura la nuova stagione con la pianista americana Haley Morgan Myles. Il direttore artistico, il pianista Daniele Petralia: «Fare rete e sistema sono oggi gli unici metodi per arrivare a un ampio pubblico»

"Of Shadows" le ombre di Fabrizio Cammarata girano l'Europa

Il 17 novembre esce il nuovo disco del cantautore palermitano, attualmente in tour in Germania, Francia, Inghilterra, Belgio. Poesie della notte accompagnate da un sound intenso, capace di penetrare sotto pelle

Beatrice Campisi, siciliana al Nord: «Nella mia musica le radici isolane»

"Il gusto dell'ingiusto", disco d'esordio della cantautrice avolese in uscita a dicembre, è nato a Pavia, dove da 5 anni vive, ma porta a compimento un lavoro iniziato otto anni fa in Sicilia che non vide mai la luce per cause non dipendenti dalla sua volontà. Il 3 novembre esce il primo singolo "Avò": «Ciò che sperimentiamo e ricordiamo è quello che siamo»

La libertà di Colapesce è "Infedele"

Esce oggi il nuovo album del cantautore siracusano, un disco fuori dai vincoli di genere, che sarà presentato live a partire da genniao. A Catania toccherà prima al negozio di dischi Rock 86 (21 novembre) e poi al Teatro Odeon (24 gennaio) per la stagione dell'Ame